fertilizzazione e conducibilità che non scende

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Piper
star3
Messaggi: 572
Iscritto il: 27/02/14, 15:01

fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Piper » 27/04/2014, 18:06

salve ragazzi.
ultimamente avevo sospetti sull'andamento della mia conducibilità e così ho fatto un esperimento.
avevo notato che stranamente la mia conducibilità dopo il naturale innalzamento per l'inserimento dei fertilizzanti non scendeva in maniera decisa, anzi non scendeva proprio.

così ho fatto le seguenti cose:

- non ho fertilizzato per quasi due settimane
- al termine delle due settimane ho misurato la conducibilità ed era a 680
- cambiato il 10 % d'acqua come al solito (misto osmosi rete)
- rimisurato la conducibilità ed era a 580
- dopo due ore dal cambio d'acqua ho inserito i fertilizzanti con le seguenti dosi: 4 ml di potassio, 1 ml di magnesio, meno di mezzo tappo di rinverdente, 2 gocce di cifo fosforo
- dopo un ora dall'inserimento dei fertilizzanti ho rimisurato la conducibilità ed era a 627

tutto questo avveniva venerdi mattina. oggi è domenica e rimisurando la conducibilità mi dice che è a 635 #-o

luce funzionante (fotoperiodo 6 ore e 30, sto risalendo ), CO2 teoricamente perfetta con KH a 6 e pH a 6,8 e segni di "respiro" da parte delle piante.

da una parte le piante continuano a crescere, anche nelle settimane senza fertilizzazione, dall'altra mostrano chiaramente delle carenze (tipo le numerose radici avventizie che mi escono sulla sessiliflora)

quindi che fine fanno questi fertilizzanti, perchè il conduttivimetro teoricamente mi dice che non vengono assorbiti, ma le piante mi dicono che invece sono in carenza e che sono affamate.

non capisco che devo fare

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Rox » 27/04/2014, 20:07

Va tutto bene. :-bd
Il tuo terriccio fertile ha assorbito nutrienti quando erano in eccesso, e adesso li rilascia.
Devi vederlo come un vantaggio, non come un problema.

La Limnophila vuole i nitrati un po' alti... non è che ti mancano quelli?
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Piper
star3
Messaggi: 572
Iscritto il: 27/02/14, 15:01

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Piper » 27/04/2014, 20:51

Rox ha scritto:Va tutto bene. :-bd
Il tuo terriccio fertile ha assorbito nutrienti quando erano in eccesso, e adesso li rilascia.
Devi vederlo come un vantaggio, non come un problema.

La Limnophila vuole i nitrati un po' alti... non è che ti mancano quelli?
rox ma se va tutto bene come mai allora la limnophila ha gli internodi lunghi come la salerno reggio-calabria e radici avventizie, così come la Cryptocoryne su alcune foglie presente dei piccolissimi buchi e la blyxa fa pearling ma molto moderato. insomma sono certo che le piante, tutte, mi mostrino delle carenze.

quindi se la conducibilità sale perchè il fondo sta lentamente rilasciando ne consegue che dovrei avere in acqua elementi in eccesso e quindi piante rigogliose, che invece non ci sono.

i nitrati di solito li misuro una volta a settimana, e sono sempre stato sopra i 30 mg/l, massimo 50 mg/l

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10166
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di lucazio00 » 27/04/2014, 23:23

Rox ha scritto:Il tuo terriccio fertile ha assorbito nutrienti quando erano in eccesso, e adesso li rilascia.
Devi vederlo come un vantaggio, non come un problema.
Un po' come il Deponit mix Dennerle???
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Rox » 28/04/2014, 11:33

Piper ha scritto:dovrei avere in acqua elementi in eccesso e quindi piante rigogliose, che invece non ci sono.
Mi sono spiegato male... :-l

La conducibilità dipende da qualsiasi cosa si disciolga nell'acqua, anche se alle piante non serve.
Supponiamo che sia calcio, e che magari sia già abbondante... non puoi pretendere che le piante se lo mangino per forza.

I segni di carenza, invece, sono dovuti ad un solo elemento, che tra l'altro limita lo sviluppo vegetale, rallentando anche l'assorbimento degli altri.

Da quello che ci dici, sembrerebbe il solito potassio, ma i buchi sulle foglie li fa anche la mancanza di ferro.
Anzi... vista la luce che hai... è più facile che sia colpa sua.

Tra l'altro, se fosse così, tornerebbero tutti i conti. Il ferro lo vedi pochissimo con il conduttivimetro, mentre il potassio lo fa schizzare in un attimo.

Prima di continuare la chiacchierata, ti invito a leggere questa scheda. :-bd
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Piper
star3
Messaggi: 572
Iscritto il: 27/02/14, 15:01

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Piper » 28/04/2014, 11:50

ma quindi come devo comportarmi.

il ferro già lo integro con il rinverdente, posso aggiungere del cifo ferro ulteriore.
il potassio sto sui 4 ml ogni 3 giorni, e potrei portarlo a 5 (non vorrei esagerare)

ma il punto è la conducibilità, se ad alzarla non sono (solo) gli elementi che metto in vasca, ma anche il fondo, continuo a fertilizzare normalmente?
ma avendo questa salita costante di conducibilità poi i cambi d'acqua dovrò comunque farli settimanali

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Rox » 28/04/2014, 13:47

Se troviamo il fattore limitante, le tue piante rapide cominceranno ad assorbire più velocemente gli elementi già presenti.
La conducibilità dovrebbe rimanere più stabile, saranno le potature a richiedere maggiore frequenza.

Se hai un pH superiore a 6.5 il ferro del Rinverdente è più difficile da assimilare, perché chelato con EDTA.
Procurati quello della Cifo, tanto costa poco più di un Euro. Grazie all'EDDHA rimane stabile fino a valori alcalini.

Non abbiamo la certezza che sia colpa del ferro, ma con 60 W su 60 litri, il primo indiziato è ovviamente lui.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Piper
star3
Messaggi: 572
Iscritto il: 27/02/14, 15:01

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Piper » 02/05/2014, 17:03

aggiornamento:

il giorno stesso della nostra discussione ho aggiunto un pizzico di cifo ferro, direttamente in polvere nel vano pompa (di solito faccio così).

a metà settimana, rispettando la tempistica dei 3 giorni, ho dato il potassio come al solito

oggi, una settimana dopo dal primo test, il conduttivimetro mi segna 638.

quindi teoricamente il valore adesso mi sta dicendo che gli elementi son stati assorbiti o sbaglio?
se seguo il conduttivimetro potrei allora anche evitare di fare il cambio acqua e continuare a fertilizzare analizzando i successivi valori del conduttivimetro.

p.s. collegandomi al discorso di cui sopra. il cifo ferro con che cadenza lo inserisco, una volta ogni 15 giorni o una volta a settimana?

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10166
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di lucazio00 » 02/05/2014, 18:40

Questo te lo dicono le piante, chi meglio di loro?
Questo metodo di gestione è molto empirico, si basa sull'osservazione delle piante, anzi dell'acquario nel suo complesso, non basandosi esclusivamente sul calendario.
Ciò ti consente di ottimizzare la fertilizzazione, riducendo gli sprechi e...i cambi d'acqua.
Intanto dosa il ferro ogni 2 settimane, abbinando ovviamente il rinverdente.
Se le piante continuano a mostrare carenza da ferro, dosalo ogni settimana invece che due!
:-bd
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilità che non scende

Messaggio di Rox » 03/05/2014, 12:09

Piper ha scritto:il cifo ferro con che cadenza lo inserisco, una volta ogni 15 giorni o una volta a settimana?
Con quella luce e quelle piante, nessuno può dirlo.
Devi fare come dice Lucazio:
  • lucazio00 ha scritto:Se le piante continuano a mostrare carenza da ferro, dosalo ogni settimana invece che due!
Non c'è altro modo...
Basta un piccolo calo del pH, 2-3 decimali, e con quella potenza il ferro viene assorbito in un attimo.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti