Energie per il futuro

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6099
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Energie per il futuro

Messaggio di Paky » 09/04/2016, 10:59

Benvenuti su una nuova puntata de I grandi dibattiti di AF! ;)
Oggi affrontiamo un tema di grande attualità: il problema dell'energia! Come affrontare il cambiamento climatico, lo scarseggiare delle risorse fossili, l'inquinamento, le tensioni geopoliche, soluzioni e sfide tecnologiche!
Fatevi avanti con le vostre opinioni e idee! Ma vi raccomando: passione sì, ma anche rispetto per le opinioni altrui! ;)
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Avatar utente
xela800
star3
Messaggi: 163
Iscritto il: 03/06/15, 21:20

Re: Energie per il futuro

Messaggio di xela800 » 09/04/2016, 11:14

Ciao Paky
Arricchisco il tuo messaggio con un video che mi fa riflettere ogni volta che lo guardo:
[BBvideo 560,340][/BBvideo]
Yesterday is history, tomorrow is mystery, today is a gift, that's why it's called the present.

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16726
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Jovy1985 » 09/04/2016, 11:19

Ahi ahi......prevedo fuoco e fiamme.... =))
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Luca.s
Moderatore Globale
Messaggi: 11053
Iscritto il: 30/03/15, 0:47
Contatta:

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Luca.s » 09/04/2016, 12:17

Partiamo dal nucleare o dalle rinnovabili? O dal petrolio del tutto!?

Da inesperto completamente del settore, quindi da cittadino "medio" sono favorevole a tutti e tre. Il problema però che mi pongo è il seguente: Se non sappiamo costruire nulla che non abbia in mezzo mafia appalti truccati e maneggiamenti vari ed eventuali, una centrale nucleare, potrà mai essere costruita come cristo comanda? Un pozzo potrà mai essere sicuro(Basilicata insegna che la risposta è NO!)?

Per altro su un territorio altamente sismico come il nostro?

Se già i giapponesi con Fukushima hanno dimostrato la presenza di problemi di costruzione nella loro centrale, potremmo mai noi fare un qualcosa meglio di loro che sono 100 anni avanti a noi nel mondo del nucleare?

E ancora, le scorie, sorvolando già il fatto che le mafie nostrane le sversano nei terreni o dio solo sa dove quelle estere di francia e germania, dove le metteremmo?

Le vorremmo vicino alle nostre case? Chi accetterebbe ciò?

Non sarebbe meglio investire milioni e milioni di euro in qualcosa più ecologico e sostenibile?

Non potremmo, anzi, dovremmo, sfruttare il sole al massimo delle nostre possibilità così da avere un'energia "pulita" e grosso modo illimitata?

Invece che perder tempo a trivellare l'Adriatico (che poi, come si sta dimostrando, tutto a favore di lobby e compagnie estere) estraendo un petrolio pessimo che pesa forse neanche l'1% della richiesta totale, non potremmo sfruttare tutti i tetti delle nostre case per produrci energia elettrica e acqua calda?

Non sarebbe un'investimento migliore rispetto a potenziale rischio ambientale che si può creare?

Per quelli che dicono di sfruttare al massimo i nostri giacimenti, vorrei ricordare che tali giacimenti sono l'1% della quota nazionale. La loro presenza/assenza è del tutto ininfluente.

Influisce su gli "amici degli amici" come le inchieste della magistratura stanno dimostrando.
Questi utenti hanno ringraziato Luca.s per il messaggio:
daniele.cogo (16/04/2016, 22:10)
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
Daniela
Ex-moderatore
Messaggi: 5428
Iscritto il: 11/09/15, 22:39

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Daniela » 09/04/2016, 14:36

Bella Pakyyyyy !
Io ci tengo tanto, talmente tanto che tra qualche anno ci trasferiremo nel paese più eco del Mondo... La Costa Rica :D
Pensate che Dall'inizio del 2015 è riuscita a produrre l'energia necessaria per sostenere l'intera rete elettrica esclusivamente da fonti pulite.
Per 75 giorni consecutivi non c'è stato bisogno di ricorrere a combustibili fossili per illuminare le case.
Il resto del fabbisogno è stato coperto da energia geotermica (più del 10% del totale, grazie ai molti vulcani attivi), ma anche eolica, solare e delle biomasse.
Già lo scorso anno la Costa Rica era riuscita a coprire il 94% della richiesta di energia elettrica con fonti rinnovabili.

Ora non vado avanti con la pubblicità a questo splendido paese altrimenti poi ci vanno tutti :-q :)

Comunque non ci vuole tanto... Ma solo:

1) una classe politica e industriale non corrotta o corrotta al minimo che facciano gli interessi del paese e non i loro.
2) un popolo civile e responsabile, che si indegni e protesti sul serio davanti a certi scempi piuttosto che ad un vaffa....
3) un pò di cultura eco ambientale

Basta poco che ce vò :)

Purtroppo in Italia è utopia in quanto la classe politica e industriale, pur di lucrare, ti farebbero mangiare anche l'arsenico, sostenuti da una popolazione non proprio attenta...
Non vi dico la discarica che ho sotto casa x_x ...

