Bonsai!

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Avatar utente
Sinnemmx
star3
Messaggi: 1207
Iscritto il: 29/01/18, 17:48

Bonsai!

Messaggio di Sinnemmx » 05/06/2018, 8:12

Non mi ero accorto di questo topic, appena posso posto i miei bonsai tutti fatti da me, nessuno comprato.

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1731
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Bonsai!

Messaggio di Forcellone » 05/06/2018, 10:31

Per prima cosa Adriano66 saluta Adriano63 :-h =)) (Abbiamo diverse cose in comune, leggevo che ti piace anche il mare) :-bd

Parliamo per grandi linee, ci sono molte sfaccettature se si vuole approfondire. I Maestri Giapponesi in questo sono mitici, con due parole rispondono a domande con estrema facilità, ma solo chi ha "occhio" li sa capire al volo, noi ci allunghiamo molto con parole e parole e facilmente non si è capiti, nei forum poi si litiga per punti di vista differenti è una noia.

Nel bonsai non ci sono "regole", ma aspetti "fondamentali estetici" per fare sembrare una pianta un albero vecchio con alcune caratteristiche particolari e non un bonsai. Per far questo serve conoscenza del vegetale, saperlo coltivare, nel bonsai ci sono tante tecniche che fanno altro. Una buona manualità altrimenti fai poco. Conoscenza dell'estetica e della prospettiva, come nei quadri e anche negli acquari.

Si può fare bonsai in vari modi. Investire cifre importanti per chi può permetterselo, oppure spendendo zero. Ma è chiaro che tra i due casi ci saranno differenze di valore nella collezione.
Ci sono persone che spendono soldoni in piante capolavori e pagano chi gli cura le piante. Ci sono Maestri Italiani che vanno fino in America a curare piante di collezionisti "facoltosi".

Per chi inizia, è buona cosa acquisire notizie in vari modi, corsi, manifestazioni, libri, riviste, forum ecc. Prendete solo dopo aver capito un pochino la questione delle piante, quello che potete permettervi e iniziate. La spesa è molto personale. Nel tempo se approfondirete la questione capirete come muovervi. Iniziate con piante che vivono bene con il vostro clima e tenetele fuori. Un giardino è il massimo. Vi farete i vostri ripiani ecc.

Di solito un collezionista ha di tutto, bonsai formati, piante in lavorazione per futuri bonsai, tanti semi, talee e margotte ecc.

Facilmente si inizia con materiali sbagliati. Poi si corregge il tiro, personalmente io sono attratto da essenze strane e sono un eccezione. Sono consapevole che è errata la cosa, a me piace e ho varie cose insolite. I maestri Giapponesi considero Bonsai solo alcune conifere, hanno vari motivi che trovo corretti …. ma io non sono un maestro per cui faccio come mi garba e mi da serenità.

Si parla di semi e di glicini, questo è uno dei miei da seme ….. hanno tutti circa una diecina di anni o poco più. E' solo da un paio di anni che ho deciso di dedicargli del tempo e cure mirate, da quando hanno iniziato a fiorire.

Il seme, questo è un piccolo cedro di questa primavera, è nato da solo in un vaso di un acero "non bonsai". Mi dispiaceva tirarlo via.

L'importanza del clima, questa foto è di questo inverno, ha nevicato anche la mare, una cosa simile fa danni su certe essenze più delicate e sensibili, per il mio clima è una rarità ma come si vede accade di tutto. Per "fortuna" ho riparato in tempo le tropicali sotto la veranda le coltivo da anni e oggi sono tutte in piena forza, altre essenze più resistenti sono sotto i ripiani e le più rustiche le ho lasciate sopra senza problemi.
Alla fine sono tutte salve, nonostante il piccoli vasi e le loro delicatezza, ma ho perso delle piante in piena terra che stavano in giardino.

Non posto mai le mie piante nei forum, (ho delle ragioni ed è lungo da spiegare),

Si parla delle varie cure, coltivazioni ecc..., per adesso dico solo che si impara come annaffiare un vero bonsai solo dopo anni…. figuriamoci il resto.
Le piante vivranno per molti anni, anche più di noi, per cui nel tempo ci saranno sempre continue modifiche e cure mirate, malattie, parassiti, il clima ecc. ecc., si deve imparare come affrontarle di volta in volta.
Comunque annaffio con la lancia, uso l'irrigazione automatica in primavera/estate che mi aiuta molto, ma controllo sempre personalmente la situazione tutti i giorni. Raramente delle doccette e si deve fare molta attenzione, spesso si fanno danni. Immersione non serve, solo in certi rari casi è utile se ci sono dei problemi. Uso acqua del pozzo.
Per più di 20 anni avevo solo due balconi, usavo l'acqua di Roma decantata, la coltivazione è molto differente con un giardino, migliore per le piante e comoda per me.

Per adesso mi fermo.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Forcellone il 05/06/2018, 10:51, modificato 2 volte in totale.
Questi utenti hanno ringraziato Forcellone per il messaggio:
Giordano16491 (05/06/2018, 13:44)
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Adriano63
star3
Messaggi: 205
Iscritto il: 27/03/18, 16:48

Bonsai!

Messaggio di Adriano63 » 05/06/2018, 10:48

Ciao @Forcellone ! Oltretutto siamo entrambi di Roma ... si organizza una pescatina ? :)
Condivido pienamente le tue parole, ecco perchè certe volte cerco di far comprendere che non tutto si può apprendere "in pastiglie" dal web , facendo domande e raccogliendo risposte ... ci vuole qualcosa di più, ci vuole molto di più ...

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1731
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Bonsai!

Messaggio di Forcellone » 05/06/2018, 11:01

La rete aiuta moltissimo, ma si deve saper valutare e capire le difficoltà che ha chi prova ad aiutare.

[Agli inizi erta dura, nessuno ti aiutava, i pochi che avevano esperienza erano dei vivaisti o comunque persone che lavoravano nel bonsai e puntualmente se facevi una domanda ti offrivano corsi su corsi. Si era creata una specie di appassionati di "nicchia", un pochino come avviene per certi sport da ricchi.

Rinvasavo le mie piante con l'argilla verde, (i piccoli bonsai dall'oriente arrivavano in questo modo), era anche faticoso trovarla e puntualmente perdevo le mie piante. Oggi uso un terriccio completamente opposto].

Un buon libro si dice che è quello di "Andrea M. di un altro forum"…… ma io non compro più nulla del genere da molti anni.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Giordano16491
star3
Messaggi: 2804
Iscritto il: 02/11/15, 19:22

Bonsai!

Messaggio di Giordano16491 » 05/06/2018, 13:52

Dopo la completa e interessantissima spiegazione di @Forcellone che ringrazio molto, avrei una domanda semplice per quanto riguarda la coltivazione da seme.
Se volessi provare a coltivare un ciliegio da seme come mi dovrei muovere?
So che ci vorranno anni, ma se non si inizia mai sarà ancora più difficile avere una bella essenza un giorno, magari per far contento mio nipote con un pezzo interessante! :))

Ah.... E ho 27 anni =))

Ho trovato un signore della mia zona su un altro forum con 30 anni di esperienza e sabato prossimo ci incontreremo per la prima volta. Vuole presentarmi le sue 40 essenze! :ymparty:
magari riesco ad evitare di leggere libri... :ymdevil: =))

Posted with AF APP

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1731
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Bonsai!

Messaggio di Forcellone » 05/06/2018, 14:45

Ti informo che da un qualsiasi frutto che mangerai potrai prendere i semi per avere un albero un lontano domani, ma non avrai mai da questi i frutti che hai mangiato.
Le piante che producono la frutta sono innestate e i loro semi ti daranno la pianta selvatica. Va benissimo per fare bonsai.

Nel ciliegio c'è una variabile, la ciliegia dolce e quella amara, la prima è più delicata nella coltivazione la seconda è più resistente, l'amarena.
Una ciliegia acerba facilmente avrà il seme "sterile", per cui cerca ciliegie molto mature e mangiati il suo frutto e conserva i semi.

Volendosi fare delle paranoie il seme si potrebbe conservare in estate, poi si fa prendere del freddo in autunno/inverno "tipo in frigo" e poi si aiuta ad uscere rompendo con molta attenzione il guscio inizio primavera….. oppure, come faccio spesso e senza tanto pensarci, da subito li metti in terra in un vaso gli fai fare il suo corso per vari mesi ed aspetti, come accade in natura, semini molti noccioli per avere delle piantine.
La stessa cosa puoi fare con meli ed albicocchi e simili.

Ho diverse cose ottenute in questo modo e se sei bravo in 10 anni inizi ad avere qualcosa di carino…. vaso a ciottola di coltivazione, nessun vaso bonsai, terreno drenante, un buono concime quando serve, sole, vento ecc.....

Con facilità si trovano in natura semi di tante piante, come aceri, olmi, carpini, querce ecc., oppure le conifere per alcune più ricercate c'è la rete.
E' anche vero che ci sono essenze più o meno indicate al bonsai, anche della stessa specie.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Sinnemmx
star3
Messaggi: 1207
Iscritto il: 29/01/18, 17:48

Bonsai!

Messaggio di Sinnemmx » 05/06/2018, 15:18

piuttosto che partire dal seme, non è meglio partire da piantine già con qualche anno?

Avatar utente
Gaiden
star3
Messaggi: 1018
Iscritto il: 19/02/18, 14:22
Contatta:

Bonsai!

Messaggio di Gaiden » 05/06/2018, 17:42

io semino acero praticamente tutti gli anni e non spunta mai nulla.
ho provato anche col periodo in frigorifero per 5 settimane, ma niente.

invece la mela spunta facilmente, il melograno pure, così come limone e mandarino
www.alfioraciti.com Belle arti, pittura, disegno e ritratti di animali
I'll make you fume in fury and rage, I'll make you see what you made of tonight...

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1731
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Bonsai!

Messaggio di Forcellone » 05/06/2018, 21:42

Ci sono vari modi anche con piantine, ok. Ma non è facile trovare del buon materiale ed ha un costo. Vedi i famosi pre bonsai.
Il seme è gratis. Dipende molto da cosa si ha per le mani.
Con la Margotta stai ancora più avanti, ma devi avere delle piante madre dove poter prelevare.
Ci sono anche gli Araky .. Ma la raccolta va fatta solo dietro autorizzazione del proprietario o nei propri terreni. È vietato prelevare piante in natura e non è comunque facile la riuscita.

Con il seme si hanno delle soddisfazioni personali e dei risultati ottimi se si sa fare e si ha tempo. Ma è normale che di norma si hanno altre piante nella collezione e si può fare con calma. Di solito in molti hanno voglia di mettere le mani sulle piante in continuazione è questo è un male... come infilare spesso le mani nell'acquario senza mativo... la frenesia di fare non serve, è un brutto male.
Meglio coltivate più piante e in vari modi così non si fanno danni è hai sempre da fare. Volendo uno o più bonsai non molto costoso si acquistano... per avere un certo interesse e qualcosa da ammirare. Se si è addentrarsi si può anche spendere un pochino, ma è meglio farlo per gradi. Consiglieresti un acquario marino a chi non sa allevare pesci più facili?

Ci sono vari tipi di acero... alcuni sono molto facili. Forse i semi che avevi non erano buoni.. forse raccolti troppo presto ... Non so.
Ottimo i semi di mela... gli agrumi non li coltivo...
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Gaiden
star3
Messaggi: 1018
Iscritto il: 19/02/18, 14:22
Contatta:

Bonsai!

Messaggio di Gaiden » 05/06/2018, 22:34

@Forcellone, ne approfitto e ti faccio una domanda: come dicevo ho queste piantine di melo, al momento sono in vasi da semina (3/4 piantine per vaso). hanno circa 8 foglie a testa.
quando è il momento migliore per metterle in vasi singoli da coltivazione?

tornando al discorso generale: io seguo molti canali youtube dedicati ai bonsai. si vedono cose molto interessanti, soprattutto nell'educazione dei prebonsai presi in vivaio come ginepri, pini e altre essenze. magari date un'occhiata, male non fa.
www.alfioraciti.com Belle arti, pittura, disegno e ritratti di animali
I'll make you fume in fury and rage, I'll make you see what you made of tonight...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti