Seachem avanzato

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Miciomiaoo
star3
Messaggi: 247
Iscritto il: 06/03/14, 10:03

Seachem avanzato

Messaggio di Miciomiaoo » 23/04/2014, 16:51

Ciao a tutti,
come potete approfondire nella discussionerelativa alla mia vasca, ho avuto dei problemi relativi ad un attacco di cianobatteri.
A tal proposito, nonostante stessi seguendo il protocollo base della Seachem, ho interrotto il tutto.

Ora, avendo anche delle mancanze di nitrati vorrei ricominciare a fertilizzare seguendo il protocollo avanzato.

Considerando che l'illuminazione é stata notevolmente ridotta e, gradualmente, sta riprendendo potenza... con che dosi sarebbe meglio cominciare?

La vasca é partita a metà febbraio e ad oggi contiene 7 Corydoras Trilineatus!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Seachem avanzato

Messaggio di Rox » 24/04/2014, 13:42

Miciomiaoo ha scritto:con che dosi sarebbe meglio cominciare?
Metà del dosaggio previsto. Poi aumenti in proporzione al fotoperiodo.
Comunque, non è affamando le piante che sconfiggi i cianobatteri.

Hai almeno 5-6 specie che richiedono alte concentrazioni di CO2; non dovresti mai scendere sotto i 30 mg/litro.
Questo è molto più importante del protocollo Seachem, base o avanzato che sia.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Miciomiaoo
star3
Messaggi: 247
Iscritto il: 06/03/14, 10:03

Re: Seachem avanzato

Messaggio di Miciomiaoo » 24/04/2014, 16:28

Per il momento ho un pH che varia fra i 6.5 e i 7 (devo ancora acquistare gli adattatori per collegare il pH-controller all'elettrovalvola) e in funzione del KH a 4.5 ... beh con i livelli di CO2 penso di esserci, no?

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: Seachem avanzato

Messaggio di Uthopya » 24/04/2014, 16:48

Avere pH 6,5 o pH 7 cambia notevolmente sia la concentrazione di CO2 che dell'acidità (il pH è in scala logaritmica a base dieci...), quindi per sapere come sei messo con l'anidride carbonica bisognerebbe avere un valore un pò più affidabile nel range da te indicato si passa da ottimale a scarso..

Inviato dal mio LG-E610 utilizzando Tapatalk
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Miciomiaoo
star3
Messaggi: 247
Iscritto il: 06/03/14, 10:03

Re: Seachem avanzato

Messaggio di Miciomiaoo » 24/04/2014, 17:09

6.5 é il valore misurato con la CO2 aperta.
7 invece é il valore con la CO2 chiusa.

Entrambi sono stati misurati con i test a reagente in quanto il pH-controller l'ho installato solo ieri.

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: Seachem avanzato

Messaggio di Uthopya » 25/04/2014, 6:27

Hai mezzo punto di differenza? È un pò altino rischi di stressare i pesci....

Inviato dal mio LG-E610 utilizzando Tapatalk
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Miciomiaoo
star3
Messaggi: 247
Iscritto il: 06/03/14, 10:03

Re: Seachem avanzato

Messaggio di Miciomiaoo » 25/04/2014, 11:19

Il mezzo punto lo noto facendo i test a reagente che offrono solo questa scala. Il phcontroller, tra ieri e oggi, si smuove tra i 6.8 e i 7.1.

Questa sera collegando l'elettrovalvola spero di ridurre al minimo qualsiasi sbalzo ottenendo un pH pari a 6.7 così da avere un livello ottimale di CO2.

Ad ogni modo allora se ho ben capito posso tornare a seguire il protocollo con mezza dose rispetto a quella consigliata :)

Grazie per il supporto!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: salvaggente e 8 ospiti