Manganese e rame, meglio non chelati?

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Marol
Ex-moderatore
Messaggi: 1642
Iscritto il: 28/02/15, 9:08

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di Marol » 23/12/2015, 13:11

l'accumulo di chelanti dipenderà più dal ferro che dal resto dei micro in quanto è quello si dosa per la maggiore...
in ogni caso quindi, se il rame si libera automaticamente, verrà legato velocemente dai chelanti " liberi " presenti in vasca quindi non farebbe poi molta differenza somministrare solfato o chelato direttametne...
tranne che per il punto 3 di Artic riguardo i crostacei, sebbene sia ben difficile andare in carenza di rame nei caridinai...

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10205
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di lucazio00 » 23/12/2015, 20:15

Beh visto che adesso il rinverdente ha tutti i metalli chelati... :-?
quasi quasi li chelo anche io...
► Mostra testo
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di Rox » 25/12/2015, 2:54

Io uso oligoelementi chelati... perché in commercio li trovo così.
Quando uso il "trucco del chiodo", non mi preoccupo certo se non è chelato.

La natura è andata avanti per centinaia di milioni di anni, prima che inventassero l'EDTA e l'EDDHA. ;)
Voglio ricordare che sono artificiali.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di RiccardoMazzei » 25/12/2015, 6:45

È vero Rox, ma il problema sono i nostri obiettivi estetici, di convivenza forzata, e la nostra scarsa pazienza :)

Magari nei nostri acquari, in parecchi anni (ma non milioni, credo in realtà ci vorrebbe pochissimo tempo se si impartisse una certa pressione evolutiva, come scarsità di cibo, competizione elevata...) si evolverebbero batteri che si magnano i chelanti commerciali :)

Per tornare al topic, quel chelante nuovo, HBED, avrebbe scarsa affinità con il rame, quindi non favorirebbe scarsa disponibilità di rame.

Inviato con la benevola approvazione del mio HAL9000
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di Rox » 25/12/2015, 20:29

RiccardoMazzei ha scritto:il problema sono i nostri obiettivi estetici
Estetici?... :-?
Va bene, ti seguo su questa strada. :-bd

Anni fa, in un forum che non esiste più, pubblicai la foto di questa Alternanthera:

Immagine

Due utenti di quel forum mi dissero che era, secondo loro, la più bella di tutta la rete.
D'accordo, d'accordo... :-bd E' ovviamente una cazzata, un'esagerazione... glielo dissi anch'io.
Tuttavia, dobbiamo riconoscere che non è niente male, considerando che due mesi prima era una talea appena ripiantata:

Immagine

A quell'epoca non usavo il Cifo con EDDHA, il ferro veniva da una vite arrugginita che sta ancora lì sotto.
Quell'Alternanthera ha subito innumerevoli potature, in tutti questi anni.
Oggi vive da un anno senza CO2, e non se la passa tanto male:
Alternanthera_senza_CO<sub>2</sub>.JPG
Da qui, la mia riflessione...
Visto che quella specie è da sempre un simbolo, nella richiesta di ferro, tanto da esserne citata come esempio, come fa a sopravvivere con quella vite arrugginita, che nessuno ha mai chelato? :-?

Secondo me, i chelanti servono solo nell'immediato, nei primi tempi.
Ad acquario stabilizzato, quello che conta è che i nutrienti ci siano; poi, come diceva Ian Malcolm: - La natura trova sempre il modo... ;)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di RiccardoMazzei » 25/12/2015, 21:06

Sì, interessante.
Io parlavo di fretta, come tu parlavi di acquari non stabilizzati. La natura trova il modo, ma non è mica detto che debba essere un bel modo (secondo i nostri canoni), l'obiettivo è la sopravvivenza. Poi però sorprende sempre come la bellezza naturale, che corrisponde al massimo rigoglio, sia scritta nei nostri geni, e ne siamo attratti. D'altronde, che i vivi amino la vita degli altri (che magari sono cibo :) ) non stupisce! Altro che ammirare il creato! È la panza che comanda :)
Scusate la divagazione... :D


Inviato con la benevola approvazione del mio HAL9000
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5548
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di Artic1 » 28/12/2015, 15:21

Rox ha scritto:Secondo me, i chelanti servono solo nell'immediato, nei primi tempi.Ad acquario stabilizzato, quello che conta è che i nutrienti ci siano; poi, come diceva Ian Malcolm: - La natura trova sempre il modo...
Qui nessuno metteva in dubbio la cosa! :-bd
Semplicemente per un uso generico, potendo, meglio averli chelati. Poi se sai già cosa terrai in vasca (niente crostacei) e sai già gestire bene un acquario... Chissene. Chelati o meno funzionano comunque, addirittura i non chelati son più veloci da assorbire, anche se alcuni metalli tendono a precipitare, concordo che prima o dopo alla pianta ci arrivano. :)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10205
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Manganese e rame, meglio non chelati?

Messaggio di lucazio00 » 05/05/2016, 18:17

Ho fatto una miscela di microelementi tutti non chelati:
solfato di zinco: zinco 6 grammi/l
solfato di rame: rame 0,3 grammi/l
solfato di manganese: manganese 1 grammo/l
acido borico: boro 6 grammi/ litro

Adesso il pH sta a 7,2, ho dosato in 200 litri 10 ml di questo intruglio e per pochissimi minuti si è formata una tenue nebbiolina biancastra svanita in brevissimo tempo.

Il ferro come vedete non c'è perchè lo doso tutto a parte per due motivi:
-la carenza di ferro è molto facile da riconoscere
-volevo evitare eventuali interferenze tra ferro chelato ed oligoelementi non chelati, che possono causare precipitazioni
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 5 ospiti