Stranezza conducibilità

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di Uthopya » 17/11/2014, 1:07

Specy esistono anche rocce per acquario volutamente calcaree.
Ad esempio le "Seiryu stone" della ADA sono volutamente calcaree e consigliate dall'azienda in abbinamento al loro fondo allofáno per funzionare da tampone
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Specy
Ex-moderatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: 20/10/13, 12:34

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di Specy » 17/11/2014, 18:34

#-o chiedo venia,non lo sapevo.
Quindi potrebbe essere quello il problema, quel sasso potrebbe essere calcareo.
Inviato dal mio ZenFone 2 64gb :-h Giuseppe

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di darioc » 18/11/2014, 17:40

Specy ha scritto:Quindi potrebbe essere quello il problema, quel sasso potrebbe essere calcareo
Possibile che un sasso nero sia calcareo?
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di darioc » 18/11/2014, 17:45

Rox ha scritto:darioc ha scritto:
Provo a fare un paio di grossi cambi ed a seguire l'aumento della conducibilità in relazione all'introduzione del potassio?
Prima di metterci qualsiasi cosa, io proverei (dopo il cambio), a vedere se la conducibilità aumenta da sola.
Però così se alla fine delle due settimane la conducibilità sarà compresa tra quella misurata dopo il cambio e quella misurata dopo la somministrazione non potremo sapere se è perchè le piante non hanno assorbito tutto il potassio o perchè qualche altra sostanza ha compensato parzialmente la diminuzione dovuta all'assorbimento del potassio, quindi toccherebbe rifare un cambio e rifare l'esperimento secondo la modalità proposta da te. Mi sa che mi conviene fare il cambio, dare il potassio per un'altra settimana affinchè le piante facciano riserve e poi fare l'esperimento come lo hai proposto tu.
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di Rox » 19/11/2014, 3:24

darioc ha scritto:Possibile che un sasso nero sia calcareo?
Certo! :-bd
Il marmo è fatto di calcare per il 98%; come sai ci sono diversi tipi marmo nero.
Il colore non significa nulla.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10169
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di lucazio00 » 19/11/2014, 10:38

Il colore è dato da quel 2% che non è carbonato di calcio! :D
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di darioc » 20/11/2014, 12:35

Rox ha scritto: come sai ci sono diversi tipi marmo nero
Giusto, non ci avevo pensato. Vi aggiorno quando inizio l'esperimento ;)
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di darioc » 21/11/2014, 12:07

Inizio ad avere dubbi riguardo la natura sui buchi sulle foglie
Mi portano a pensare che sia carenza di potassio:
-li avevo dopo le vacanze e quando ho ripreso il potassio (ma anche il resto) sono spariti
-sono ricomparsi dopo aver sospeso il potassio (ma anche il resto) per una sett.
Mi portano a pensare che non sia il potassio la causa:
-il fondo dennerle
_do da due sett. 2 ml di potassio un giorno si ed uno no e non ne vogliono sapere di smettere di formarsi
-colpiscono solo l'hygrophila, la bacopa sta bene, ha lo stelo bello grosso(l'hp inserita da un mesetto, possibile che abbia ancora riserve?), la lemna cresce normalmente e quellla se ne frega del dennerle, la limnophila ha solo gli internodi un pelo lunghi.

Ho sospeso ahche il ferro e gli oligo da 3 sett. ma la lemna sta bene e ci sono ancora bba quindi non dovrebbero essere carenti.
Cosa ne dite?
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17269
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di cuttlebone » 21/11/2014, 12:30

Avevo anch'io lo stesso problema sulla mia Hygrophilia Polisperma .
Foglie basali bucherellate e foglie alte stupende, quasi da "Rosanerving" .
Misteri :-?
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Stranezza conducibilità

Messaggio di Rox » 21/11/2014, 19:25

darioc ha scritto:Inizio ad avere dubbi riguardo la natura sui buchi sulle foglie
Devo invitarti ad aprire un altro topic, dove darai indicazioni anche sulla CO2, ma soprattutto un titolo specifico.
Nessuno penserà mai che si parli di buchi sull'Hygrophila, in una discussione intitolata alla conducibilità. ;)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ClaudioP, LucaGrossi e 12 ospiti