Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
zetinok
star3
Messaggi: 87
Iscritto il: 16/09/14, 2:37

Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di zetinok » 14/11/2014, 1:53

Ciao ragazzi mi presento sono Antonio felice possessore di un acquario di acqua dolce da 300litri.
Le caratteristiche del mio acquario sono:
Illuminazione 300w a LED 10 ore al giorno
Erogazione CO2 costante 30ppm
Conducibilità 400ms
pH 6,7
GH 8
KH 7
NO3- 0
PO43- 0,5

Fertilizzazione micro e macro tramite pmdd personalizzato.

Piante presenti:
Alternanthera reineckii rosa
Aponogeton ulvaceus
micranthemum umbrosum
Rotala rotundifolia
Rotala macrandra
staurogyne repens
Ludwigia repens
Limnophila aromatica
Bacopa australis

Fauna presente:
Meeki 4
Rasbora 14
Barbus Tetrazona Green 10

Detto questo arrivo subito al dunque. Dato che ho una foresta in Acquario Ho sempre una forte carenza di azoto.come posso risolvere senza alzare troppo la conducibilità??
Inizialmente ho provveduto ad integrare con il nitrato di potassio ma il problema è stato che il potassio in eccesso non veniva assimilato alzando drasticamente la conducibilità con tutte le conseguenze del caso.
Un paio di giorni fa mi sono imbattuto in un articolo della wastald che, dopo aver effettuato vari test ed esperimenti, ha affermato che le piante acquatiche preferiscono assimilare l azoto sotto forma di ammonio piuttosto che di nitriti o nitrati.
Come sappiamo ammoniaca è tossica per i pesci se si va su un pH basico ossia maggiore di 7, ma nel caso ci mantenessimo sempre e costantemente al disotto di questo valore di pH l ammoniaca prenderebbe la forma di sale di ammonio, sicuramente meno tossico dell ammoniaca. Il punto è che l ammonio in acquario è sempre presente!! Altrimenti non avremmo il ciclo del azoto che trasforma l ammonio in nitriti e nitrato che a loro volta vengono assimilati dalle piante con uno sforzo notevole, perché queste ultime devono spendere energie per riconvertirli in ammonio. Dunque!!!!
Se integrassi l azoto sotto forma di ammonio mantenendomi a concentrazioni basse ed 1-2mg/l pensate possa essere una buona soluzione per colmare questa maledetta carenza??
Considerate che in tre giorni il mio acquario ha consumato e consuma tutt ora 75mg/l di NO3- !!
Con dosi di ammoniaca che in una soluzione acida( ossia dentro l acquario) diventa ammonio oppure con il sangue di bue( azoto ureico) riuscirei secondi voi a risolvere questo problema ?

Ah! Dimenticavo sempre la wastald ha documentato che l ammonio viene assimilato dalle piante in meno di 4 ore, dunque si potrebbero fare piccole dosi da somministrare giornalmente in modo da mantenere un livello di azoto accettabile senza alzare la conducibilità.. Spero il mio discorso sia stato chiaro, aspetto i vostri commenti, io intanto ho già iniziato la sperimentazione( non mi uccidete per questo hehehe :D )

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10205
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di lucazio00 » 14/11/2014, 11:03

Se dovessi scegliere tra ammoniaca e sangue di bue, sceglierei la prima perchè oltre all'ammoniaca c'è solo...ammoniaca! Il sangue di bue contiene un sacco di altra roba che decomponendosi ti riduce l'ossigeno, ti va anche a modificare anche la flora batterica, poi ti colora l'acqua di rosso...sangue! :ymdevil:

Invece l'ammoniaca per essere tossica a quel pH ce ne vuole e poi sei ben armato di piante. Se la tieni ad 1 mg/L non crei danni ai pesci, considera che di ammoniaca ne abbiamo tracce nel nostro sangue! Solo che va nel fegato per essere convertita ad urea, che fa nei reni e quindi nelle urine! :-bd

Ovviamente non va bene quella col profumo aggiunto!
In ferramenta c'è quella concentrata!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di gibogi » 14/11/2014, 11:13

Sposto l'argomento in chimica, la sezione più adatta.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Simo63
Ex-moderatore
Messaggi: 3188
Iscritto il: 21/10/13, 0:06

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di Simo63 » 14/11/2014, 11:22

Zetinok, per me darti delle risposte risulta difficile senza sapere quale protocollo di fertilizzazione tu stia seguendo, non sempre prendere flaconi da giardinaggio risolve i problemi, anzi spesso può causare problemi con gli altri elementi del protocollo.
Mi sembra di capire che tu abbia fatto delle variazioni, non so per quanto tempo tu abbia insistito, ma le piante hanno bisogno di tempo per adattarsi ad una nuova fertilizzazione, non parlo di giorni.
Detto questo prima di tutto avrei provato ad aggiungere carico organico, mi sembra di capire che tu possa permetterti di aggiungere ancora qualcosa in termini di pesci.
Ancora potresti ad esempio aiutarti con mangimi più pesanti dal punto di vista degli inquinanti, usando quelli a base di cereali che aiutano un po' con fosforo e azoto.
Immagine
"It's more fun to be a pirate than to join the navy "
"E' più divertente essere pirati che essere nella Marina"
Jobs 1983

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17412
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di cuttlebone » 14/11/2014, 11:36

Il popolo ammoniacale cresce....;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di Rox » 14/11/2014, 11:57

Antonio, non ho ben capito se usi un PMDD trovato in giro, oppure ideato da te, oppure quello pubblicato sul nostro portale... ma visto che citi il nitrato di potassio, devo supporre che sia il nostro, perché quelli che vedo in giro consigliano quasi sempre il solfato.

La prima cosa da dire, quindi, riguarda proprio questa tua frase:
  • zetinok ha scritto: ho provveduto ad integrare con il nitrato di potassio ma il problema è stato che il potassio in eccesso non veniva assimilato
Esatto! :-bd
Ho letto su diversi forum, anche all'estero, di gente usa quel sale per fornire azoto, facendosi fregare dal nome nitrato di potassio.

In realtà, tu sei l'ennesima dimostrazione che i nitrati si riducono, anche se la cosa può sembrare assurda.
In fondo all'articolo sul PMDD c'è un'appendice, con una dimostrazione grafica di tale fenomeno.
zetinok ha scritto:Come sappiamo ammoniaca è tossica per i pesci se si va su un pH basico ossia maggiore di 7
Troppo generico...
Per quanto riguarda la conversione ammonio/ammoniaca, è verissimo che dipende dal pH, ma la Natura ha provveduto anche a questo.
La tollerabilità di un pesce non è la stessa, tra il ramirezi e lo Mbuna, proprio perché si sono evoluti in condizioni opposte.

Nel lago Malawi, a pH 8, le specie presenti tollerano l'ammoniaca piuttosto bene, a concentrazioni che sarebbero impossibili per una palude a pH 5, formata dall'Orinoco.

E' uno dei tanti motivi per cui consigliamo ai principianti di copiare gli abbinamenti naturali.
Nell'articolo sul ciclo dell'azoto, troverai una tabella ed un istogramma, sull'argomento.

Infine, i consigli sulla fertilizzazione che diamo in questo forum sono legati alle esigenze dell'acquario, non ad un foglietto di istruzioni; pertanto, abbiamo parecchi utenti con le piante che vanno a missile.
Questo porta spesso a carenze di nitrati e fosfati, proprio come succede a te.

In passato ci siamo arrangiati con i bastoncini NPK, per introdurli artificialmente; ma proprio in questi giorni, un paio di nostri utenti stanno sperimentando prodotti liquidi.

Non posso dirti di più perché gli esperimenti sono tutt'ora in corso, ma i flaconi in questione sono della Cifo, costano 7-8 Euro ciascuno e si chiamano semplicemente "Azoto" e "Fosforo".
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
zetinok
star3
Messaggi: 87
Iscritto il: 16/09/14, 2:37

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di zetinok » 14/11/2014, 16:27

Si uso il pmdd del forum ma l ho adattato alle esigenze del mio acquario inserendo a giorni alterni nitrato di potassio magnesio ferro fosforo e micro elementi, ma il problema dei nitrati è davvero difficile da risolvere.
Ho letto di Cifo fosforo e potassio soprattutto la composizione ed ho trovato prodotti agricoli molto concentrati che eguagliano il cifo: es. 30% anidride fosforica e 20% potassio in un unica soluzione da un litro 8€.

Anche se non si direbbe non mi va di esagerare con prodotti chimici e per questo faccio i dovuti calcoli per mettere piccole dosi costantemente e monitoro sempre la conducibilità.
Quando inserivo il nitrato di potassio purtroppo tempo un mese passavo da 400ms a 800ms questo perché sicuramente, richiedendo azoto che scarseggia, le piante nn hanno assorbito nulla di tutto il resto. Adesso invece sto provando sia con il sangue di bue che con l ammoniaca in dosi di 10ml per il sangue di bue( che da quello che ho visto non colora l acqua) e 6ml per ammoniaca a settimana. Vedo cosa succede e con piacere vi farò sapere. Anche se sembra assurdo però penso sia una starda da esplorare per integrare l azoto, risparmiando pure dato che l ammoniaca costa poco meno di 1€ È il sangue di bue 4€ 1lt hehehe

L unico mio dubbio è dovuto al fatto che l ammonio è un nutriente prelibato per tutti, piante alghe e batteri compresi, quindi se c'è uno sbilanciamento di micro o macro a sfavore delle piante andrà immediatamente a beneficio di alghe e batteri, più che altro è questo che mi preoccupa, oltre al fatto di non sapere chi arriva per primo all ammonio piante( in forma) alghe o batteri.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di Rox » 14/11/2014, 17:25

Prima di risponderti, devo fare una precisazione per chi non si occupa di giardinaggio.

Con il nome "Sangue di Bue", si indicano flaconi di fertilizzanti di parecchie marche, reperibili nei garden-center e anche nei supermercati.

Faccio un esempio:

Immagine

Chiedo scusa a chi lo sapeva già, ma non vorrei che qualcuno si rivolgesse al macellaio. ;)
zetinok ha scritto:l ammonio è un nutriente prelibato per tutti, piante alghe e batteri compresi
Certo, ma se l'acquario è avviato da un po', limitando i cambi d'acqua al minimo indispensabile, si ottiene una prevalenza netta delle piante.
Se loro stanno bene, per le alghe non c'è speranza.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 9174
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di GiuseppeA » 14/11/2014, 17:32

Rox ha scritto: ma non vorrei che qualcuno si rivolgesse al macellaio.
Io avevo già telefonato a mio nonno in cascina per chiedere se quando macellava me lo teneva =)) =)) =)) =))
Ed ero pronto per venderlo nel mercatino =)) =)) =)) =))

Scusate l'intrusione
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10205
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Pmdd Integrare azoto con ammoniaca e/o sangue di bue

Messaggio di lucazio00 » 15/11/2014, 11:45

Rox ha scritto:Chiedo scusa a chi lo sapeva già, ma non vorrei che qualcuno si rivolgesse al macellaio. ;)
Neanche io l'avrei fatto! :D
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: trono e 6 ospiti