Fertilizzazione 2.0.

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Oladol » 08/04/2015, 15:01

Ciao a tutti!

Dopo qualche tempo di PMDD mi sono accorta che le mie piante andavano sempre peggiorando. Ho deciso di resettarmi, ristudiare e ricominciare e a Febbraio ho iniziato un nuovo metodo che finalmente ha fatto rispondere le mie piante.

Riassunto veloce della vasca in questione: Rio 240, 108 w T5, 9.000° K. Erogo CO2. GH 7, KH 5, pH 6,8, NO2- 0, NO3- 5 (fino alla scorsa settimana li ho rilevati tra 10 e 15). Hygrophyla salicifolia, Hygrophyla corymbosa, Lobelia cardinalis, Cryptocoryne spp. Anubias spp. Microsorum spp. Ludwigia repens. Due Trichogaster trichopterus, una quindicina di Barbus tetrazona, qualche Gasteropode.

Ho tolto il Nitrato di Potassio dal protocollo perché era evidente che ne avessi preso uno molto lontano dalle indicazioni lette nei vostri articoli. Ho preso e sto erogando il Potassio Solfato. I micro sono quelli prodotti da Orvital e il Ferro quello della Cifo.

Dopo il primo approccio al PMDD le piante avevano una gravissima carenza di Potassio che direi essere risolta quasi del tutto. Anche la crescita è ripresa anche se penso non siamo al 100% delle possibilità delle piante. Vorrei avere alcuni chiarimenti innanzi tutto sul rapporto NPK: io ho considerato un 5:05:9.

Di Ferro ne doso pochissimo, 1 ml a settimana su tutto l'acquario. Gli oligoelementi sono quelli che mi danno i maggiori dubbi, inoltre penso di avere una carenza di Rame.

Insomma, vorrei verificare con voi il mio PMDD e vedere di poterlo migliorare.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20425
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Rox » 08/04/2015, 19:39

Oladol ha scritto:Dopo il primo approccio al PMDD le piante avevano una gravissima carenza di Potassio che direi essere risolta quasi del tutto.
Non sono sicuro di aver capito... :-?

Avevi una "gravissima carenza di potassio", e fin qui è un caso piuttosto comune...
Ma l'avresti risolta sostituendo il nitrato con il solfato? :-\
Oladol ha scritto: Vorrei avere alcuni chiarimenti innanzi tutto sul rapporto NPK
Non credo esistano due acquari, in tutto il Mondo, che richiedano la stessa proporzione tra i nutrienti.
Se il tuo va bene così, vuol dire che ci hai azzeccato.
Oladol ha scritto:Di Ferro ne doso pochissimo, 1 ml a settimana su tutto l'acquario.
Non è "pochissimo", è come non mettercelo affatto.
Forse ce n'è un po' nel fondo, grazie alle tabs.
Oladol ha scritto:vorrei verificare con voi il mio PMDD
Il tuo PMDD parte da un problema piuttosto grave: l'uso del solfato di potassio, che crea inevitabilmente un forte accumulo di zolfo.

E' un problema che si risolve solo a cambi d'acqua, ma in questo modo ti giochi gli alghicidi naturali rilasciati dalle piante.
La conseguenza diretta è il flacone chimico, con tutte le sue controindicazioni.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Oladol » 09/04/2015, 1:32

Ciao Rox. Sì, col Nitrato di Potassio mi sono trovata malissimo e le piante sono deperite in maniera grave. Da quanto ho tolto il Nitrato e somministrato Solfato la situazione è cambiata in meglio in maniera esagerata.

Conosco bene la tua appendice sul Nitrato di Potassio ma nella mia vasca qualcosa non ha funzionato. Non ho mai trovato i prodotti che indichi nell'articolo e l'ho preso in farmacia. Forse con titolo molto diverso da quello che indichi tu, non so. Fatto sta che quel Nitrato di Potassio per me è stato un disastro. Non saprei quale spiegazione addurre se non riportare quello che ho visto.

Quanto al rapporto NPK, io l'ho usato per regolarmi in partenza, ovviamente andrà sistemato strada facendo. Vorrei mostrarvi alcune foto per verificare l'andamento.

Del problema conseguente all'uso del Potassio Solfato ne sono cosciente ma non saprei come fare.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20425
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Rox » 09/04/2015, 9:08

Mi ricordi certi discorsi...
"Sono andato dal meccanico per cambiare le candele, il giorno dopo si è bruciata una una lampadina ed ho bucato una gomma... Da quel meccanico non ci vado più!" :D
Oladol ha scritto:Da quanto ho tolto il Nitrato e somministrato Solfato la situazione è cambiata in meglio in maniera esagerata.
E' ovvio che si tratta di una coincidenza... oppure il farmacista si è sbagliato e ti ha venduto qualcos'altro.
  • - Solo su questo forum, abbiamo alcune centinaia di persone che usano il potassio in forma di nitrato, con ottimi risultati.

    - Inoltre, ci sono tutti quelli che hanno letto l'articolo, ma non si sono iscritti; di sicuro, molti lo avrebbero fatto, se avessero avuto problemi.

    - Poi ci sono quelli che usano gli stick NPK, ormai numerosissimi, dopo la pubblicazione del metodo avanzato.
    In quegli stick, nessuna azienda ci mette il potassio solfato.

    - Mettiamoci parecchie centinaia di utenti di un altro forum, dove stavo fino al 2013, in cui quel PMDD era l'articolo di punta.

    - Infine, dobbiamo aggiungere tutti quelli che usano prodotti commerciali, nei protocolli avanzati (JBL, Seachem, Dennerle, ecc. ecc.), dove il potassio viene sempre somministrato in forma di nitrato.
Quella scelta non è dettata solo dall'eccesso di zolfo (da evitare), ma anche dalla facilità di assimilazione da parte delle piante.
Il solfato richiede più tempo e più energia; in sostanza, le piante faticano di più per assorbirlo.

Comunque, per reperire i prodotti del PMDD, io non consiglio a nessuno di ricorrere al mio annuncio sul Mercatino... Ma se uno deve spendere una fortuna per comprarli in farmacia, quell'annuncio diventa conveniente. $-)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Oladol » 09/04/2015, 11:59

Mi fa più che piacere che centinaia di persone abbiano avuto ottimi risultati col Nitrato di Potassio. Se è per questo mi fa anche piacere per chi è felice col suo cane, ma io preferisco il mio gatto.

Ho presupposto tutti gli errori del caso e candidamente ammesso che non ho una spiegazione da proporre, piuttosto una richiesta di aiuto.
Insomma, faccio parte di questo esercito:
Inoltre, ci sono tutti quelli che hanno letto l'articolo, ma non si sono iscritti; di sicuro, molti lo avrebbero fatto, se avessero avuto problemi.
Evidentemente al momento composto da me sola.

Bè, ma la curiosità nella vita è un motore e non sarei capace di leggere un articolo come se fosse una Bibbia se poi non avessi riscontri io stessa. Presente San Tommaso?

Ciò detto: conosco benissimo i tuoi articoli e sono sicuramente quelli che mi sono stati più utili. Non sono entrata su questa community per demonizzare il Nitrato di Potassio e ripeto che conosco a menadito la bella appendice su KNO3. L'ho preso ed ho provato ad usarlo, ma non mi è riuscito, il Signore non ha voluto, Marte non era in convergenza con Uranio, non lo so. Ma rimane, per me e per me sola, questo problema.

Se poteste aiutarmi ad orientarmi con questo metodo ve ne sarei oltremodo grata perché io non ho scritto per sconsigliare il meccanico, ho scritto per capire cosa non va nella mia auto.

Buona giornata a tutti!

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Rob75 » 09/04/2015, 12:50

Mi discorso un attimo dal discorso, ma le lampade sono tutte e solo da 9000°K?! Perché :-??
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Oladol » 09/04/2015, 15:31

Perché sono quelle di serie della Juwel. Siccome vorrei passare ai LED acquistando le plafoniere Aquatlantis che non costano proprio pochissimo, ho preferito non cambiare i neon e fare una spesa sola.

Sì, lo so che sono belle alte. Non discuto la critica. :)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Oladol » 09/04/2015, 16:09

Buon pomeriggio!

Ricordo che nel vostro articolo sul PMDD, il primo articolo, si indica di reperire un KNO3 13-46 o 12-42. Il problema che lamento potrebbe derivare da un KNO3 con titoli molto diversi da quelli indicati?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20425
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Rox » 09/04/2015, 16:54

Rob75 ha scritto:ma le lampade sono tutte e solo da 9000°K?! Perché :-??
Rob, di questo credo sia meglio parlarne in un altro topic. ;)
Me ne sono accorto anch'io, ma rischiamo di distrarci dall'argomento principale.
Oladol ha scritto:Se è per questo mi fa anche piacere per chi è felice col suo cane, ma io preferisco il mio gatto.
Oladol, credo di essermi spiegato male...

Tra cane e gatto facciamo una scelta personale, mentre tra nitrato e solfato c'è di mezzo la Matematica.
Cito da un mio vecchio messaggio:
  • Rox ha scritto:Mediamente, una pianta è fatta di potassio per l'1% e da zolfo per l'lo 0.1-0.2%

    Significa che una certa vegetazione, in un certo tempo, avrà assorbito 100 g di potassio ogni 15 di zolfo.

    Il solfato, per fornire 100 g di potassio ne aggiunge 42 di zolfo.
    Questo significa che le piante, per consumare quel potassio, assorbiranno circa un terzo dello zolfo introdotto, metre gli altri due terzi resteranno lì ad accumularsi.
Nemmeno io sto qui a cantare le lodi del nitrato, come se dovessi difendere il mio articolo, e mi dispiace se ho fatto capire questo.
Semplicemente, esistono dei motivi matematici per quella scelta; motivi che portano ad una sola conclusione: il solfato, se usato per integrare il potassio, rende l'acquario totalmente dipendente dai cambi d'acqua.

Non è una questione di dosaggio, ma di proporzione tra i due nutrienti:
- se dosi bene lo zolfo, il potassio non basta;
- se dosi bene il potassio, lo zolfo si accumula;

Se avessi chiesto spiegazioni all'epoca, quando si presentò il problema, probabilmente avremmo trovato il perché...
...e sono certo che non sarebbe stato il nitrato di potassio. :ymdevil:
Oladol ha scritto:Il problema che lamento potrebbe derivare da un KNO3 con titoli molto diversi da quelli indicati?
Ecco... questa è una possibile spiegazione: forse non era nitrato di potassio.

Se fosse stato davvero lui, doveva essere per forza 13-46.
La Chimica non si inventa nulla...
Quel 12-42, che hai citato, contiene una piccolissima percentuale di magnesio, ma lo sappiamo e ci va bene lo stesso; comunque si tratta di un caso particolare.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Fertilizzazione 2.0.

Messaggio di Oladol » 09/04/2015, 17:20

Sì, concordo e infatti sono qui per capire che cosa non ha funzionato nella mia vasca.

Dunque, il discorso sul Solfato di Potassio mi è molto chiaro. Non mi scoccia fare cambi d'acqua regolari ma mi scoccia che la mia vasca debba esserne dipendente per cui ho seria intenzione di capire che cosa non è andato bene del precedente metodo.

Il fatto che tu mi dica che il KNO3 è per forza 13-46 mi fa dubitare che la farmacia abbia sbagliato. Cosa altro potrebbe essere andato storto?

E' plausibile pensare che io sia partita con dosaggi troppo bassi perché per inesperienza ho usato male il calcolatore e quindi le piante hanno peggiorato la loro situazione semplicemente perché io in effetti stavo dosando talmente poco Potassio da non poterle aiutare a risolvere la carenza? E quindi ho visto innalzare tantissimo i Nitrati perché la richiesta di Azoto della pianta, data la carenza di Potassio acuita dalla mia somministrazione sbagliata, si era abbassata?

Se sì, è plausibile che rifacendo i conti adesso e regolandoli tutti sul Potassio, e in questa maniera dare esattamente la stessa dose di Potassio pur lasciando il Solfato e tornando al Nitrato, io possa utilizzare KNO3 senza problemi?

Scusate eh, sono una contorta amante delle subordinate. Se non mi sono spiegata ditemelo.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gaby, Ketto, sa.piddu, Simone88z e 9 ospiti