Il mio diario di fertilizzazione

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di Rox » 20/06/2015, 19:11

ersergio ha scritto:con poco potassio può mai venire una staurogyne repens come quella che posto in foto?
Il problema non è solo QUANTO potassio c'è in acquario, ma DOVE si trova.
La Staurogyne si alimenta dal terreno, l'Heteranthera dall'acqua. :-bd

Inoltre, se ci fosse davvero un eccesso, sarebbe del tutto normale che le piante reagiscano in modo diverso, perfino tra specie dello stesso genere.
Se nella tua vasca ci fosse del sodio (anche con potassio abbondante), una Bacopa monnieri riuscirebbe a tollerarlo, mentre una Bacopa caroliniana si bloccherebbe.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
ersergio
Ex-moderatore
Messaggi: 3599
Iscritto il: 21/08/14, 22:14

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di ersergio » 20/06/2015, 20:02

Rox ha scritto:
ersergio ha scritto:con poco potassio può mai venire una staurogyne repens come quella che posto in foto?
Il problema non è solo QUANTO potassio c'è in acquario, ma DOVE si trova.
La Staurogyne si alimenta dal terreno, l'Heteranthera dall'acqua. :-bd

Inoltre, se ci fosse davvero un eccesso, sarebbe del tutto normale che le piante reagiscano in modo diverso, perfino tra specie dello stesso genere.
Se nella tua vasca ci fosse del sodio (anche con potassio abbondante), una Bacopa monnieri riuscirebbe a tollerarlo, mentre una Bacopa caroliniana si bloccherebbe.
Grande Rox....come sempre ,hai perfettamente ragione...sotto alla staurogyne c'è un esercito di stick npk compo!!! :D
So Amare!!
Lei:"non ci credo! Dimostramelo!!"
Lui:"Allora assaggia ste olive e dimme se non so amare!!!".

Avatar utente
ersergio
Ex-moderatore
Messaggi: 3599
Iscritto il: 21/08/14, 22:14

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di ersergio » 21/06/2015, 23:11

Rox ha scritto:
darioc ha scritto:perché hai pensato al rinverdente?
Perché non avevo capito il colore dell'acqua, prima di vederlo nell'altro topic. :ymdevil:
Credevo che fosse dovuto all'ombra creata dalle piante.

Quell'acqua è satura di ferro, che probabilmente blocca tutto il resto, a cominciare dal manganese.
Seguendo questo interessantissimo post di Darioc ,mi sono accorto che anche io mi ritrovo con un'acqua abbastanza "colorata",non come quella di Darioc, ma comunque rosatella,la si nota se si mette un pò in un bicchierino di plastica bianco;
Ho sempre pensato che il fatto potesse essere dovuto al grosso legno in vasca che aveva magari ambrato l 'acqua...che in realtà è più rosata che ambrata.
Inoltre noto che le piante normalmente verdi ,quando si avvicinano alla superficie, assumono tonalità che danno sul rosso,soprattutto la ludwigia palustris green e la limnophila.
Bastano queste due cose per affermare di avere un eccesso di ferro?
Ora vi chiedo, anche per l'affermazione di Rox che il troppo ferro potrebbe bloccare un pò tutto,potrebbe essere questo che non mi fa scendere la conducibilità?
So Amare!!
Lei:"non ci credo! Dimostramelo!!"
Lui:"Allora assaggia ste olive e dimme se non so amare!!!".

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di Rob75 » 22/06/2015, 0:37

ersergio ha scritto:Ora vi chiedo, anche per l'affermazione di Rox che il troppo ferro potrebbe bloccare un pò tutto,potrebbe essere questo che non mi fa scendere la conducibilità?
A questa domanda ti sei risposto qui...
ersergio ha scritto:Inoltre noto che le piante normalmente verdi ,quando si avvicinano alla superficie, assumono tonalità che danno sul rosso,soprattutto la ludwigia palustris green e la limnophila.
Se variano verso il rosso, vuol dire che assumono ferro.
Sta capire perché, con la potenza della tua illuminazione rispetto al litraggio della vasca, lo facciano solo verso la superficie :-?
Potrebbe essere un problema di layout: nella parte più bassa della vasca la luce viene schermata da altre piante, perciò quando arrivano verso il pelo dell'acqua si "scoprono" ed hanno a disposizione più luce.
Potrebbe trattarsi di una carenza di CO2: tenendo conto degli effetti dei tannini e dei batteri, potresti essere al minimo sindacale col carbonio, che comunque si concentra nella parte alta della vasca. Quindi le piante avvicinandosi alla superficie ne hanno a disposizione di più e cambiano colore!
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
ersergio
Ex-moderatore
Messaggi: 3599
Iscritto il: 21/08/14, 22:14

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di ersergio » 22/06/2015, 8:11

Rob75 ha scritto:
ersergio ha scritto:Ora vi chiedo, anche per l'affermazione di Rox che il troppo ferro potrebbe bloccare un pò tutto,potrebbe essere questo che non mi fa scendere la conducibilità?
A questa domanda ti sei risposto qui...
ersergio ha scritto:Inoltre noto che le piante normalmente verdi ,quando si avvicinano alla superficie, assumono tonalità che danno sul rosso,soprattutto la ludwigia palustris green e la limnophila.
Se variano verso il rosso, vuol dire che assumono ferro.
Sta capire perché, con la potenza della tua illuminazione rispetto al litraggio della vasca, lo facciano solo verso la superficie :-?
Potrebbe essere un problema di layout: nella parte più bassa della vasca la luce viene schermata da altre piante, perciò quando arrivano verso il pelo dell'acqua si "scoprono" ed hanno a disposizione più luce.
Potrebbe trattarsi di una carenza di CO2: tenendo conto degli effetti dei tannini e dei batteri, potresti essere al minimo sindacale col carbonio, che comunque si concentra nella parte alta della vasca. Quindi le piante avvicinandosi alla superficie ne hanno a disposizione di più e cambiano colore!
Scusa Rob se "so de coccio", ma non sono sicuro di aver capito...
quindi la tua risposta è "si"?
Se dovessi avere un eccesso di ferro, posso dosare alla prossima fetilizzazione ,solo OE ed attendere un assorbimento da parte delle piante , o è meglio fare un cambietto per diluirlo?
Ciao un saluto Sergio :-h
So Amare!!
Lei:"non ci credo! Dimostramelo!!"
Lui:"Allora assaggia ste olive e dimme se non so amare!!!".

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di Rox » 22/06/2015, 13:26

Sotto 124 W, le tue piante DEVONO colorarsi di rosso, soprattutto quando si avvicinano alle lampade.
Ci sarebbe da preoccuparsi se non lo facessero.

Quello non è eccesso di ferro, è normale produzione di carotenoidi.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
ersergio
Ex-moderatore
Messaggi: 3599
Iscritto il: 21/08/14, 22:14

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di ersergio » 22/06/2015, 13:55

Rox ha scritto:Sotto 124 W, le tue piante DEVONO colorarsi di rosso, soprattutto quando si avvicinano alle lampade.
Ci sarebbe da preoccuparsi se non lo facessero.

Quello non è eccesso di ferro, è normale produzione di carotenoidi.
Pensi che sia troppo rossa anche quella del bicchierino sulla sinistra che è quello precedente all'inserimento del ferro o potrebbe essere l'ambratura data dal legno in vasca?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
So Amare!!
Lei:"non ci credo! Dimostramelo!!"
Lui:"Allora assaggia ste olive e dimme se non so amare!!!".

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di Rox » 23/06/2015, 16:16

ersergio ha scritto:troppo rossa anche quella del bicchierino sulla sinistra
A me sembrano praticamente uguali... :-??
Il ferro non è certamente in eccesso.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
ersergio
Ex-moderatore
Messaggi: 3599
Iscritto il: 21/08/14, 22:14

Re: Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di ersergio » 23/06/2015, 17:24

Rox ha scritto:
ersergio ha scritto:troppo rossa anche quella del bicchierino sulla sinistra
A me sembrano praticamente uguali... :-??
Il ferro non è certamente in eccesso.
Veramente? ....Dai quello sulla destra è leggermente più colorato...
Mi sono tenuto cauto per l'affermazione che l'arrossamento deve essere appena percettibile. ..
Quindi la differenza deve essere più evidente di come ho fatto/di come faccio io....
...domani aggiorno con i dati della nuova fertilizzazione e della conducibilità
:-h :-h
So Amare!!
Lei:"non ci credo! Dimostramelo!!"
Lui:"Allora assaggia ste olive e dimme se non so amare!!!".

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17412
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Il mio diario di fertilizzazione

Messaggio di cuttlebone » 24/06/2015, 14:36

Se sul fatto che il colore dei due bicchieri sia simile è più facile concordare, più difficile è capire quanto sia effettivamente rossa quell'acqua...posto che giudicare i colori dalle foto, o meglio dai monitor...., è un esercizio sempre piuttosto pericoloso...
Io suggerisco sempre di fare una foto alla vasca dopo un cambio, per apprezzarne la trasparenza ed avere un termine di paragone obiettivo per un confronto sull'accumulo di sostanze nel tempo.
Ad occhio, non mi sembra una colorazione preoccupante. Il ferro in concentrazione elevata tende ad oscurare molto l'acqua, tanto da rendere poco distinguibile il fondale, soprattutto se scuro.
Quando è stato l'ultimo cambio?


Alessandro
Questi utenti hanno ringraziato cuttlebone per il messaggio:
ersergio (24/06/2015, 14:44)
"Fotti il sistema. Studia!"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti