il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Irene
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 11/02/14, 0:10

il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Irene » 16/03/2014, 19:11

ok grazie rox... per il potassio posso portarlo almeno al doppio visto anche le piante esigentissime che ho?
ho aggiunto anche il ferro quest'oggi e la conducibilita' si e' alzata di circa 40 us/cm...( circa 4ml)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Rox » 17/03/2014, 14:17

Irene ha scritto:per il potassio posso portarlo almeno al doppio visto anche le piante esigentissime che ho?
Ti conviene fare delle prove, in questa fase, facendoti aiutare dal conduttivimetro.

Non so se hai già letto la scheda sul potassio, ma niente influenza la conducibilità come lui.
Il conduttivimetro è importante per tutto, ma sul potassio è veramente un aiuto enorme.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Irene
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 11/02/14, 0:10

il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Irene » 17/03/2014, 14:20

una cosa... mettiamo che oggi io metto 10 ml di potassio e il valore sale per dire di 200 µS...Devo aspettare solo che il valore mi ritorni al punto iniziale cioe' 660 us/cm??per poi poterlo riaggiungere?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Rox » 17/03/2014, 14:45

Irene ha scritto:Devo aspettare solo che il valore mi ritorni al punto iniziale cioe' 660 us/cm??
No... non è esattamente così semplice.
Per motivi piuttosto complicati, la conducibilità di un acquario tende sempre a salire.
Il nostro obiettivo è che salga più lentamente possibile.

Tu fertilizza e continua a misurare; usa questo topic per segnare quello che leggi sul display.
Con il passare delle settimane, vedremo come si evolve la situazione, e ci regoleremo.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Irene
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 11/02/14, 0:10

il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Irene » 17/03/2014, 14:47

ok ora provo ad aggiungere subito il potassio e vediamo di quanto si alza!!
17/03 aggiunto 2.5ml di rinverdente e 7.5 potassio...ora la conducibilita' e' a 730 us/cm

Avatar utente
Irene
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 11/02/14, 0:10

il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Irene » 19/03/2014, 9:38

19/03 Nessun fertilizzante conducibilità 735

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di gibogi » 19/03/2014, 9:45

ciao Irene, un aumento di cobducibilità di 5 µS/cm in due giorni ci sta, è fisiologico.
Bisognerebbe capire perchè in questi due giorni le piante sembrano non avere assorbito il potassio.
Ti posso chiedere una foto della tua vasca, giusto per rendere l'idea delle piante, leggo il tuo profilo, ma ricordo che sei partita da poco, e non mi ricordo lo sviluppo delle tue piante.
Se le piante sono pochi steli appena piantati, potrebbe essere normale quel valore di conducibilità, se invece hai dei bei cespugli rigogliosi, occorre cercare altrove il motivo.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Irene
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 11/02/14, 0:10

il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Irene » 19/03/2014, 10:55

gibogi ha scritto:ciao Irene, un aumento di cobducibilità di 5 µS/cm in due giorni ci sta, è fisiologico.
Bisognerebbe capire perchè in questi due giorni le piante sembrano non avere assorbito il potassio.
Ti posso chiedere una foto della tua vasca, giusto per rendere l'idea delle piante, leggo il tuo profilo, ma ricordo che sei partita da poco, e non mi ricordo lo sviluppo delle tue piante.
Se le piante sono pochi steli appena piantati, potrebbe essere normale quel valore di conducibilità, se invece hai dei bei cespugli rigogliosi, occorre cercare altrove il motivo.
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di gibogi » 19/03/2014, 12:00

Hai una buona flora diversificata con delle belle piante rapide, che è molto buono.

Proverei ad aspettare che si infoltiscano un pò, in modo da aumentare l'assorbimento di nutrienti.

Comunque aspetta anche il parere di più esperti in materia.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: il giusto rapporto fertilizzazione e conducibilita'

Messaggio di Rox » 19/03/2014, 12:04

Ottima intuizione di Gibogi. :ymapplause:
In effetti, le piante non sono ancora sviluppate, la loro presenza è minima.

Irene, in queste condizioni smetti di fertilizzare; aspetta di vedere segnali di carenza, oppure cosa dice il conduttivimetro.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti