Entità paranormali: ci credete oppure no?

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Avatar utente
Acquariana
star3
Messaggi: 319
Iscritto il: 09/10/18, 16:36

Entità paranormali: ci credete oppure no?

Messaggio di Acquariana » 13/11/2018, 23:55

Vedo che qui ci sono molti (troppi) scettici... Ok stare con gli occhi aperti e non farsi imbrogliare da qualche messinscena o da qualche furbone, ma da qui a negare in blocco tutto, ce ne corre. Credere nei fenomeni paranormali e nell'aldilà (e non mi riferisco a paradiso, inferno o altre stupidaggini e invenzioni clericali) è come sapere che il sole arriva al mattino. Nell'ambiente tranquillo e per niente pauroso o impressionante della mia camera, ho fatto metafonia, e udito voci e messaggi veramente particolari. Spesso, quando mamma era morta da poco, quando pensavo a lei e mi sentivo triste, mi passava vicina una grossa farfalla nera, e subito spariva. Quando babbo era morto da pochi giorni, io e mamma abbiamo fatto lo stesso identico sogno, dove c'era lui che stava zitto ma ci guardava e piangeva, e difatti di lì a poco ci successero delle cose poco belle. Il marito di mia cugina morì, e nello stesso giorno, quando lei tornò a casa, suonò il telefono, e due o tre volte il campanello della porta, e non c'era nessuno...! Quello che voglio dire è che le coincidenze non esistono mai, e che quello che noi chiamiamo "paranormale" in realtà è perfettamente normale, solo che ricade nell'ambito del sesto senso, dell'intuizione, di sensi più "fini" che dobbiamo ancora imparare a conoscere ed usare bene. Forse viene captato da zone del cervello che sono inattive o poco allenate nella maggior parte delle persone? In fondo, noi alleniamo molto le capacità razionali e scientifiche, ma dovremmo allenare allo stesso modo anche le nostre capacità intuitive e sensitive. Il mondo è ben più di quello che ricade sotto i nostri sensi fisici limitati. E credetemi, qualcosa "dopo" c'è. Durante una metafonia, chiesi cosa c'era di là, e mi rispose una voce perfettamente comprensibile: "da questa parte è la gioooia!" Studiare e conoscere meglio questo fenomeni ha avuto un bellissimo effetto su di me: non ho più paura della morte in sé, ma solo della sofferenza che può esserci prima; per me l' "aldilà" è un posto fantastico dove mi sentirò a casa.
E questo solo per parlare di aldilà, ma i fenomeni paranormali non sono solo quelli medianici: ci sono persone che hanno episodi di chiaroveggenza, sogni profetici, sensazioni... Tanti anni fa (non c'erano ancora i cellulari!) sognai che dovevo telefonare urgentemente, e ogni telefono che trovavo era o rotto, o finto, o mi si squagliava in mano, e non riuscivo a telefonare. Il giorno dopo, mi successe che dovevo chiamare subito a casa, e i telefoni dei bar erano fuori servizio, quelli delle cabine pure, e per quanto facessi, non ne trovai uno, uno solo che andasse! Ma la cosa più impressionante mi successe una volta, che il mio ex marito stava facendo un lungo viaggio in pullman; io ero a casa ad aspettarlo, eravamo sposati da poco. Ad un certo punto, mi sentii gelare dall'angoscia, e vidi nella mia mente una ruota che scoppiava. Cominciai a tremare, sapevo che era successo qualcosa di brutto. Di lì a poco suonò il telefono, ed era lui che mi diceva che erano fermi, che al pullman era scoppiata una ruota ed erano andati fuoristrada, ma stavano tutti bene!...
Che dire? Se qualcuno mi parla di fenomeni strani, prima verifico se hanno una qualsiasi spiegazione fisica e razionale; ma se non ce ne sono, e l'unica spiegazione è di tipo paranormale, per me... non è un problema!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alix e 1 ospite