fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Avatar utente
raffaella150
star3
Messaggi: 3416
Iscritto il: 04/10/14, 12:35

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di raffaella150 » 07/10/2014, 10:15

Hehe tra le vostre info da un lato e le mie dall'altro, si sta componendo un gran bel puzzle
quando avrö trovato Cleopatra, la Strangolatrice Africana, la mia growlist sarà COMPLETA :D

il mio sito sulle carnivore, http://www.fleischfressendepflanzen.ch/

Avatar utente
Shadow
Ex-moderatore
Messaggi: 8804
Iscritto il: 19/10/13, 13:08

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Shadow » 07/10/2014, 12:03

Il nostro protocollo di fertilizzazione non potrebbe essere adattato? Il nostro punto di forza è la separazione dei componenti e con quella si possono soddisfare tutte le richieste tranne l' azoto.
Hai detto che hai invertebrati giusto? Li alimenti? Un poco ne producono anche loro.. Magari se si riuscisse a far si che la produzione di nitrati si alzi e farli assorbire dalle piante depuratrici man mano che si forma senza lasciarlo accumulare.. Come stanno queste depuratrici? Che piante sono? Sono rapide nella crescita?
Bisogna accettare le critiche perchè sono il miglior modo di imparare

"Ji-Ta-Kyo-Ei" [Noi e gli altri insieme per progredire, Jigoro Kano]

Avatar utente
raffaella150
star3
Messaggi: 3416
Iscritto il: 04/10/14, 12:35

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di raffaella150 » 07/10/2014, 12:35

ho aperto un topic proprio per sapere che piante sono, beh si, se si riuscisse a combinare le vostre info con le esigenze delle carnivore, beh sarebbe fantastico...... :ymparty: in genere i carnivorofili non hanno acquari in casa, quindi uno scambio di info e tecniche potrebbe essere ultra maledettamente utile!
quando avrö trovato Cleopatra, la Strangolatrice Africana, la mia growlist sarà COMPLETA :D

il mio sito sulle carnivore, http://www.fleischfressendepflanzen.ch/

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Rox » 07/10/2014, 13:01

raffaella150 ha scritto:Hai per caso una pagina sottomano dove possa istruirmi un po?
Secondo me, dovresti fare un giretto sul portale, non solo sul forum.
Ad esempio, abbiamo un articolo sul Ceratophyllum che potrebbe interessarti.

Anche la recente traduzione, da Diana Walstad, contiene informazioni che potrebbero utili.
Insomma... io darei un'occhiata in giro. :D
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Scardola
Top User
Messaggi: 693
Iscritto il: 27/11/13, 14:03

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Scardola » 08/10/2014, 11:55

Se giri sulla sezione piante, c'è un post su Egeria densa interessante. Cuttlebone nello stagno, io in un vaso e in un acquarietto, qualcun altro in altri acquarietti, abbiamo nitrati perennemente a zero avendo varie piante rapide (Egeria densa, Najas, Lemna, Limnobium, Riccia, etc...).

La mia piccola (scarsa) esperienza è stata che Egeria, Najas e Lemna mi si "adattano" anche a condizioni di pochi nutrienti, nel senso che non crescono rigogliose ma nemmeno muoiono del tutto. Altre piante rapide invece (Limnophila, Hygrophila difformis) mi sono inesorabilmente morte.

Secondo me ti conviene provare a riempire la vasca di piante rapide tipo Egeria densa e misurare i nitrati (se hai il test, anche i fosfati) e vedere se li hai sempre a zero oppure no. Quando li hai azzerati, inserisci le carnivore. Non so se consigliarti la Lemna con l'Utricularia vulgaris, rischi che ti faccia un malloppone immane.

Qualche anno fa ho provato a tenere l'Utricularia vulgaris sul balcone, era diventata bellissima finché l'anno successivo non si riempì di alghe e deperì. Bella pianta, complimenti per la scelta. La mia catturava anche le larve di zanzara.

Andando OT, mi interessa il discorso dei substrati alternativi alla torba per le carnivore. Sapevo della fibra di cocco ma non del truciolato. Magari se ne parla in salotto.
raffaella150 ha scritto: per la lista, beh è semplice.....
http://www.fleischfressendepflanzen.ch/ ... nlist/cgkw
qua hai un'idea e nemmeno ci stan tutte, le protocarnivore mancano e mancano pure quelle annuali che non mi interessano.
Per chi non parla il tedesco:
http://www.aipcnet.it/aipcjoomla/index. ... pecie.html

