Solfato di potassio??

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Bloccato
Avatar utente
Pizza
Ex-moderatore
Messaggi: 2133
Iscritto il: 19/02/16, 11:40

Solfato di potassio??

Messaggio di Pizza » 27/05/2016, 10:51

Mi chiedevo se il K non possa essere fornito anche con solfato di potassio.
Lo so che il solfato è spesso in eccesso (non sempre) e che a differenza del nitrato viene consumato molto più lentamente.
Però non si possono escludere situazioni in cui si voglia sia evitare di aggiungere ulteriori nitrati (con nitrato di potassio) e magari si stia pure osservando una possibile carenza di solfato senza necessità di aggiungere magnesio (con il quale solitamente, come conseguenza, si introduce il solfato).

Ok, sarà una minoranza dei casi e si tratterà pure di una situazione transitoria, ma il caso può sussistere.

A sto punto mi chiedo: posso aggiungere potassio con il K2SO4 (solfato di potassio)?

Allego un estratto inerente considerazioni in floricoltura sulle modalità più comuni per fornire il potassio ai terreni.


Fertilizzanti potassici:

Il cloruro di potassio (sicuramente da escludere in acquario)
E' il più economico ed il più utilizzato tra i concimi potassici. Viene commercializzato allo stato polverulento o granulare con titolo in potassio come ossido di potassio solubile in acqua del 60%.

Il solfato di potassio (perché no?)
Viene preparato industrialmente facendo reagire l'acido solforico con il cloruro di potassio. Ha titolo in ossido di potassio del 50-52%. Il contenuto massimo di cloro non deve superare il 3%; per quantità percentuali inferiori è consentita la dichiarazione in etichetta, “a basso titolo di cloro”.

Il nitrato di potassio
E' il più costoso. E’ un fertilizzante NK caratterizzato dal 13% di azoto nitrico e dal 46% di ossido di potassio. Molto solubile in acqua, il nitrato di potassio è un fertilizzante di buona qualità, contenendo due degli elementi più importanti per la crescita e il sostentamento delle piante, il potassio e l'azoto, in forme facilmente assimilabili, viene utilizzato per la fertirrigazione in colture specializzate.

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 30429
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di cicerchia80 » 27/05/2016, 11:05

Pizza...il solfato di potassio fà parte dell PMDD originale ;)

Rox lo ha sostituito con l'NK per bilanciare gli elementi :)

Certo che puoi usarlo
Come anche il bicarbonato se ti serve alzare il KH

Una domanda te la faccio io.....dato che di potassio de ne dosa tanto,non é che l'acido solforico influisce sul pH???
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
Pizza
Ex-moderatore
Messaggi: 2133
Iscritto il: 19/02/16, 11:40

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di Pizza » 27/05/2016, 11:31

cicerchia80 ha scritto:Una domanda te la faccio io.....dato che di potassio de ne dosa tanto,non é che l'acido solforico influisce sul pH???
Noi inseriamo un sale fatto da acido forte e base forte (acido solforico e idrossido di potassio)
In prima battuta l'apporto sul pH è ininfluente, entrambi dissociati completamente per la loro natura non sequestrano ne OH-, ne H+.

Poi, mi chiedo, visto che il K+ viene consumato molto più velocemente dello ione solfato: aumentiamo col tempo in vasca la concentrazione di anioni di un acido forte (SO4--)

Questi ultimi dovrebbero restare indissociati, senza influenzare il pH; al limite vedo più probabili reazioni di precipitazione di qualche sale per sbilanciamenti possibili di kps di qualche coppia ionica.


Per il pH vedo più probabile una variazione, immediata e nel tempo, dello stesso nel caso in cui si introduca un sale di acido e base deboli, con successivo "consumo" squilibrato fra anioni e cationi dello stesso.
Non credo che un aumento di ioni SO4-- (dopo la scomparsa dei K+) possa favorire reazioni di idrolisi; mi prometto però di ragionarci meglio.

P.S.: scusa a tutti per l'OT e per la trattazione certamente non con linguaggio da AF :-s ;)
Questi utenti hanno ringraziato Pizza per il messaggio:
cicerchia80 (30/05/2016, 9:58)

Avatar utente
Pizza
Ex-moderatore
Messaggi: 2133
Iscritto il: 19/02/16, 11:40

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di Pizza » 30/05/2016, 9:41

Come promesso, ci ho ragionato ancora e mi sono pure confrontato con un mio collega.
Direi che, come ipotizzato, un aggiunta di anioni solfato (SO4--) non comporta variazioni di pH perché restano completamente dissociati e non danno origine ad idrolisi.
Ho sinteticamente definito aggiunta il fornire K2SO4 con successivo consumo preponderante di K+ rispetto a SO4--

Penso che anche il ns. chimico di fiducia Lucazio possa confermare ;)
Questi utenti hanno ringraziato Pizza per il messaggio:
cicerchia80 (30/05/2016, 9:57)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10205
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di lucazio00 » 30/05/2016, 12:55

Ciao Pizza,
le piante quando assorbono uno ione potassio ne rilasciano un altro di uguale carica, come lo ione H+ quindi l'ambiente esterno si acidifica.
Infatti il solfato di potassio, grazie all'azione delle piante ha un effetto acidificante nei confronti del suolo, perchè esse assorbono più ioni potassio che ioni solfato, dando alla formazione di piccole quantità di acido solforico.
Quindi col tempo si accumulano ioni solfato, in parte come acido solforico, che a lungo andare possono dare problemi sia di pH che di tossicità e di conducibilità sempre più alta.
Viceversa il nitrato di potassio non lascia residui, proprio perchè sia l'anione che il catione fanno parte dei tre macroelementi N, P e K!

Al contrario e per lo stesso motivo, il nitrato di calcio ha un effetto alcalinizzante.
Questi utenti hanno ringraziato lucazio00 per il messaggio (totale 2):
cicerchia80 (30/05/2016, 13:00) • Pizza (30/05/2016, 13:27)
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 30429
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di cicerchia80 » 30/05/2016, 13:00

Luca.......avevo aperto un post su come acidificare il pH,rispondi? :D
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
Pizza
Ex-moderatore
Messaggi: 2133
Iscritto il: 19/02/16, 11:40

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di Pizza » 30/05/2016, 13:26

lucazio00 ha scritto:le piante quando assorbono uno ione potassio ne rilasciano un altro di uguale carica, come lo ione H+ quindi l'ambiente esterno si acidifica.Infatti il solfato di potassio, grazie all'azione delle piante ha un effetto acidificante nei confronti del suolo, perchè esse assorbono più ioni potassio che ioni solfato, dando alla formazione di piccole quantità di acido solforico.
Mi mancava la dinamica di scambio K+ per H+
Con tale info, direi che il discorso torna per l'acidificazione.
lucazio00 ha scritto:Viceversa il nitrato di potassio non lascia residui, proprio perchè sia l'anione che il catione fanno parte dei tre macroelementi N, P e K!
Quest'aspetto non lo capisco invece.
Tornando al solfato di potassio, se le piante rilasciano H+, è normale che l'acqua si acidifichi, indipendentemente dal fatto che resti in soluzione SO4--
Se doso Nitrato di potassio avrò comunque rilascio di H+ per l'assorbimento di K+, immagino.
La reazione sarà nel complesso neutralizzata solo da un rilascio di OH-, che forse avviene per assorbire l'azoto da parte della pianta dal nitrato?
Se così fosse, se c'è già in vasca a disposizione sufficiente nitrato, nulla cambia se doso il potassio sotto forma di Solfato.
O sbaglio?

Avatar utente
Andrea_67
star3
Messaggi: 44
Iscritto il: 29/04/16, 12:56

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di Andrea_67 » 30/05/2016, 16:02

Caro Pizza, questa faccenda del nitrato di potassio piuttosto che il solfato francamente non ha convinto del tutto neanche me...
Diciamo che va bene se hai una vasca con basso carico organico e quindi nitrati bassi o tendenti a zero. Io ho fatto la prova qualche giorno fa: partendo da 30 mg/, ho dosato 10 g di KNO3 e il risultato è stato portare i nitrati a 50 (la vasca è di 300 litri).

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10205
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di lucazio00 » 30/05/2016, 17:40

Pizza ha scritto:Quest'aspetto non lo capisco invece.
Tornando al solfato di potassio, se le piante rilasciano H+, è normale che l'acqua si acidifichi, indipendentemente dal fatto che resti in soluzione SO4--
Se doso Nitrato di potassio avrò comunque rilascio di H+ per l'assorbimento di K+, immagino.
La reazione sarà nel complesso neutralizzata solo da un rilascio di OH-, che forse avviene per assorbire l'azoto da parte della pianta dal nitrato?
Se così fosse, se c'è già in vasca a disposizione sufficiente nitrato, nulla cambia se doso il potassio sotto forma di Solfato.
O sbaglio?
Nel senso che il nitrato presente nel nitrato di potassio, viene del tutto consumato, causando anche il consumo dei nitrati già presenti in acqua.
In pratica quel sale (il nitrato di potassio) manda le piante in debito di azoto!

Hai detto bene, per assorbire una molecola di nitrato, la pianta rilascia una molecola di ione OH-, per forza basica!

Se hai un eccesso di nitrati in vasca e aggiungi del solfato di potassio per dosare il potassio col tempo generi un eccesso di solfati, perchè lo zolfo è l'ultimo dei macroelementi (N, P, K, Ca, Mg e S) in termini di quantità richieste dalle piante!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
Pizza
Ex-moderatore
Messaggi: 2133
Iscritto il: 19/02/16, 11:40

Re: Solfato di potassio??

Messaggio di Pizza » 30/05/2016, 17:42

Andrea_67 ha scritto:Caro Pizza, questa faccenda del nitrato di potassio piuttosto che il solfato francamente non ha convinto del tutto neanche me...
Diciamo che il ragionamento di usare il nitrato anziché il solfato ci può stare (lo sto facendo anch'io) con buoni risultati.

Certo, se sei già alto di nitrati, personalmente, partirei con il solfato di potassio e poi vedrei se riesco a passare al nitrato.

Più in generale mi piacerebbe approfondire la questione di correlazione con il pH, spero che Lucazio abbia una spiegazione anche sull'ultimo quesito, che a me sfugge come mi sfuggiva lo scambio K+ per H+

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti