Seachem e conducibilità...

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
mirko59
star3
Messaggi: 635
Iscritto il: 20/10/13, 19:52

Re: Seachem e conducibilità...

Messaggio di mirko59 » 20/06/2014, 21:59

Rox ha scritto:
mirko59 ha scritto:ho seguito il vostro consiglio ho messo kno3 invece del solfato ora mi ritrovo con nitrati a 50
50 mg/litro, in un acquario da 200 litri, equivalgono a 10 grammi complessivi di ione nitrato.
Ovvero, circa 16 grammi di nitrato di potassio, se fosse in forma solida.

Ora guardiamo le date...
Il mio messaggio precedente è del 15 giugno, la tua risposta è di oggi (il 20)... e tu dici di aver "seguito il consiglio".

La soluzione consigliata dal nostro PMDD è al 20%; significa che in soli 5 gioni dovresti averne aggiunto 75 ml... ma le piante dovrebbero essere di plastica.
Se la tua vegetazione ne assorbisse anche soltanto metà, per avere quel risultato dovresti aver aggiunto 150 ml di soluzione, in questi 5 giorni.

Ora, i casi sono due:
- se lo hai fatto davvero è colpa tua, non del nitrato di potassio.
- se non lo hai fatto, il risultato di quel test dipende da altro.

Esiste anche una terza ipotesi, a cui non credo, ma che forse qualcuno sta pensando...
...Che si tratti di una provocazione.
Si potrebbe sospettarlo leggendo queste righe:
  • mirko59 ha scritto:in vasca ci sono radici aeree dappertutto
    mirko59 ha scritto:per ora la conduc. e' ferma a 377 ne sale ne scende
- Prima domanda
Quale pianta acquatica, in tutto il pianeta, riempie un acquario di radici avventizie in 5 giorni, semplicemente passando dal solfato al nitrato?

- Seconda domanda
Visto che il potassio aumenta la conducibilità più di qualsiasi altro fertilizzante, come ha fatto il conduttivimetro a non muoversi di una virgola, mentre i nitrati salivano a 50?

Io credo, caro Mirko, che le tue alchimie da biochimico dilettante abbiano creato parecchi casini a quell'acquario.
In questo momento, nemmeno il Padreterno riuscirebbe a capire che diavolo c'è nella tua acqua.
E' stato detto mille volte di non mescolare protocolli diversi; tu continui a farlo credendo di risolvere problemi, invece li crei.
...E poi dài la colpa ai consigli del forum. :ymdevil:
rox forse quando avevo l acquario 30 anni fa tu frequentavi le medie detto questo se la mettiamo sul chimichetto biochimico dilettante allora ti diro' rivedi quel pmdd che da come leggo parecchi si lamentano di NO3- alti con problemi di alghe ecc ecc
io ti dico soltanto che mi avete consigliato il nitrato al posto del solfato bene l' ho fatto
risultato? come ho scritto sopra, NO3- da 10-20max a 50 in 3-5 giorni
conduttivita ora ho controllato sul notes da 340 a 377 ns ho messo sui 25 ml in 2-3 giorni! ora io leggo questo, dei tuoi calcoli sinceramente me ne puo fregare assai ;)

quella formula di pmdd puo andar bene sul tuo acquario sul mio non fa effetto perche ho piante esigenti di k non forse di NO3- quindi col NO3- vado in carenza visto che ha poco k rispetto al solfato
siccome sei un tipo che la vuoi sempre vinta non puo essere he c'e uno sbaglio in questo pmdd? ma devi fare auticritica, siccome non fate autocritica prevedo au assalto alla diligenza di cow-boys indiani e apache tutti con cabomba pogostemon e egeria densa hemm vado a mettermi la corazza di ferro ....
qualche frecciata alla schiena nu se sa mai....
=))

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Seachem e conducibilità...

Messaggio di gibogi » 20/06/2014, 22:16

Mirko, è sicuro quel valore dei nitrati?
Ti dico questo perchè tempo fa ho avuto un problema simile, quindi mi sono incaponito con il solfato di magnesio, ma i nitrati non scendevano lo stesso.
Poi ho cambiato test da Sera ad Askoll, e i nitrati sono passati da 80 a 10.
Ti dico questo perchè a mio avviso se la conducibilità è esatta, quei nitrati non possono essere giusti.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
pantera
star3
Messaggi: 1966
Iscritto il: 03/01/14, 16:22

Re: Seachem e conducibilità...

Messaggio di pantera » 20/06/2014, 23:56

le persone convinte che il pmdd faccia innalzare i nitrati dovrebbero spiegare anche come mai ci sono alcune persone(come il sottoscritto)che pur avendo la metà dell illuminazione e forse anche la metà della flora di molti altri non hanno mai avuto eccessi di nitrato causati dal nitrato di potassio,e gli farei vedere il pearling quello vero però non quello spacciato per tale nonostante gli anni di esperienza...



hai nitrati alti?
alghe?
moria della fauna?
colpa del pmdd

a volte mi domando se quel pmdd avesse una marca blasonata se si creerebbero tutte queste polemiche sterili

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Seachem e conducibilità...

Messaggio di Rox » 21/06/2014, 0:36

mirko59 ha scritto:dei tuoi calcoli sinceramente me ne puo fregare assai ;)
Siamo alle solite... :-??
  • -Io faccio acquari da 30 anni...
    - Tu vuoi avere sempre ragione...
    - Me ne frego della calcolatrice...
    - Chi usa il PMDD si lamenta dei nitrati...
    - I nitrati causano le aghe...
Vogliamo aprire una bancarella di luoghi comuni?
D'altra parte mi fai un favore, perché mi permetti di raccogliere tutto in un unico messaggio.

1) Se per difendere la tua tesi, contro la Matematica, devi esibire i tuoi 30 anni di esperienza... Ti avverto che stai usando un'arma a doppio taglio.
Qualcuno potrebbe chiedersi: "Che diavolo ha imparato questo, in 30 anni?... A cambiare l'acqua?" :(

2) Se aggiungi 100 mg di nitrato di potassio, ne avrai introdotti 39 di potassio, 14 di azoto e 47 di ossigeno.
Non esiste una sola specie vegetale, né pianta né alga, né acquatica né terricola, in nessuna parte del Mondo, che consumi solo il potassio lasciando lì l'azoto.
Non su questo pianeta.

3) Quelli che si lamentano dei nitrati, incolpando il PMDD, sono pochissimi.
Sono quasi tutti "indottrinati" da presunti esperti "con 30 anni di esperienza"... che da tutta la vita fertilizzano con il foglietto delle istruzioni.
Ma soprattutto, contrastano palesemente con le centinaia di persone che hanno usato il PMDD e lo usano tuttora.
La prossima volta che ne incontri uno, fallo venire qui... Sarò lieto di mostrargli questa collezione di BBA, Volvox, filamentose e cianobatteri:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Puoi controllare in sezione "Mostraci...".
Quegli acquari vanno tutti a PMDD.

4) La differenza più importante, tra il nostro PMDD e tutti gli altri (ce ne sono a decine), è che nel nostro ci sono flaconi separati.
Quindi non è fatto per il mio acquario o per il tuo, ma è adattabile a qualsiasi allestimento con qualsiasi pianta, luce, pH o temperatura.

5) E' scientificamente dimostrato che quasi nessuna alga dipende dai nitrati.
Quantomeno, non solo da quelli.
All'epoca di questa foto...

Immagine

...quell'acquario non scendeva mai sotto i 50 mg/litro.
Osserva il colore di quella Ludwigia e la sua vicinanza alla superficie. Pensa che esposizione alla luce poteva avere... Ora cercami un'alghetta, anche piccola piccola.
Ma si sa...
...Le leggende metropolitane non le ammazzi nemmeno a cannonate.

5) 25 ml di soluzione, quella consigliata nell'articolo, corrispondono a 5 g di nitrato di potassio, ovvero 3 g di ione nitrato.
In un acquario da 200 litri, corrispondono a 15 mg/litro.
Se partivi da 30 e sei arrivato a 50, considerando anche il mangime, non ci vedo nulla di strano.
Probabilmente, in soli 3 giorni, le piante non hanno ancora assorbito il fertilizzante introdotto.
Però potevi anche dirlo, che partivi da 30!... Senza creare questa strana forma di terrorismo contro il nitrato di potassio.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Simo63
Ex-moderatore
Messaggi: 3188
Iscritto il: 21/10/13, 0:06

Re: Seachem e conducibilità...

Messaggio di Simo63 » 21/06/2014, 1:55

Mirko che mangime usi e quanto ne dosi ? Lo comprerei subito, sono sempre carente di azoto ed uso il nitrato di potassio.
Ho sempre letto che usi un protocollo seachem " fai da te " , sono curioso, e penso sarebbe utile al forum,di sapere la sua composizione e dosi, sempre che tu voglia informarci.
Inoltre, dato che mi piace essere sempre obiettivo nelle cose, non capisco come mai, e mi riferisco anche a chi supporta la tecnologia LED in acquario, non scriviate una scheda o articolo sulle vostre idee ed esperienze. Nessuno in questo forum vieta di farlo, anzi Rox si è offerto anche per correggere ed aiutare con l'impostazione dell'articolo nel caso dei LED. In questo modo metterete nero su bianco quello in cui credete e darete la possibilità a chi come me ha bisogno di chiarezza ed eventualmente sperimentare per poter scegliere.
Scrivendo due post incolpando quella cosa o l'altra e magari anche con la rabbia dentro per l'andamento della propria vasca, non penso si concluda granché, o quantomeno rimarrebbe una cosa tra te, gli admin/ mod e pochi altri. Io, come credo molti altri, sarei aperto al cambiamento se ci fosse qualcosa di chiaro e motivato da cui partire. ( scusate se sono andato un po' OT )


Stay hungry, stay foolish
Immagine
"It's more fun to be a pirate than to join the navy "
"E' più divertente essere pirati che essere nella Marina"
Jobs 1983

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ClaudioP, LucaGrossi e 12 ospiti