Raga ho seguito e seguo il Costarica da 5 anni e vi dico che SI - PUÒ - FAREEEEEE ;)
Paky il prossimo Topic lo facciamo sul referendum del 17 ? :))
Grazie mille adoro ste chiacchierate :x
Questi utenti hanno ringraziato Daniela per il messaggio:
Rob75 (09/04/2016, 14:53)
L’uomo è la specie più folle: venera un invisibile Dio e distrugge una Natura visibile. Senza rendersi conto che la Natura che sta distruggendo è quel Dio che sta venerando.
Hubert Reeves

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17852
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Energie per il futuro

Messaggio di cuttlebone » 09/04/2016, 14:52

Daniela ha scritto:
Comunque non ci vuole tanto... Ma solo:

1) una classe politica e industriale non corrotta o corrotta al minimo che facciano gli interessi del paese e non i loro.
2) un popolo civile e responsabile, che si indegni e protesti sul serio davanti a certi scempi piuttosto che ad un vaffa....
3) un pò di cultura eco ambientale

Basta poco che ce vò :)
Hai citato i 3 motivi per cui qui da noi non funzionerà mai... :((
Ps Mi sa che ci si vede in Costa Rica fra qualche anno, appena riesco ad andarmene in pensione :-bd

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 6431
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Artic1 » 09/04/2016, 15:51

Luca.s ha scritto:Se non sappiamo costruire nulla che non abbia in mezzo mafia appalti truccati e maneggiamenti vari ed eventuali, una centrale nucleare, potrà mai essere costruita come cristo comanda?
Si, il torio è un nucleare sicuro, al punto di non necessitare di alcun sistema di controllo di quelli attualmente in uso nelle centrali più recenti. Nal caso del più grande cataclisma la reazione si ferma da sola perché non si autosostiene. In pratica non è come l'uranio che basta metterne assieme una certa massa e lui va in fissione autoindotta, il torio puoi metterne assieme quanto vuoi ma la reazione si arresta se tu non continui a bombardarlo di particelle.
Ed in Italia abbiamo il massimo esperto al modo sull'argomento, Rubbia!!!
Luca.s ha scritto:E ancora, le scorie, sorvolando già il fatto che le mafie nostrane le sversano nei terreni o dio solo sa dove quelle estere di francia e germania, dove le metteremmo?
Qui sbagli, perché le scorie già le abbiamo e siamo obbligati a smaltire quelle degli altri che ci vendono l'elettricità prodotta con le loro centrali atomiche ad uranio.
Inoltre le centrali a torio, proprio per la loro particolare conformazione, permetterebbero di ridurre i tempi di stoccaggio del plutonio delle attuali centrali fissili ad uranio, passando da 10'000 anni di stoccaggio a 300 circa, ossia 9'700 anni in meno di stoccaggio.
Il torio è peraltro meno radioattivo dell'uranio.
Luca.s ha scritto:Non sarebbe meglio investire milioni e milioni di euro in qualcosa più ecologico e sostenibile?
Su questo sono pienamente concorde.
Il solare termico e fotovoltaico, ma soprattutto il termico a fine di riscaldamento invernale, hanno potenzialità enormi (ed enormi ritorni economici), ma fino ad oggi sono poco diffuse per colpa della scarsa informazione.
Io posto dati personali sul solare termico installato a casa mia:
30 tubi sottovuoto circa 3 m di superficie (vado a memoria) di tetto, spesa complessiva 3500 €, ritorno economico in un solo anno 600€ di gas in meno utilizzato.
Durata prevista dell'impianto, almeno 20 anni.
Fatevi due conti ma si parla pressappoco di un rendimento del 17 % annuo. In banca oggi per il conto corrente mi danno lo 0%, con i fondi forse arrivo al 3%... ;) ah... se tengo i soldi in banca non ho ridotto le emissioni di CO2! ;) ;) ;)
Non ho volutamente tenuto conto del fatto che di quei 3500 € di spesa ne recupero, in 10 anni, il 65% tramite detrazione fiscale sulla tassazione. Questo per far capire che il solare termico conviene anche senza alcuna agevolazione fiscale. Figuriamoci con le agevolazioni. :-
In ogni caso per questi impianti fa moltissimo lo studio preliminare, non bisogna lasciarsi fregare da rivenditori senza scrupoli e che venderebbero persino la sorella o la madre. ;) Fate sempre una valutazione sulla base dell'esposizione del vostro tetto, del clima locale e della conformazione del territorio. Se siete a fondo valle con i monti che vi ombreggiano, molto probabilmente non avete alcuna convenienza. Se siete in pianura (o su qualche cucuzzolo) senza alberi che fan ombra al tetto e siete esposti da Sud-Ovest a Sud-Est ne avete quasi sicuramente una convenienza ottima se non addirittura maggiore della mia. :)

Fotovoltaico un poco meno conveniente, soprattutto perché l'elettricità in eccedenza te la pagano una miseria (circa 0,08 €/KWh). Conviene avere un impianto che satura pressappoco le vostre capacità di consumo e concentrare i consumi nei periodi di produzione per sfruttare al massimo il fatto che non pagate all'enel la corrente (che vi costa circa 0,20 €/KWh) perché ve la siete autoprodotta.
Sistemi di stoccaggio delle eccedenze di produzione con batterie, ad oggi li reputo decisamente sconvenienti (costano troppo per quel che restituiscono) e poco efficienti.
Luca.s ha scritto:non potremmo sfruttare tutti i tetti delle nostre case per produrci energia elettrica e acqua calda?
Appunto! :-bd Vedi sopra! :)
Daniela ha scritto:2) un popolo civile e responsabile, che si indegni e protesti sul serio davanti a certi scempi piuttosto che ad un vaffa....
Io la mia l'ho fatta e la potenzio di anno in anno, ora tocca a tutti gli altri!
  • Ho un'auto ibrida Toyota Yaris Hybrid che recupera con freni elettromagnetici l'energia delle frenate e la libera quando serve (piccoli spostamenti o in aggiunta al motore normale nelle grandi accelerazioni), rendimenti reali 22 Km/l di benzina in ciclo urbano misto, in autostrada, andando ai 140-150 km/h diciamo che le rese scendono a circa 18-20 km/l. In extraurbano puro, 50-70 km/h senza soste ne code ne semafori, una volta ho fatto 30 km/l. :D
  • Ho un impianto solare termico per scaldare l'acqua ad uso sanitario, i dati ve li ho scritti sopra. Lo sto ampliando utilizzando le potenzialità delle tapparelle solari (coprono il pannello durante i periodi di grande produzione) per tagliare il picco produttivo estivo che peraltro coincide con il minimo di domanda. In questo modo anche in inverno in pratica avrò sempre l'acqua calda per lavarmi senza usare il GPL.
  • Ho un impianto fotovoltaico da 3 KWh di picco che produce più elettricità di quanta ne consumo in un anno
  • per il riscaldamento invernale ho un caminetto a ventilazione forzata che scalda tutta casa. La legna in gran parte la autoproduco con le potature degli oliveti, oppure la recupero dai pallet di legna che devono smaltire (perché rotti) le ditte di trasporto. In ogni caso sono a fonte rinnovabile, in quanto la CO2 che libero è CO2 che la pianta ha immagazzinato per fotosintesi prendendola dall'atmosfera.
Ora vi assicuro che tocca a voi :D .
Se mi rendono pure il carburante dell'auto un carburante sostenibile (tipo il metano prodotto dalle discariche, oppure dai bioreattori anaerobici che ad oggi utilizziamo quasi esclusivamente per i liquami zootecnici ma che potremmo produrre anche con le nostre "fogne")... divento l'uomo più verde del pianeta, dopo Luca Mercalli (che ho avuto modo di conoscere di persona in università :D ).
Questi utenti hanno ringraziato Artic1 per il messaggio:
Specy (10/04/2016, 17:36)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16726
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Jovy1985 » 09/04/2016, 17:03

Bella la Costa Rica...ma bisogna valutare lo stile di vita delle persone.
Se tutti vivessimo come gli statunitensi, ci servirebbero 5 pianeti Terra per soddisfare i nostri bisogni di risorse....questo avevo letto mesi fa..
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6099
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Paky » 09/04/2016, 17:42

Artic1 ha scritto:il torio puoi metterne assieme quanto vuoi ma la reazione si arresta se tu non continui a bombardarlo di particelle.
piccolo problema: non sappiamo come farle, le centrali al torio.... Ci hanno pensato in tanti al torio, ma nella pratica sono praticamente impossibili da fare.
L'idea prevede di produrre un bel fascio di neutroni, e con questo bombardare il torio. Il problema e' che il torio deve stare dentro una camera di contenimento, quindi come cavolo si fa a farci arrivare i neutroni?? Bisognerebbe inventare un acciaio trasparente ai neutroni... :-??
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6099
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Re: Energie per il futuro

Messaggio di Paky » 09/04/2016, 17:47

Artic1 ha scritto:per il riscaldamento invernale ho un caminetto a ventilazione forzata che scalda tutta casa. La legna in gran parte la autoproduco con le potature degli oliveti, oppure la recupero dai pallet di legna che devono smaltire (perché rotti) le ditte di trasporto. In ogni caso sono a fonte rinnovabile, in quanto la CO2 che libero è CO2 che la pianta ha immagazzinato per fotosintesi prendendola dall'atmosfera.
Benissimo! Ma lo sai che emetti anche un sacco di polveri sottili?? :-?? Se in val padana tutti facessero cosi', altro che blocco del traffico! ;)
Daniela ha scritto:Paky il prossimo Topic lo facciamo sul referendum del 17 ? :))
Daniela, puoi parlarne anche qui: i due argomenti sono legati...! :D
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti