Vorrei provare il PMDD di Rox

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Rox » 18/04/2015, 22:19

Patt, ti dico come l'ho capita io...
Nel tuo acquario ci sono 12 specie di piante:
  • - 8 sono a crescita lenta, o addirittura lentissima;
    - 2 sono a crescita media, ma si alimentano soprattutto dal terreno;
    - 2 sono a crescita rapida, una di queste è nota per virtù anti-alghe.
In sostanza, 10 piante su 12 non hanno quasi nessun effetto sulla biochimica del tuo acquario.
Non richiedono né CO2, né luce, né attenzioni sulla fertilizzazione; non assorbono inquinanti, non producono allelochimici, non sanno difendersi dalle alghe, non ti danno alcun segnale per capire eccessi o carenze.

Le uniche, per mandare avanti la baracca, sono l'Hygrophila ed il Myriophyllum.
Tutte le altre stanno lì a scopo decorativo.
La carenza di potassio, di cui parli, è legata alla sola Hygrophila; è una pianta che ne vuole parecchio, notoriamente.

In realtà è possibile che il potassio ci sia.
Se hai usato acqua di osmosi, arricchita con sali per acquaristica, è probabile che tu abbia aumentato gradualmente la concentrazione di sodio.
Quei sali non servono al benessere delle tue piante, ma a farti vedere il colore giusto nella provetta.
Se ho ragione, non è il potassio ad essere carente, è il sodio ad impedirne l'assimilazione.

Infine, la luce...
Hai 16 W di potenza. D'accordo... d'accordo... sono LED...
Ma anche ammettendo che Acquatlantis monti i più efficienti del Mondo, corrispondono forse a 20-25 W di fluorescenti, su 80 litri di vasca.
Non è certamente una potenza da Hygrophila.
Non è che abbiamo scambiato una luce troppo debole... per una carenza di potassio?

In conclusione, con le piante e la luce che hai, non credo che i tuoi problemi derivino dai fertilizzanti, a prescindere che siano commerciali o PMDD.
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
Rob75 (18/04/2015, 23:20)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Patt
star3
Messaggi: 18
Iscritto il: 19/11/14, 15:58

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Patt » 20/04/2015, 10:10

Salve ragazzi
Ho bisogno di aiuto.
Due sere fa' ho introdotto in vasca 2 ml di nitrato di potassio + 1/3 di sassolino cifo (di cui avevo già descritto le caratteristiche) e, ieri sera, mi sono ritrovata l'acquario invaso di alghe staghorn :(( :(( X(
Allora ho aumentato un po' l'erogazione di CO2 ed ho "spennato" tutte le piante maggiormente attaccate dalle alghe (buttando via un bel po' di foglie)
Ovviamente sono molto abbattuta e temo un'invasione algale che non ho mai avuto (ci sono alghe anche sul ghiaino e nei muschi: un disastro!!!)... :(
Era proprio per combattere le prime staghorn che volevo aumentare i nitrati e, per aumentarli, ho introdotto il nitrato di potassio...
L'acquario è ancora in maturazione (allestito il 23 marzo scorso): mi sa che cominciamo male!!!

Ho girato i negozi della mia città, ma conduttivimetro niente.
In rete ho trovato questo, ma ci vogliono 10-20 giorni per la spedizione
cond.jpg
Che faccio? Come mi comporto con la vasca? Continuo a fertilizzare con PMDD o cosa?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di GiuseppeA il 20/04/2015, 10:35, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Sostituito link con immagine

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 8908
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di GiuseppeA » 20/04/2015, 10:39

Ciao Patt...non postare link, ma piuttosto una foto o uno screenschot.
I link hanno una scadenza e potrebbero portare a delle pagine vuote che non servono a niente ;)

Per quanto riguarda le alghe una foto sarebbe molto utile..magari apri anche un topic in "alghe" così andiamo nella sezione giusta..

Il nitrato di potassio non alza i nitrati, o meglio li alza ma per poco tempo...

Preso direttamente dalla scheda sul potassio:
● La forma di nitrato è la più facilmente assimilabile dalla pianta (è necessaria più energia per scindere il potassio dal solfato, anche di più dal bicarbonato).

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, questo sale aumenta la concentrazione di nitrati solo nell'immediato; in seguito, tende a ridurla.
La quantità di azoto introdotta è infatti piuttosto bassa, rispetto al potassio; questo costringe la pianta ad integrare quel nitrato con quelli già presenti nell'acqua.
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
Patt
star3
Messaggi: 18
Iscritto il: 19/11/14, 15:58

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Patt » 20/04/2015, 11:40

Grazie Giuseppe...ehm, sono un po' imbranata con i messaggi sul forum!!!
Grazie ancora della correzione!

Mi scuso ora con Rox perchè, non mi ero accorta della pagina 2 ed ho letto il suo messaggio solo 5 minuti fa'!
Sono onorata del suo intervento e positivamente sorpresa della sua diagnosi per la mia vasca: effettivamente, ora che ci penso, tutti i problemi sono iniziati quando un amico mi regalo' una piccola potatura di Hygrophila!!! A quei tempi non avevo CO2 e, nonostante fertilizzassi con metà dosi del protocollo Seachem, la vasca era in perfetto equilibrio, senza alcun problema. Aggiunta la potatura, ho iniziato ad avere problemi di margini foliari bruniti e microsorum bucherellata.
Poi il neon da sostituire ha fatto il resto...ho iniziato a stravolgere la fertilizzazione di allora fino alla comparsa delle alghe che, tra alti e bassi, non mi hanno più abbandonato.
L'unica cosa che contesto al sommo Rox è l'attuale illuminazione: ho un marito elettrotecnico che mi ha assicurato che la luce attuale è fortissima (giuro che è impossibile guardarla a coperchio aperto); purtroppo, pur avendo scritto direttamente alla casa costruttrice, non sono riuscita a sapere i lumen, ma solo i lux: 2590 lux. Appena introdotto il vecchio legno nella nuova vasca, alcune alghe staghorn, sfuggite alla mia pulizia, erano diventate rosso corallo!
L'Hygrophila l'ho messa anche nella nuova vasca...la elimino?
Cosa devo fare per contrastare queste maledette staghorn? ~x(

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 8908
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di GiuseppeA » 20/04/2015, 11:52

Patt ha scritto:Cosa devo fare per contrastare queste maledette staghorn?
Apri un topic in "alghe" con magari delle foto e i valori dell'acqua..così vediamo di risolvere
Patt ha scritto:L'Hygrophila l'ho messa anche nella nuova vasca...la elimino?
Anche quì un bel topic nuovo con il titolo giusto e la descrizione del problema..non sappiamo di che vasca parli quindi aiutarti è impossibile ;)


Per la luce non conosco i LED e quindi non mi pronuncio... ti posso solo dire che il non riuscire a guardare la luce perchè forte non vuol dire che vada bene per le piante..esempio: 100W a 4000K non vanno bene, mentre 100W a 6500K va benissimo...sempre 100W sono ma cambiando la temperatura cambia tutto per le piante ;)
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
Patt
star3
Messaggi: 18
Iscritto il: 19/11/14, 15:58

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Patt » 20/04/2015, 12:02

Giuseppe, ho descritto minuziosamente vasca e valori dell'acqua all'inizio di questo topic.
Le luci attuali del nuovo acquario non credo siano il problema: sono originali aquatlantis, di serie per quell'acquario, hanno molti LED bianco freddo e una fila di LED bianco caldo, ...è vero, non so i lumen, ma è davvero notevole la differenza di luce con il mio vecchio acquario in cui avevo una lampada a neon da 18 watt!
Del resto non ho piante rosse, nè pratino, nè altre piante particolarmente esigenti in termini di luce...
Se volete aprirò un altro topic per le alghe e vi posterò i nuovi valori dell'acqua dopo l'introduzione, due sere fa', del nitrato di potassio e della terza parte di sassolino cifo...volevo solo sapere cosa fare adesso

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6858
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di darioc » 20/04/2015, 13:53

In acquario la potenza della luce si misura in watt e non in lumen. Per i LED la differenza è molto più piccola di quello che si pensi di solito. Tu quanti watt hai?
Comunque sarebbe meglio se aprissi un topic a parte in tecnica per parlarne. ;)
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Rox » 20/04/2015, 14:32

Patt ha scritto:Due sere fa' ho introdotto in vasca...
[...]
...ieri sera, mi sono ritrovata l'acquario invaso di alghe staghorn
Patt, capisco i tuoi sospetti sulla corrispondenza temporale, ma gli acquari non funzionano così.
Qualunque cosa tu faccia oggi, gli effetti li vedrai come minimo tra una settimana.
Questo è un caso lampante...

Hai introdotto una quantità di potassio insignificante, poi hai aggiunto un singolo frammento di "Sassolino", il cui scioglimento richiederà due-tre mesi.
E' assolutamente impensabile che quei fertilizzanti abbiano causato lo sviluppo delle Staghorn, in 24 ore.

Quelle alghe derivano dalla situazione generale, che hai fin dall'inizio.
Ti serve qualche pianta che funzioni davvero. Non è che due steli di Myriophyllum possono fare tutto da soli.

Per quanto riguarda la luce, se il tuo vecchio 18 W era senza riflettori, la differenza è legata soprattutto a quello, non alla diversa tecnologia.
I LED sono molto direttivi. Quando alzi il coperchio, ti abbagliano perché puntano verso gli occhi, non fanno luce diffusa; per questo non hanno bisogno di riflettori, che invece vanno sempre abbinati alle fluorescenti.

La differenza reale la possiamo trovare in un video della Philips, dove appare questa immagine:
CFL_LED.JPG
Esistono LED ad efficenza più alta, che arrivano quasi al doppio di una fluorescente, ma sono parecchio costosi e non credo che l'Aquatlantis li fornisca di serie.
Comunque, supponiamo di avere quelli... Vorrà dire che i tuoi 16 W corrisponderanno ai 30 di una fluorescente.
Anche in questo caso, siamo un po' scarsini per le piante a crescita rapida.

Io ci metterei del Ceratophyllum, che resta galleggiante, si accontenta di qualsiasi lampada ed è noto per le sue virtù anti-alghe.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Rob75 » 20/04/2015, 19:09

Patt ha scritto: L'acquario è ancora in maturazione (allestito il 23 marzo scorso): mi sa che cominciamo male!!!
E perché mai?! In un acquario non ancora maturo, le alghe sono un passaggio obbligato: le loro antagoniste sono le piante, ma soprattutto la flora batteria che tu in questo momento non hai!
In questo hobby la prima dote fondamentale è la pazienza :-bd

Per quanto riguarda l'illuminazione, praticamente tutti gli acquari commerciali ne difettano, tanto è vero che molti di noi la sostituiscono fin da subito.
Quando si parla di LED poi, le cose di solito tendono a peggiorare: chi sul forum li ha con buoni risultati, ha plafoniere autocostruite con materiale di prima scelta (ed anche piuttosto costoso :-s ), frutto di un attento lavoro di progettazione e successivo adattamento alle proprie esigenze ;)
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
Patt
star3
Messaggi: 18
Iscritto il: 19/11/14, 15:58

Re: Vorrei provare il PMDD di Rox

Messaggio di Patt » 21/04/2015, 11:12

ok, ok, ricominciamo con calma...lo so che questo hobby richiede pazienza, molta pazienza...
Chiudo il discorso delle mie luci LED, sia perché andiamo fuori tema, sia perché a me personalmente stanno più che bene: dalla foto che ho allegato in uno dei miei scritti precedenti (quella del diffusore CO2 scattata lateralmente) si vede bene come la luce si diffonda in tutta la vasca in quanto i numerosi LED sono sormontati da una specie di lente d'ingrandimento bombata; inoltre non ho velleità di introdurre in vasca piante particolarmente esigenti in termini di luce e, in tutta onestà, non credo affatto che le staghorn che ho in vasca siano causate da una scarsa illuminazione! Se poi voi ritenete il contrario, ditemelo esplicitamente.

Ritorno al mio acquario:
valori aggiornati
pH 6.8
GH 8
KH 7
NO2- 0.02
NO3- 5
PO43- 0.1
fe 0
CO2 9 bolle al minuto

L'acquario è 80 lt netti, in maturazione dal 23 marzo scorso;
Partito con 50% acqua d'osmosi + 50% acqua di rete;
mai cambiato l'acqua finora;
luci accese (per ora) dalle 17 alle 23 (6 ore);
alghe staghorn "ad ondate".

Ieri sera ho eliminato lo stelo di hygrophila pol. e l'ho sostituito con 4 steli di Rotala rotundifolia che avevo in vaschetta a parte...ed ho tolto il pezzettino di sassolino cifo dal filtro :-s ...forse non dovevo mettere nitrato di potassio e sassolino contemporaneamente in vasca... :-\
Il ceratophillum non mi entusiasma molto, ma lo cercherò.
Continuo a fertilizzare?
Faccio un cambio d'acqua?
Poto il grande cuscino di fissidens che si è riempito di alghe?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti