Spremere le piante potate?

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10246
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di lucazio00 » 04/06/2015, 22:32

No aspettate! Vorrei fare da cavia per tutti!

Prima voglio testare solo una specie pianta per volta sui miei pesci!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17479
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Spremere le piante potate?

Messaggio di cuttlebone » 04/06/2015, 22:54

Jovy1985 ha scritto:Ragazzi....all inizio del topic avevo preso Luca per pazzo (chi non l ha mai fatto una volta nella vita? Dai!! =)) )
Però come al solito Luca ci sorprende! :D chissà che pure questa volta non abbia ragione...
La sua teoria è del tutto plausibile, come del resto le altre sue teorie [emoji6]
Mi offro volentieri da cavia perché ho fiducia [emoji6]


Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10246
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di lucazio00 » 04/06/2015, 23:06

No meglio di no! Non credo che nessun altro abbia fatto qualcosa del genere!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
projo
Top User
Messaggi: 1694
Iscritto il: 31/07/14, 0:29

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di projo » 04/06/2015, 23:16

Quindi ora ci dedichiamo alle spremute?! Ok sabato vado a comprare uno "spremipotature"!!!

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10246
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di lucazio00 » 04/06/2015, 23:26

Lascia perdere...
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
GGmmFF
Top User
Messaggi: 612
Iscritto il: 02/05/15, 23:49

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di GGmmFF » 04/06/2015, 23:28

Io sono dell'opinione che la teoria di Luca abbia bisogno di una sperimentazione almeno pseudo-scientifica prima di essere messa in pratica alla leggera.

Mi sembra che non siano stati considerati tutti i principi attivi, alcaloidi e affini che le piante fresche possono contenere; pensate a quante di queste sostanze usiamo tutti i giorni: molti li usiamo per curarci, altri li fumiamo allegramente, altri ancora li usiamo per assassinare i nostri nemici! :ymdevil:

Il rischio è piuttosto elevato secondo me, magari chi di voi voglia provare lo faccia in un ambiente controllato dovenon rischi di fare strage di 'pinnuti'.

Io credo che il modo sicuro per 'riciclare' le potature rimanga il compostaggio; rimane il problema di come reinserire il compost in vasca.

Mi pare che la Walstad dice che nella preparazione del fondo ci metteva anche del compost, ma per reintegrare la fertilizzazione è più difficile.
Il giorno che smise di essere pazzo diventò stupido.

"True heroism is remarkably sober, very undramatic. It is not the urge to surpass all others at whatever cost, but the urge to serve others at whatever cost."
Arthur Ashe

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10246
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di lucazio00 » 04/06/2015, 23:34

Infatti, il problema sono i metaboliti (i principi attivi, come la caffeina del caffè...i piretroidi del piretro...) :-?
L'intenzione era quella di conservare il più possibile gli elementi traccia...quelli che sfuggono al dosaggio del PMDD!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17479
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di cuttlebone » 05/06/2015, 7:06

Premetto che sono del tutto ignorante, ma quando si lascia marcire il residuo vegetale in vasca non si corrono sostanzialmente gli stessi rischi? [emoji15]


Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di RiccardoMazzei » 05/06/2015, 8:01

Però ammetterai che la marcescenza è un processo diverso e più collaudato. Detto questo, l'idea è affascinante, però sono d'accordo con chi invita alla prudenza: anche banalmente l'effetto sul pH potrebbe essere pesante, a seconda delle quantità... In chimica organica può succedere di tutto... Ovviamente non è che metti dentro nitrati fosfati oligoelementi, li fai mangiare dalle piante e poi li spremi fuori di nuovo :)

Soprattutto è da tenere presente, penso, che bisognerebbe farsi una bella sensibilità sui dosaggi, oltretutto su sostanze non titolate e soggette a variazioni. Ricordiamoci che gli effetti di certi accumuli sono sottili.

Usiamo il PMDD e ci sembra "facile"... Ma è perché gli ingredienti sono accuratamente pensati, testati, i problemi più grossi sono stati tutti affrontati. L'approccio pionieristico di Luca non manca in lui di moderazione e coscienza dei limiti e dei rischi. La sua era una proposta soprattutto speculativa.
Per questo.... Occhio [emoji6]

In pratica si dovrebbe provare per prima cosa ad escludere la tossicità: piccole dosi crescenti, in ambiente in cui si può accettare di subire perdite.
Però attenzione [WARNING SIGN]... è sperimentazione animale...
cuttlebone ha scritto:Premetto che sono del tutto ignorante, ma quando si lascia marcire il residuo vegetale in vasca non si corrono sostanzialmente gli stessi rischi? [emoji15]


Alessandro

Inviato con la benevola approvazione del mio HAL 9000
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
Sini
Amministratore
Messaggi: 15608
Iscritto il: 12/03/15, 9:33

Re: Spremere le piante potate?

Messaggio di Sini » 05/06/2015, 9:22

Posso avanzare qualche dubbio sulla procedura proposta dal mitico Luca?

I miei dubbi sono:

1) la spremitura non rilascia tutti gli elementi che compongono il peso secco della pianta (restano, passatemi il termine, le "fibre", che sono composte da alcune sostanze e non da altre. Non è detto che gli elementi traccia (che interessano a Luca) siano nella frazione che viene spremuta, piuttosto che in quella che resta.

2) Gli allelopatici, se ho capito bene, vengono rilasciati dalla pianta, non sono contenuti nella pianta. Quindi la spremitura non permette il recuipero di queste particolari sostanze.

3) La spremitura è un procedimento traumatico per le cellule. In genere (penso alla spremitura dell'olio d'oliva, piuttosto che ai procedimenti dei laboratori di analisi, o anche solo al fatto che il cibo fresco è più buono di quello congelato) si preferisce evitare alle cose organiche trattamenti traumatici perché ne risultano alterate.

Quindi non vedo vantaggi. Se proprio si vogliono recuperare le potature non sarebbe meglio, come dice riccardo, tagliuzzarle e lasciarle decomporre (con il vantaggio del rilascio di CO2)?

Scusate se mi sono intromesso.

Sini
I pesci non si possono inserire prima di un mese (almeno) senza cambi d'acqua né lavaggi del filtro.

Prima di qualsiasi acquisto, chiedi sul forum!

Noi, un branco di morti di fame che potano con le unghie...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Wavearrow e 6 ospiti