Invasione di filamentose: ripartire da zero con la fertilizz

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5616
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di Artic1 » 31/05/2016, 3:35

MauroS ha scritto:ma in questo caso credo si tratti di carenza di fosforo
Ciao Mauro,
hai una evidente carenza di Fosforo. E' un macronutriente e non dovrebbe mai essere a zero, Cerca di portarlo a 2 mg/l. Per fare i dosaggi corretti usa il nostro "Calcolatore dei fertilizzanti" lo trovi a destra nella colonna con i "Tools AF".
Mi raccomando leggi l'introduzione del calcolatore!!!

La tua vasca è molto bella, mi piace.
Vediamo di far sparire le filamentose. Purtroppo hai appena iniziato ora (da tre settimane senza cambi) ad accumulare gli allelopatici per contrastare le alghe ed a far davvero sviluppare la tua flora batterica del filtro. Usavi altri prodotti prima? Tipo "Excel" o simili?

Il test del ferro lo puoi chiudere nell'armadietto e scordartelo. Il ferro chelato non è praticamente rilevabile dai testa. Puoi davvero dimenticarti il test.
Di potassio, visto il tuo valore, direi che sei sul basso andante, io integrerei anche lui. Poi cerca di seguire il suo andamento con il conduttivimetro, almeno ti liberi anche del test del potassio e guardando il GH ed il KH anche di quello del magnesio :D . Dai un occhio qui:
Utilizzo del conduttivimetro in acquario ;)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
MauroS
star3
Messaggi: 183
Iscritto il: 15/10/15, 9:29

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di MauroS » 31/05/2016, 10:53

Ciao Artic,
Ti ringrazio per il complimento.
Spero di completarla con un pratino di lilaeopsis brasiliensis.
Il muschio (red flame moss) é stato il primo ad essere avvolto dalle filamentose e da lì non riesco a rimuoverle; speriamo ce la faccia!
Ho cominciato ad aggiungere il PO43- e per ora l'ho portato a 0,3 mg/l.
Considerato che il fotoperiodo é di 4.5 h,
Aggiungo i restanti 1.7 mg/l in un botto o devo arrivare a 2 progressivamente?
In questo acquario non ho mai usato il protocollo seachem.
Lo usavo nella vasca precedente, poi ho trovato questo forum e ho deciso di cominciare a capire come funziona un acquario; in concomitanza col cambio vasca, ho abbandonato il protocollo commerciale.
In questa vasca ho impiegato da sempre gli elementi del pmdd ad eccezione del ferro.
Inizialmente ho usato il gluconato (preparato da me che già avevo) ma da un po' di tempo impiego l'S5.
Sul foglietto di istruzioni del test del potassio della jbl ho letto che valori superiori ai 20 mg/l favoriscono le filamentose; ti risulta?
Fino a che valore di K posso spingermi?
Ho il conduttivimetro da qualche mese.
Non sono mai riuscito ad usarlo correttamente perché a causa dei rilasci del Manado registrati fino a tre settimane fa, le letture erano 'drogate' dagli incrementi del calcio.
Adesso spero di poter usare per bene anche questa tecnica!
La vita è l'infanzia della nostra immortalità.

Johann Wolfgang Von Goethe

Avatar utente
MauroS
star3
Messaggi: 183
Iscritto il: 15/10/15, 9:29

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di MauroS » 31/05/2016, 11:05

Mi viene in mente che circa due mesi fa ho avuto un problema con i ciano batteri che, seguendo alla lettera le istruzioni trovate sul forum, ho risolto con l'acqua ossigenata.
Aggiungo questa informazione perché immagino che il tuo riferimento all'excel fosse mirato a comprendere se qualcosa potesse aver causato una moria di batteri nitrificanti (cosa che probabilmente é parzialmente avvenuta per quelli in vasca con l'acqua ossigenata, visto che il filtro era stato temporaneamente fermato).
La vita è l'infanzia della nostra immortalità.

Johann Wolfgang Von Goethe

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5616
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di Artic1 » 03/06/2016, 1:01

MauroS ha scritto:Aggiungo i restanti 1.7 mg/l in un botto o devo arrivare a 2 progressivamente?
Abbiamo esperienze di pazzi =)) =)) =)) che in vasche stabili son passati a 19 mg/l di PO43- in un solo dosaggio (per incidenti con la concimazione).
Quindi ti direi che se li porti a 2 mg/l in botto comunque non dovresti avere problemi in una vasca piantumata come la tua. ;)
Il discorso non vale per i nitrati che, se da alzare, invece van sempre dosati con notevole calma per evitare picchi di nitriti e conseguente morte per avvelenamento della fauna.
MauroS ha scritto:ai 20 mg/l favoriscono le filamentose; ti risulta?
di azoto in forma di nitrato? Sto a 50 mg/l senza CO2 e non ne ho neppure l'ombra :D
Per contro ne avevo in quantità abnorme anche tre mesi dopo l'avvio perché in vasca non concimavo ancora. :))
MauroS ha scritto:Fino a che valore di K posso spingermi?
Mi sembra che si parlasse di 30 mg/l ma non ricordo bene. Noi il potassio lo seguiamo con il conduttivimetro abbastanza agilmente evitando i test specifici.
Leggi qui:Utilizzo del conduttivimetro in acquario
e tieni conto che i principali elementi del PMDD che influenzano l'andamento del valore della conducibilità sono in ordine di rilevanza dal maggiore al minore: potassio, magnesio, rinverdente.
MauroS ha scritto:Inizialmente ho usato il gluconato (preparato da me che già avevo) ma da un po' di tempo impiego l'S5.
:-bd
MauroS ha scritto:Mi viene in mente che circa due mesi fa ho avuto un problema con i ciano batteri che, seguendo alla lettera le istruzioni trovate sul forum, ho risolto con l'acqua ossigenata.Aggiungo questa informazione perché immagino che il tuo riferimento all'excel fosse mirato a comprendere se qualcosa potesse aver causato una moria di batteri nitrificanti (cosa che probabilmente é parzialmente avvenuta per quelli in vasca con l'acqua ossigenata, visto che il filtro era stato temporaneamente fermato).
Hai azzeccato anche questa osservazione! :-bd
Sei molto preparato! :)
Se hai lottato con i cianobatteri è probabile che anche il filtro ne abbia risentito, quindi ti direi che è normale ritrovarsi con le filamentose, come se fossi ad un primo avvio.
Per difendere le piante più deboli puoi levare le filamentose con uno stecchino o con le pinze da acquario. Tale operazione è sconsigliata perché rischia di favorire lo sviluppo dei cianobatteri che tu hai già dovuto affrontare, ma se ti limiti alla sola difesa delle piante e non alla pulizia completa della vasca non avrai problemi. Te lo garantisco io che per tre mesi ho lottato con le filamentose in vasca sul muschio. x_x
Io i cianobatteri in vasca li ho ma credo di avere una specie di quelle poco aggressive perché si limitano a stare nelle zone coperte dal fondo. Ho provato a porre volontariamente il loro feltro sulle piante ed a metterlo nella spugna del filtro(illuminata perché ho il filtro aperto). Sono morti in ambo i casi :)
Questi utenti hanno ringraziato Artic1 per il messaggio:
MauroS (03/06/2016, 12:37)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
MauroS
star3
Messaggi: 183
Iscritto il: 15/10/15, 9:29

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di MauroS » 03/06/2016, 12:37

Grazie Artic,
Passo immediatamente ai 2mg/l di PO43-.
Ho letto l'articolo sull'uso del conduttivi metro; tutto chiaro in teoria.
Risolto il problema del manado e delle alghe cercherò di usarlo meglio e di eliminare alcuni test.
Ti aggiorno sugli sviluppi delle simpatiche filamentose. \:D/
La vita è l'infanzia della nostra immortalità.

Johann Wolfgang Von Goethe

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5616
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di Artic1 » 03/06/2016, 14:25

MauroS ha scritto:Passo immediatamente ai 2mg/l di PO43-.
Aggiornaci se vedi che dopo l'aggiunta del fosforo le piante spingono alla grande. ;)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5616
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di Artic1 » 03/06/2016, 14:29

Ah... Mauro... metti una foto aggiornata della vasca così vediamo se le filamentose rallentano o se sei nel pieno del loro sviluppo. :)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
MauroS
star3
Messaggi: 183
Iscritto il: 15/10/15, 9:29

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di MauroS » 03/06/2016, 14:45

OK Artic!
Questa sera faccio il doping di fosforo alla vasca.
Domani porto il fotoperiodo da 4,5 a 5 ore,faccio qualche foto e la posto.
Grazie!
La vita è l'infanzia della nostra immortalità.

Johann Wolfgang Von Goethe

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5616
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di Artic1 » 03/06/2016, 15:00

:-bd
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
MauroS
star3
Messaggi: 183
Iscritto il: 15/10/15, 9:29

Re: Invasione di filamentose: ripartire da zero con la ferti

Messaggio di MauroS » 04/06/2016, 18:11

Eccomi.
A questo punto sono basso di nitrati.
Introdotti 2mg/l di PO43- dovrei avere almeno 20 mg/l di NO3-.
Aggiungo KNO3 o Cifo Azoto?
Il primo aggiunge principalmente potassio, il secondo quella parte di ammonio di cui le alghe vanno ghiotte.
Che faccio?
Intanto mi sembra che mayaca è miryo abbiano cominciato a spingere.
Addirittura la mayaca fa ombra alla ludwigia.
Posso potare la parte che corre parallela alla superficie dell'acqua?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
La vita è l'infanzia della nostra immortalità.

Johann Wolfgang Von Goethe

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti