Inizio fertilizzazione.

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1724
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Forcellone » 06/01/2015, 21:10

Rox ha scritto:
Forcellone ha scritto:...il 22/12/2014, con acqua minerale liscia
Ma le foglie erano già così, all'epoca?
Infatti, sono solo alcune delle nuove e forse erano già segnate da tempo, ma comunque stanno crescendo bene ultimamente, non mi sembra che la situazione vada peggiorando.
Saprò con certezza in seguito se continuano a nascere con questi segni, per adesso forse mi porto dietro delle foglie rovinate da tempo.

Solo l'Echinodorus Rose continua a rovinarsi anche in questi giorni.
Gli altri Echinodorus non sono il massimo e le foglie sono molto piccole e un verde pallido.
A dire il vero per queste non mi interessa più di tanto perché so benissimo che le dovrei levare e inserire altro visti gli 80 litri scarsi. Poi le ho ammucchiate tutte in una zona a DX della vasca ........ Ma se capisco le cause con una certa sicurezza è molto utile per capire. :-bd

Aggiorno i valori rilevati questa mattina.
PO43-: Bassi. (Ma apro in chimica "come leggere i valori dei Fosfati", non so bene se li so leggere :-? ).
Chiarito, di poco sopra a 2. Comunque si stanno abbassando rispetto a prima. :-bd
Tds: 603 questa mattina prima e dopo aver dato solo rinverdente 1 ml. e ferro 1 ml. è rimasta invariata, poi .... (Stasera 610).
NO3-: 10
NO2-: 0
GH: 15-16 Reagente
KH: 8-9 Reagente
pH: 7.3 Test
Cl: 0
Temperatura tra 24-25

Ciao e grazie.
Ultima modifica di Forcellone il 07/01/2015, 15:02, modificato 1 volta in totale.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Rox » 07/01/2015, 10:57

Forcellone ha scritto:forse erano già segnate da tempo, ma comunque stanno crescendo bene ultimamente
Le foglie rovinate non si recuperano più.
Qualunque intervento tu faccia, le differenze le vedi su quelle nuove, che crescono da lì in poi.

Gli Echinodorus hanno un lungo periodo di adattamento.
Da quanto tempo stanno lì?
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1724
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Forcellone » 07/01/2015, 15:00

Ok, per le foglie rovinate delle nuove piantine avventizie dei microsorum, si dovrà vedere in seguito se le nuove che nasceranno continuano con questo problema.

Per i vari Echinodorus, sono in vasca indicativamente da Luglio/Agosto, poi le ho spostate tutte in una zona a DX ammucchiandole, da circa due mesi.
Le foglie grandi che aveva si sono rovinate e le ho tolte, le nuove che nascono sono molto più piccole tipo il microsorum, una bella differenza di misure.
Per capire ti posso postare delle foto "di all'ora" con foglie giganti e le attuali molto piccole, le cerco e le posto come posso.

Trovate e visto che ci sono ti faccio una evoluzione, [cavolo, vedendolo tutti giorni non ci si rende conto, ma come è cambiato in poco tempo ...grazie a voi ^:)^ ... magari non sarà il massimo e non so se il tutto è in salute, ma è cresciuto di sicuro anche se sono piante lente].
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1724
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Forcellone » 13/01/2015, 19:30

Aggiorno.
Ieri 12/01/2015 ho fatto i soliti controlli tutto nella norma, la conducibilità non è scesa è fissa a 601, prima era 603.

Per cui non ho inserito il Potassio e Il Magnesio, ho inserito solo rinverdente 1.5 ml. e ferro 1.5 ml.

La conducibilità ieri sera e ora è rimasta invariata 601.

Ho messo delle foglie di quercia per copiare alcuni del forum :)) ... in realtà voglio inserire gli acidi umici e tannini, sperando aiutino a sbloccare qualcosa. :-?

Ma se inserisco un pochino di stick per dare un pochino di azoto per far crescere? Pensavo al lato Dx che è il più fermo. NO3- sempre a 10. Ho solo un pesce "American".

Come sempre 1.000 grazie.

PS. ora con le luci sono arrivato a 8 ore. Pensavo di fermarmi a 9 o 10 ore, non so. :-?
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17465
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di cuttlebone » 13/01/2015, 19:57

Che le foglie da sole possano sbloccare qualcosa, mi sembra difficile se non per il loro effetto acidificante che facilita l'assorbimento dei nutrienti da parte delle piante e, nel tempo, aumentando l'azoto con la loro lenta decomposizione.
Se la conducibilità non scende, mi sa che bisogna cercarne la causa altrove ;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1724
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Forcellone » 14/01/2015, 9:10

[Purtroppo per mia natura sono un tipo che voglio capire le cose e in questo settore sono portato a fare il paragone con le piante terrestri che di norma conosco molto bene].

Visto il tipo di piante e la situazione in vasca mi sembra che dopo tutto vada bene, c'è una bella differenza in poco tempo, la vasca è stata anche maltrattata.

Solo le Echinodorus non vedo benissimo e la conducibilità che non scende fa pensare ad un blocco nel consumo di potassio.

Se la cosa la potessi gestire senza pensare al pesce ed al filtro mi aiuterei con vari prodotti, azoto e stimolanti vari e se serve agendo sulla temperatura.
Ho la sensazione ad occhio che per l'Echinodorus manchi l'azoto, anche perché in vasca c'è tutto il resto.

(Se proprio devo dirla tutta so anche che se l'Echinodorus crescono bene arriveranno i problemi.. visto le misure che possono avere nelle mia vasca di 80 lt. non è il caso).

Avevo anche in mente di fare un certo lavoretto in primavera, tiro via l'echinodorus e le metto in un secchio fuori con il pesce e della Egeria, tipo pound.
In vasca infilo altre piante, erbette e muschio, poi i "gamberetti" e gli endler..... e non so cosa latro potrei fare.

Mi serve un confronto ed un parere da voi esperti. Rischio provando con l'azoto?. E' il caso di provare o aspettare la primavera e via????
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17465
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di cuttlebone » 14/01/2015, 9:26

Mah, "provare con l'Azoto" non è poi così radicale come scelta ;)
Se ottieni i risultati sperati, bene, altrimenti sospendi ;)
Io lo sto facendo da un po' (insieme al Fosforo) come esperimento perché ero molto carente di Nitrati ma non ho ancora chiaro il suo effetto nella mia vasca...
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1724
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Forcellone » 14/01/2015, 9:56

Infatti, ho capito che non ci sono regole certe, è solo che se sbagli prodotto, o peggio si sbagliano le dosi .. (faccio la cavolata come in passato che ho inserito la dose del Fosforo di tutto l'acquario di Genova.. in 80 litri. :)) )

Oggi, se non ho smentite inserisco un pezzettino di stick con + % di Azoto (per piante verdi) sotto una Echinodorus e vedo in seguito se ci sono dei risultati. :-h
Non penso che sia molto rischioso.

Grazie come sempre per la disponibilità.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17465
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di cuttlebone » 14/01/2015, 11:46

Interrato no. I problemi, nel caso, potresti averli se lo usassi in colonna ;) o con un fondo molto permeabile.
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione.

Messaggio di Rox » 14/01/2015, 13:02

Forcellone ha scritto:sono portato a fare il paragone con le piante terrestri
Ma da un cipresso... non ti aspetti che arrivi a 20 metri in una notte.
Con le piante acquatiche, invece, ho la sensazione che tu abbia questa pretesa.

Altrimenti, che senso avrebbe misurare la conducibilità... tra la sera e la mattina dopo?
E' risaputo che le piante non assorbono nulla, durante la notte.

L'Echinodorus si nutre addirittura dalle radici.
Bisogna aspettare che i nutrienti filtrino nel terreno, prima che possa arrivarci.
Devi dargli un po' di tempo, a quelle piante.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Morris72, woods77 e 7 ospiti