Rox, se ti interessano, molte specie (Dionaea muscipola, Sarracenia sp., molte drosere) sono le piante più facili del mondo da coltivare, basta che abbiano il substrato adatto (torba), acqua distillata (tanta) e stiano all'aperto, anche in inverno. Poi fanno tutto da sole.
In comune con gli acquari hanno che non devi mai ascoltare quello che ti dice il fioraio quando le compri. 99 volte su 100 non hanno idea di come si tengano e inventano le peggiori cavolate pur di dire qualcosa. Ho sentito consigliare di tenere una Dionaea come una pianta grassa: poca acqua sennò marcisce (una pianta di palude...).
Peggio ancora, ho visto anche cartellini scritti coi piedi.
L'unica rogna è che serve assolutamente acqua distillata (tranne poche eccezioni): molti di quelli che le collezionano si sono fatti l'impianto ad osmosi apposta. Io ormai mi limito a tenere le due a cui mi sono affezionato, molte le ho date via, ma per chi ha spazio e acqua sono piante da provare.
Quelle che sta provando a coltivare Raffaella rientrano tra quelle un po' più particolari, che richiedono più attenzioni.
Ultima modifica di Scardola il 08/10/2014, 12:10, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Rox » 08/10/2014, 12:01

Scardola ha scritto:Magari se ne parla in salotto.
No... perché in salotto?
Sono pur sempre piante, anche se carnivore. :-bd
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Scardola
Top User
Messaggi: 693
Iscritto il: 27/11/13, 14:03

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Scardola » 08/10/2014, 12:12

Rox ha scritto:
Scardola ha scritto:Magari se ne parla in salotto.
No... perché in salotto?
Sono pur sempre piante, anche se carnivore. :-bd
Perché si parlava di substrato per le piante emerse, mentre la richiesta di Raffaella era per due specie acquatiche. Pensavo di non inquinare il topic.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Rox » 08/10/2014, 13:09

Scardola ha scritto:Pensavo di non inquinare il topic.
Perfetto... apritene altri mille, se volete, ma rimaniamo sulle piante.
Non in "Salotto", dove c'è gente che fa a pugni sul tifo calcistico... :))
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
raffaella150
star3
Messaggi: 3416
Iscritto il: 04/10/14, 12:35

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di raffaella150 » 08/10/2014, 13:37

se usi anche questo, meglio, crei una bibbia sulle carnivore.....

http://www.cpitalia.net/wiki/index.php? ... tricularia

cmq è vero, non ci sta scuola che insegna come affrontare questo genere di piante, tutti i giardinieri sono capre inesorabili se parlano di carnivore, tutti pensano siano difficili, ma ovvio che se le trattano come geranei, muoiono.

comunque molte specie sono adattissime per le parti emerse dei terracquari, ci sono drosere, pinguicule, nepenthes (in primis) e altre annuali che ben si adattano alle condizioni di un amazzonico......l'importante è garantire loro la giusta acqua, in concentrazione ottimale e facendo attenzione alle muffe che inevitabilmente si creano.

anche le utri / aldrovande tropicali vanno benissimo coi pesci, purche di taglia opportuna, quando si inserisce il cibo vivo, si nutrono entrambi.

la torba la stiamo lentamente abbandonando, è inutile amare e coltivare le carnivore e allo stesso tempo distruggerle perchè necessitiamo della torba....di tutte le prove fatte, cocco+truciolato è l'accoppiata migliore, non si accorgono nemmeno del passaggio, se piove battente non salta via tutto, il cocco mantiene umido e il truciolato arieggia le radici, evitando muffe/cancri/marciumi da troppa acqua o da poco ossigeno.
solo alcuni generi speciali son un po piu rognosi e bisogna farli acclimatare con calma: heliamphora, drosere (solo alcune) e cephalotus
altri son rognosi per via del clima che non sempre è facile garantire loro: drosera regia, drosere australiane (stagioni inverse), darlingtonia californica
quando avrö trovato Cleopatra, la Strangolatrice Africana, la mia growlist sarà COMPLETA :D

il mio sito sulle carnivore, http://www.fleischfressendepflanzen.ch/

Avatar utente
Scardola
Top User
Messaggi: 693
Iscritto il: 27/11/13, 14:03

Re: fertilizzazione fondale.....per piante carnivore

Messaggio di Scardola » 08/10/2014, 17:04

Infatti a me interessava il substrato proprio per abbandonare definitivamente la torba, proprio per motivi etici.
La fibra di cocco l'avevo sentita, ma ho sentito pareri vari, il truciolato non lo conoscevo.
Ma lo sfagno vivo ci attecchisce sopra? Volevo rifare una sfagnera.

Comunque io tengo solo piante facili (Dionaea e Sarracenia), non ho problemi di terrari.
Stanno sul balcone, si beccano il caldo d'estate e il gelo d'inverno (la Sarra si è fatta pure la nevicata di Roma).
Per chi nel forum volesse iniziare, le piante che si trovano dai vivai normali (Dionaea, le varie Sarracenia - anche ibridi -, Drosera capensis - che diventa infestante) sono di una facilità disarmante, e non costano nemmeno tanto rispetto alle piante da acquario (si parte dai 3 Euro a piantina).

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti