fertilizzazione e conducibilita che non scende

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, GiuseppeA

Avatar utente
maddimo
star3
Messaggi: 452
Iscritto il: 20/01/14, 21:05

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di maddimo » 06/06/2014, 13:57

Ok, ma questo discorso vale anche se ho il ghiaino inerte?

Quindi non ho piante che mi indicano la carenza di ferro (quello che precipita) nel fondo?

Fino a ora non ho mai utilizzato pasticche fertilizzanti nel fondo.
Il carpfishing non e solo una passione, ma uno stile di vita.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di Rox » 06/06/2014, 15:54

maddimo ha scritto:Ok, ma questo discorso vale anche se ho il ghiaino inerte?
Maddimo, ti prego di scusarmi... x_x mi accorgo solo adesso che ti sto facendo un sacco di confusione. :-l

Io sono abituato a considerare il ferro come un nutriente per la vegetazione.
Quando ne parlo, finisco sempre lì... lo metto in relazione alla luce, al pH, alle specie, al fondo...
E così che interpreto i dosaggi e le concentrazioni.

Per la maggior parte degli acquariofili, invece, sembra che lo scopo del ferro sia di colorare un test in una provetta.
Gli è stato insegnato che deve stare a 0.1, e tutti si preoccupano di quello.
Non si pensa più a nutrire la pianta, ma a leggere il valore giusto sulla scala colorimetrica.

Torniamo a noi...
Se il tuo scopo è quello di avere un test più attendibile, rispetto a quello chimico, il Ceratophyllum va benissimo.
Sia la pianta, sia la provetta, reagiscono solo alla concentrazione di ferro nell'acqua.

Quello nel fondo si vede con altre piante, ma non è il caso che interessa a te, perché comunque non avresti avuto nessun test per misurarlo.
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
maddimo (06/06/2014, 23:12)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
maddimo
star3
Messaggi: 452
Iscritto il: 20/01/14, 21:05

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di maddimo » 06/06/2014, 23:09

Ok, ora ci siamo capiti :-bd

Per l hygrophila polisperma pensavo a delle infiltrazioni di ferro nel ghiaino sotto la pianta.

L hygrophila polisperma mi sembra quella che fa piu fatica ad assorbire in colonna, tra le piante che ho in vasca?
Il carpfishing non e solo una passione, ma uno stile di vita.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di Rox » 06/06/2014, 23:43

maddimo ha scritto:L hygrophila polisperma mi sembra quella che fa piu fatica...
Sicuramente.
Se il ghiaietto è piuttosto alto, 6-7 cm, io proverei il "trucco del chiodo".

Ma non sono convinto che gli manchi solo il ferro, stando su terreno inerte.
Forse ci vorrebbe uno stick.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
maddimo
star3
Messaggi: 452
Iscritto il: 20/01/14, 21:05

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di maddimo » 07/06/2014, 13:00

Gli stick NPK o un po paura ad usarli perche sono abbastanza forti.
Pensavo alle pasticche della tetra, sono piu leggere o non cambia niente?
Non vorrei avere una invasione di alghe se il concime filtra in colonna, perche o la pianta proprio sotto l aspirazione del filtro,a 5cm dal fondo :-?
Il carpfishing non e solo una passione, ma uno stile di vita.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di Rox » 07/06/2014, 15:45

maddimo ha scritto:Pensavo alle pasticche della tetra, sono piu leggere o non cambia niente?
Non è che sono "più leggere"; sono soltanto prive di nitrati e fosfati, se sono quelle che conosco io.

Ma tu come sei messo a nitrati?
Se ne sei già ricco (40-50), prendi il prodotto Tetra; se ti sembra di essere basso (5-10), vai con gli stick.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
maddimo
star3
Messaggi: 452
Iscritto il: 20/01/14, 21:05

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di maddimo » 08/06/2014, 1:30

L ultima volta che li o misurati erano a 100 i nitrati.
Pero avevo anche le piante bloccate per carenza di CO2.
Domani sera faccio il test e vediamo
Le tabs della tetra dobrebbero essere le Crypto.
Il carpfishing non e solo una passione, ma uno stile di vita.

Avatar utente
maddimo
star3
Messaggi: 452
Iscritto il: 20/01/14, 21:05

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di maddimo » 11/06/2014, 22:58

Ciao ho misurato i nitrati e sono tra 50 e100 mg/l
L altezza del fondo e di 5cm e quindi escluderei l utilizzo del dado arruginito,
Pensavo di usare le tabs tetra crypto
Il carpfishing non e solo una passione, ma uno stile di vita.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di Rox » 12/06/2014, 10:39

maddimo ha scritto:Pensavo di usare le tabs tetra crypto
Bene! :-bd
Facci sapere come va, tra qualche settimana.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
maddimo
star3
Messaggi: 452
Iscritto il: 20/01/14, 21:05

Re: fertilizzazione e conducibilita che non scende

Messaggio di maddimo » 12/06/2014, 20:08

Ok,
ma ho notato un altra cosa, 2 giorni fa ho inserito 3 steli galleggianti di cerato che ho preso dalla vasca esterna, e sono di un bel verde brillante anche con nessuna concimazione,
ora che sono in vasca anno sviluppato 1 o 2 internodi nuovi ma sono di nuovo molto chiari quasi bianchi, sono ancora in carenza di ferro?

Ora sto inserendo 1 ml di ferro(quello del pmdd) ogni 3 gg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Il carpfishing non e solo una passione, ma uno stile di vita.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ciumbonu, Google [Bot], merk e 5 ospiti