Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
yevhaud
star3
Messaggi: 79
Iscritto il: 15/11/15, 0:01

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di yevhaud » 11/02/2016, 1:09

Ciao,ho lasciato passare un po per vedere come andava ed ora rieccomi....
Artic1 ha scritto:yevhaud ha scritto:volevo fare un piccolo reset e ripartire con la fertilizzazionePerché mai? Sappiamo cosa ti manca, l'azotoooooo
Sicuramente mancava, ora dopo aver inserito complessivamente circa un ml di cifo azoto drei che c'è infatti i test ne rileva circa 25mg-l solo nella forma NO3-.
e questa è l'unica certezza che ho perché il resto è un disastro :((
da dove iniziare...
provo a postare un po di foto per rendere l'idea
recente.jpg
Da dove inizio...
alghe, sulle piante come non ne ho mai viste...non voglio togliere nulla al p.m.d.d. ma sicuramente io sto facendo qualche errore...il problema è capire quale....il primo rammarico è che nelle vasche che non curo e praticamente non fertilizzo dove tengo solo poche specie di piante non molto esigent riesco ad avere questi risultati..
limno.jpg
Ci credete se vi dico che neanche un mese fa erano 10 steli stentati tolti da un'altra vasca e che ho sempre potato quasi a caso senza particolare cura? ...ma è vero che ogni vasca è una storia a se...
Ora dalle foto inserite prima potete vedere le Alternanthera lilacina completamente in blocco e coprte da alghe, così come pure i myrio(ma non dovevano produrre allelochimici??ovviamente è una provocazione, so bene che lo fanno solo se stanno in salute).
Storia a parte per le ludwigia, 3 stanno bene, 1 è addirittura"esplosa"ma per tutte le foglie più basse risultano infestate da alghe...
altre tre, quelle della foto sono state spostate in un'altra zona della vasca, meno illuminata ma comunque sotto una CFL da 20w e dove arriva la luce dei neon...eppure gli apici hanno perso tutte le foglie..la cosa mi è sembrata inspiegabile tanto da pensare ad un'influenza negativa della ninphea lotus che è molto vicina...vi risultano casi di allelopatia??
In ultimo la bacopa ha perso tutte le foglie basse( carenza dik??).....
La conducibilità è scesa di poco , il potassio dovrebbe esserci..eppure....
I test dicono
GH 5 KH 3scarso (ho quindi rabboccato la quantità evaporata con h20 a GH 16 KH 12, circa 5l)
NO3- 25
PO43- 1.8
sospettando carenza di micro ho introdotto 5ml ieri, e oggi ho già gda sui vetri... non tocco il filtro da una vita... l'unica cosa è che ho finito la CO2 qualche giorno fa, ma la vasca è rimasta senza solo per qualche ora...ho foderato il coperchio con alluminio, e nel ricablare il ballast dei neon è andato per cui da 2 giorni sono "solo" con 2 CFL da 20w e 1 da 30....ma non credo che la cosa abbia avuto qualche rilevanza su quanto scritto sopra...non so più che pesci pigliare... =))
Nei giorni scorsi è uscito un articolo sul fatto che dal pozzo dove prelevano l'acqua per questa parte di città le analisi evidenzierebbero da sempre un eccesso di manganese e ferro ...mah ~x(
che fare?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme teoria e pratica, niente funziona e nessuno sa perché! "
Albert Einstein

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5585
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di Artic1 » 11/02/2016, 1:59

:-? :-? :-?
La situazione è davvero disastrata...
I sintomi sembrano gravi carenze di potassio...
Siamo sicuri che non hai del sodio in vasca? Conducibilità alta fissa, molte piante con foglie vecchie brutte. Il PMDD lo segui tutto ed hai integrato l'azoto...

Che sia realmente un eccesso di Manganese :-? :-? :-?
Io so per certo che sulle piante terrestri l'assorbimento del potassio è in contrasto con quello del magnesio e viceversa. Se si ha troppo potassio, questo eccesso impedisce l'assorbimento del magnesio e succede il contrario se in eccesso si va con il magnesio.
Possibile che la tua vasca sia realmente in eccesso di manganese e che i suoi sintomi siano quelli da carenza di potassio????? :-?
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5585
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di Artic1 » 11/02/2016, 2:44

Rileggendo mi viene un dubbio... dal 25 di Gennaio... non hai più messo il potassio?
I test che hai citato non danno alcuna informazione sul potassio, l'unica a fornirla sarebbe la conducibilità ma avendo inserito litri di acqua del rubinetto con un po' di sali vari ti sarà salita anche quella ora...
Per la concimazione con il Potassio devi seguire le conducibilità, è il valore più semplice da seguire ora che hai il conduttimetro.

Cerco di fare una sintesi per venire a capo di tutto: Sia chiaro, non è per polemica, sto cercando di capire esattamente come te :)
Il primo periodo avevi l'azoto, poi le piante te lo hanno finito e sei andato in carenza al punto di doverlo integrare.
Da 50 mg/l (il 08/01) di NO3- passi a 10 mg/l (il 24/01)... quindi siamo chiaramente in carenza di un macronutriente, l'azoto. Anche se potrei suppore che il primo stress con il quale abbiamo avuto a che fare fosse la carenza di potassio, infatti l'azoto era alto ed è crollato solo dopo l'inserimento del potassio stesso. Giusto?
Analizzando altri dati successivi deduco che, secondo me, sei andato anche in grave carenza di potassio, visto che eri a 640 uS il 19/01 e il 25/01 eri a 510... Un GAP del genere o lo hanno originato le piante o un fondo allofano, che ti avrebbe anche abbassato il GH.
Contando poi che partivi da acque aventi 350 e 550... Direi che di potassio ne è rimasto quasi nulla.

Altra cosa che rileggendo tutto mi sembra rilevante è il numero di spostamenti di piante che compi in vasca... Quando sposti una pianta le causi non poco stress e spostarle da una vasca all'altra quando sono già debilitate... non è quasi mai un'azione vincente...
Ripeto, non è una critica, sto cercando di valutare insieme a te. Probabilmente nelle vasche con piante lente hai successo perché intervieni molto meno di quanto tu faccia in questa... :-?

A me sembra che ti serva un metodo che ti incateni un po'. Hai fatto troppe sperimentazioni e seguito andamenti troppo oscillanti nella concimazione e le piante necessitano di continuità (molto più delle alghe).
Ricomincia con il protocollo PMDD completo, inserendo dei pezzi di stick sotto le piante che assorbono prevalentemente da radice e riconcimando con l'obiettivo di concimare settimanalmente per conservare gli NO3- ed il PO43- a dei valori buoni. Aggiungi, sempre settimanalmente, una valutazione con il conduttimetro per verificare se serve concimare con il potassio ed il controllo del GH per capire quando serve il magnesio.
Per il Ferro usi l'arrossamento bisettimanale e per il rinverdente usi la tecnica che già conosci delle alghe sul vetro.

Procedendo in questo modo è possibile che tu riesca, con il tempo ad imparare a leggere le tue piante ed essere meno schiavo dei test ;) ma ora mi sembra che per te possa essere meglio cercare di rimettere in moto un protocollo rigido che modificherai solo quando avrai maturato la conoscenza della tua vasca che nessuno di noi potrà mai insegnarti.
Che ne dici? :)
Questi utenti hanno ringraziato Artic1 per il messaggio:
yevhaud (11/02/2016, 10:19)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20418
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di Rox » 11/02/2016, 8:46

yevhaud ha scritto:non voglio togliere nulla al p.m.d.d. ma sicuramente io sto facendo qualche errore...
No... invece è proprio "colpa" del PMDD, se così si può dire.

Rileggendo le date del topic, tu hai cambiato protocollo un mese e mezzo fa; prima usavi i prodotti Seachem che comprendono un alghicida.
Adesso che usi il PMDD, l'Excel non viene più aggiunto; il suo effetto è progressivamente svanito, quindi l'acquario viene invaso dalle alghe come ti era stato previsto.

A questo, dobbiamo aggiungere che il pH 6.2 non facilita lo sviluppo di flora batterica, quindi ci vorrà del tempo prima che il sistema si stabilizzi.

Vedendo alcune foto, nelle pagine più indietro, sospetto anch'io una carenza di ferro, ma non è detto che manchi davvero.
Alcune tue piante sono ancora in fase di adattamento, dopo il cambio di protocollo, inoltre sappiamo bene che le Alternanthera reagiscono lentamente.
E' quindi possibile che abbiano avuto qualche ritardo, nel passaggio da Seachem a Cifo.
  • - Il ferro gluconato dura pochissimo, ma è immediatamente disponibile.
    - Il ferro chelato EDDHA è più difficile da assimilare, ma consente di somministrarlo in tempi lunghi.
Per fortuna, il Cifo è chelato solo per metà; questo ha consentito una transizione graduale tra un prodotto e l'altro.
Se fosse tutto ferro EDDHA, come per altre aziende, probabilmente le piante si sarebbero bloccate.

Sull'appassimento delle foglie basse, in condizioni normali si dà la colpa al potassio, ma nel tuo caso c'è stato un grosso cambio di condizioni: addirittura un nuovo protocollo.
La parte alta è cresciuta nel nuovo ambiente, quindi già adattata; per questo appare più rigogliosa.

Infine, una precisazione su ferro e manganese, che notoriamente sono antagonisti.
Sappiamo che uno dei due, quando va in eccesso, ostacola l'assimilazione dell'altro... E fin qui, lo trovi scritto dappertutto.
Quello che non si dice mai, invece, è che basta un piccolo eccesso di manganese per bloccare il ferro, mentre ci vuole un grosso eccesso di ferro per bloccare il manganese.

Quindi, non aver paura a dosare quel ferro, con il metodo dell'arrossamento.
Senza di lui, nessuna pianta produce allelochimici; probabilmente è per questo che il tuo Myriophyllum non funziona.
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio (totale 2):
Sini (11/02/2016, 8:59) • yevhaud (11/02/2016, 10:19)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
yevhaud
star3
Messaggi: 79
Iscritto il: 15/11/15, 0:01

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di yevhaud » 11/02/2016, 11:14

Questo è un'estratto dell'articolo che vi citavo, pare che il comune si stia attrezzando con nuovi filtri:
Dai dati che abbiamo esaminato – dice Nanni – è emerso che i risultati delle analisi effettuate il 5 ottobre scorso da Asm Pavia sull’acqua potabile in uscita dal pozzo di Borgo Ticino di Pavia indicano una concentrazione di manganese nell’acqua pari a 110 milligrammi per litro, quindi superiore di oltre il 100% rispetto alla soglia di legge quantificata in 50 milligrammi. Analoga situazione abbiamo riscontrato nel pozzo denominato “Libertà” ubicato nel quartiere centro storico di Pavia dove secondo le analisi di Asm la concentrazione di manganese nell’acqua è addirittura superiore, cioè pari a 128 milligrammi per litro».
Cattura.PNG
Purtroppo mancano i dati di sodio e potassio.....
Artic1 ha scritto:Che sia realmente un eccesso di Manganese Io so per certo che sulle piante terrestri l'assorbimento del potassio è in contrasto con quello del magnesio e viceversa. Se si ha troppo potassio, questo eccesso impedisce l'assorbimento del magnesio e succede il contrario se in eccesso si va con il magnesio.Possibile che la tua vasca sia realmente in eccesso di manganese e che i suoi sintomi siano quelli da carenza di potassio?????
Non stiamo confondendo il Manganese col Magnesio? ~x(
Rox ha scritto:Quello che non si dice mai, invece, è che basta un piccolo eccesso di manganese per bloccare il ferro, mentre ci vuole un grosso eccesso di ferro per bloccare il manganese.
Ora il punto è il manganese che ho in acqua può bloccare il ferro? Se si basta sovradosare per risolvere?

Non bisognerebbe eliminare il manganese?
Rox ha scritto:Quindi, non aver paura a dosare quel ferro, con il metodo dell'arrossamento.Senza di lui, nessuna pianta produce allelochimici; probabilmente è per questo che il tuo Myriophyllum non funziona.
C'ho pure il miryo ROTTO!! =)) :)) :D ;)
Rox comunque pH 6.2 è stata la lettura di un phmetro nuovo che si è rivelato inaffidabile, con i test a reagente sono sempre intorno ai 6.6-6.8...
Artic1 ha scritto:Rileggendo mi viene un dubbio... dal 25 di Gennaio... non hai più messo il potassio?
Si ma mai più di 5 ml a settimana...
Secondo me il problema potrebbe essere questo,
all'inizio avevo molto azoto, ho aggiunto potassio e le piante sono partite, ma erano in forte carenza e si sono ciucciate tutto..
poi ho aggiunto altro potassio che non Hanno assorbito per mancanza di azoto...
Quando alla fine ho aggiunto azoto il potassio è finito subito ( e forse anche i micro che però ho già reintrodotto)...
Cioè se c'è azoto il potassio viene assorbito ad una velocità pazzesca, il problema è fargli trovare contemporaneamente sia potassio che azoto nelle giuste quantità...che ne dite?

Ora sono tentatissimo di eliminare le Alternanthera lilacina che sono la mia "bestia nera"laciare solo le roseifolia e inserire dell'hygrophila che mi indica chiaramente le carenze di potassio, quando ci avrò capito qualcosa riproverò con le lilacina...

Forse Artic hai ragione,mi agito un po troppo, non è un caso se gli altri funzionano e non li tocco quasi mai!! x_x
Vorrei trovare un dosaggio settimanale da cui partire... mi sembra di aver capito questo
3goccie di PO43- a settimana per avere PO43- tra 1.8 e 2
5ml di rinverdente sono troppi passerò a 3ml
Cifo azoto 0,6-0,8 ml per avere NO3- a circa 25 mg/l
Il grosso dubbio è sul potassio(soluzione kno3), io per non sapere leggere ne scrivere abbonderei 20 ml
Il magnesio non l'ho ancora capito, non so se sia utle nel mio caso....

Ultima domanda ...aspettare a riaccendere i neon potrebbe essere utile?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme teoria e pratica, niente funziona e nessuno sa perché! "
Albert Einstein

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20418
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di Rox » 11/02/2016, 12:17

yevhaud ha scritto:Non bisognerebbe eliminare il manganese?
Tutto l'acquario è stato riempito con quell'acqua?
Se è così, è possibile che il manganese sia un po' troppo, quantomeno per alcune specie, soprattutto considerando che i fertilizzanti ne aggiungono dell'altro.

Comunque, quello che manca è soprattutto il tempo.
Le Ludwigia hanno già iniziato a rispondere, probabilmente lo faranno anche le Alternanthera.
Inoltre, il tuo fondo non dovrebbe farti aspettare molto, per l'insediamento della flora batterica.
yevhaud ha scritto: il problema è fargli trovare contemporaneamente sia potassio che azoto nelle giuste quantità...
E' anche per questo che preferisco i bastoncini, rispetto ai flaconi liquidi.
Quella risposta immediata rende tutto più complicato, meglio un rilascio graduale.

Comunque ridurrei il fotoperiodo, finché non riesci a stabilizzare tutto.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
yevhaud
star3
Messaggi: 79
Iscritto il: 15/11/15, 0:01

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di yevhaud » 11/02/2016, 19:57

Rox ha scritto:Tutto l'acquario è stato riempito con quell'acqua?
Bhè inizialmente si, poi per il problema del fondo che mi assorbiva carbonati o inserito altra acqua (del paesello) che è più dura.
Mi piacerebbe però integrare in futuro il KH con qualche sale (carbonato di potassio?)che però fatico a reperire, o con qualche metodo artigianale tipo guscio d'uovo(mi linkate qualcosa?), se dovessi scendere di GH andrei di magnesio...corretto?
Artic1 ha scritto:ma ora mi sembra che per te possa essere meglio cercare di rimettere in moto un protocollo rigido che modificherai solo quando avrai maturato la conoscenza della tua vasca che nessuno di noi potrà mai insegnarti.Che ne dici?
Ok, misurato la conducibilità 490
Inserisco 20 ml di Kno3
e 6ml di ferro
passata a 575...
Vediamo come cambia tra 7 giorni
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme teoria e pratica, niente funziona e nessuno sa perché! "
Albert Einstein

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5585
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di Artic1 » 12/02/2016, 0:27

yevhaud ha scritto:Non stiamo confondendo il Manganese col Magnesio?
No, ti parlavo nello specifico di un caso che conosco chiaramente (Magnesio e Potassio) e che era simile a quello che ipotizzavo, per cercare di capire se un eccesso di manganese effettivamente potesse dar sintomi tipici della carenza di potassio. In cambio Rox ci ha ben chiarito che un eccesso di Manganese blocca il ferro. :-bd
110 ug/l di manganese non saprei se siano davvero troppi (occhio Yevhaud, non sono mg/l sono ug/l ;) ossia 1000 volte di meno, con 110 mg/l... non avresti più l'acquario :)) ). Vediamo se stabilizzando le cose le piante cominciano a lavorare tutte per bene. Se la situazione persiste allora proviamo a cambiare acqua per ridurlo.
yevhaud ha scritto:Cioè se c'è azoto il potassio viene assorbito ad una velocità pazzesca, il problema è fargli trovare contemporaneamente sia potassio che azoto nelle giuste quantità...che ne dite?
Dico che sono d'accordo, ma non devi dimenticare anche il fosforo e di quello, in vasca, ne hai all'incirca 1/10 rispetto all'azoto, quindi sparisce anche lui in fretta ;)
yevhaud ha scritto:Vediamo come cambia tra 7 giorni
:-bd
Tra sete giorni ricontrolli tutti i test e lo rifai ancora la settimana dopo e ancora... Finchè non ti fai un'idea chiara, una volta che le piante ha iniziato a lavorare bene, di cosa i serve e riduci i test al minimo, solo per controllo ogni tanto. ;)

Per alzare il KH il guscio d'uovo o l'osso di seppia vanno bene ma ti alzerà anche il GH per colpa del calcio. :)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
yevhaud
star3
Messaggi: 79
Iscritto il: 15/11/15, 0:01

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di yevhaud » 15/02/2016, 21:28

Accidenti, forse svelato l'arcano, oggi è arrivato il phmetro affidabile... pH 5, 8...
Proverò GH e KH ma sicuramente il KH sarà sceso a meno di 3... rimedi urgenti?
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme teoria e pratica, niente funziona e nessuno sa perché! "
Albert Einstein

Avatar utente
ersergio
Ex-moderatore
Messaggi: 3600
Iscritto il: 21/08/14, 22:14

Re: Pmdd pronti a partire, ultimi chiarimenti!

Messaggio di ersergio » 15/02/2016, 21:43

yevhaud ha scritto:Accidenti, forse svelato l'arcano, oggi è arrivato il phmetro affidabile... pH 5, 8...
Proverò GH e KH ma sicuramente il KH sarà sceso a meno di 3... rimedi urgenti?
Bicarbonato di potassio per alzare il KH...
Il problema è che con quel pH, ti sarai giocato tutta la flora batterica... ~x(
So Amare!!
Lei:"non ci credo! Dimostramelo!!"
Lui:"Allora assaggia ste olive e dimme se non so amare!!!".

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: assotel, Marta, Miki00 e 8 ospiti