Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Rox » 05/05/2016, 19:01

Nijk ha scritto:A me due lampade dennerle difettose me le hanno cambiate subito e gratise per esempio.
A me si è rotto un orologio cinese, comprato il giorno prima per mio figlio (5 Euro).
Torno in negozio per ricomprarlo, non chiedevo nessuna garanzia; oltre al prezzo insignificante, avevo anche buttato lo scontrino. :-??

La negoziante mi ha riconosciuto:
  • - Ma lo vuole uguale a quello di ieri?
    - Sì perché quello si è rotto subito, ma a mio figlio piaceva quel colore...
Risultato: me lo ha cambiato subito, anche senza scontrino e senza riavere indietro quello rotto.

A proposito...
Non so voi, ma io non sono mai uscito da un negozio cinese, da un ristorante cinese, da un parrucchiere cinese, senza uno scontrino, una fattura o una ricevuta fiscale.
...E non ho mai dovuto chiederla.
Non posso dire la stessa cosa degli Italiani.

Per concludere, quello che a cqrfl è accaduto con le scarpe cinesi, a me è capitato dall'italianissimo "Pittarello"... Ma purtroppo non costavano 5 euro.

Ragazzi, quello che conta è pagare per ciò che si compra.
- Se mi offri robaccia e ti pago 3 euro, va bene.
- Se mi offri roba buona e te ne pago 40, va bene lo stesso.
Quello che conta è non pagare 40 per il prodotto da 3, perché firmato, reclamizzato e trendy.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 2132
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di cqrflf » 05/05/2016, 21:04

Si, visti in quest'ottica la cosa mi può anche andar bene, tornando agli acquari una vaschetta per le cure di emergenza tutta equipaggiata Cinese, ok a patto che da vaschetta provvisoria non mi diventi la base per futuri allestimenti definitivi.
Molti negozianti comunque propongono quelle cose proprio perché la clientela di basso livello è quella che gli consente di vivere. Questo avviene nei negozietti piccoli di solito. Uno entra in un negozio e compera una versione tecno-accessoriata della boccia di vetro, esce con già i pesci e le piante nei sacchetti e quello diventa lo standard dell'acquariofilia usa e getta....ci ricolleghiamo poi ai discorsi etici sull'uso degli esseri viventi (ma non è mia intenzione fare questa divagazione) a cui associamo queste attrezzature fatte apposta per farli morire e ricomperare dopo una settimana.
Il Nemo che il papà compera per il suo bimbo che va a casa con il pesce vivo ed il sacchetto di sale con l'acqua ancora da preparare...visto con i miei occhi.... :(
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 5129
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Nijk » 05/05/2016, 21:16

Ma infatti il punto è dare un reale valore alle cose e pagare il giusto.
Non vale la pena comprare tre volte una cosa che non funziona e che si rompe dopo pochi giorni quando puoi comprarne una che duri di più al triplo del prezzo...

Nel tuo caso il negoziante cinese ti ha fatto sicuramente un favore, ma il punto è proprio che ti ha fatto un favore, quando invece avresti dovuto pretenderlo visto che non è possibile che un orologio duri un solo giorno ... al di là del prezzo, uno o cento euro che sia, i soldi che ti ha chiesto li hai pagati, non è che lui li regala gli orologi ...

Per lo scontrino diciamo che non generalizzerei, ci sono italiani corretti e meno corretti così come ci sono anche cinesi corretti e meno corretti, fino a qualche anno fa se gli chiedevi la fattura ti guardavano strano perché nemmeno sapevano cosa fosse ... ora è un bene per tutti che anche loro si stiano cominciando ad adeguare ed integrare anche in questo senso.

Per me però il mistero più grande resta quello dei funerali ... ma i cinesi muoiono?
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Diego » 05/05/2016, 21:19

Nijk ha scritto:ma i cinesi muoiono?
Sì, ma vengono riportati in patria.
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 5129
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Nijk » 05/05/2016, 21:22

Diego ha scritto:
Nijk ha scritto:ma i cinesi muoiono?
Sì, ma vengono riportati in patria.
Ma quando prima o dopo il decesso?
Non credo sia proprio semplice trasportare un cadavere...qua da noi ti fanno problemi pure per cacciarlo dall'ospedale... :-?
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1734
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Forcellone » 06/05/2016, 10:41

Non sono dello stesso parere, personalmente se posso compro le cose di una certa qualità, magari poche ma buone.
Anche se non vale al 100%, ma dove mi è accaduto su cose come le scarpe, vestiti PC ecc.... Se qualcosa non ha funzionato con un bel po' di insistenza e rompendo le scatole mi è stato sempre cambiato o rimborsato l'artico.
Devi insistere e se serve conservare le ricevute, ma diciamo che al 99% sono riuscito a recuperare il giusto.

Stessa cosa sui vari componenti del PC, mi faccio tutto da solo e direttamente con le case dei vari componenti, spedisci con i vari documenti e anche dopo anni mi sono stati sostituiti. Ci sono articoli con garanzia che vanno anche oltre i due anni, come gli HD di una certa ditta e qualità, entro 5 anni li ricambiano, ma in pochi lo sanno e non ci perdono un minimo di tempo per la sostituzione. Mi è accaduto, andando dal negoziante mira a vendertene un altro e comunque te la "fa pesare molto".

Comunque, in generale preferisco puntare sulla qualità dove posso, anche per non avere continue rotture di scatole, odio rifare più volte le stesse cose. Poi viene per prima la sicurezza su certi articoli e non la discuto assolutamente.

Comunque personalmente vedo che la teoria del "risparmio" (anche visti i tempi) è in aumento. Come la frenesia di avere tutto come molto di superfluo ed entra in gioco la regola del "lo pago poco e se si rompe lo ricompro".

E' tutto corretto secondo come la vediamo e viviamo. :-bd

Per l'acquario ho preso una cosa "economica" perché avevo pensato che non durasse più di un anno e sono andato con il discorso "pago poco" :-\ . Oggi sono pentito ma è la vita, è anche vero che centinai di € per un acquario "sfizioso" non so se li spenderei è troppo ed ho altre precedenze :-t .

:-h
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Rox » 06/05/2016, 13:07

Nijk ha scritto:comprare tre volte una cosa che non funziona e che si rompe dopo pochi giorni quando puoi comprarne una che duri di più al triplo del prezzo...
Io parlavo del problema opposto: quando compri un prodotto da 100 euro che funziona male come quello da 20... perché in realta È SEMPRE quello da 20, con qualche abbellimento nell'imballo, nel negozio che lo vende, nella scritta sull'etichetta.

In aquariofilia, di questi esempi ne abbiamo a centinaia.
- Una marca tedesca vende tre spugnette di lana perlon da 10 cm; la confezione costa 8-10 euro.
- In un negozio di elettrodomestici, compri un foglio di quella per le cappe aspiranti, spendi lo stesso prezzo e di spugnette ce ne ritagli 30-40.
- Dai cinesi, lo stesso foglio costa 1.40 (comprata sabato per la mia cappa).

Parliamo di lana perlon, il prodotto più insignificante che esista, senza problemi di tolleranze, resistenza al calore, sicurezza elettrica, ecc. ecc.
Quella è tutta uguale!... La differenza è solo nell'esibizione di una scritta.

Dai cinesi, qualche volta ci si può rimanere fregati, ma vale la pena provarci perché il rischio è di pochi euro, se il prodotto non funziona.
In cambio, ti offrono la certezza di pagare solo la sostanza, non le etichette che "fanno figo".
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
alessio0504
star3
Messaggi: 4823
Iscritto il: 14/12/15, 1:50

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di alessio0504 » 06/05/2016, 14:14

Rox ha scritto:
Nijk ha scritto:A me due lampade dennerle difettose me le hanno cambiate subito e gratise per esempio.
A me si è rotto un orologio cinese, comprato il giorno prima per mio figlio (5 Euro).
Torno in negozio per ricomprarlo, non chiedevo nessuna garanzia; oltre al prezzo insignificante, avevo anche buttato lo scontrino. :-??

La negoziante mi ha riconosciuto:
  • - Ma lo vuole uguale a quello di ieri?
    - Sì perché quello si è rotto subito, ma a mio figlio piaceva quel colore...
Risultato: me lo ha cambiato subito, anche senza scontrino e senza riavere indietro quello rotto.

A proposito...
Non so voi, ma io non sono mai uscito da un negozio cinese, da un ristorante cinese, da un parrucchiere cinese, senza uno scontrino, una fattura o una ricevuta fiscale.
...E non ho mai dovuto chiederla.
Non posso dire la stessa cosa degli Italiani.

Per concludere, quello che a cqrfl è accaduto con le scarpe cinesi, a me è capitato dall'italianissimo "Pittarello"... Ma purtroppo non costavano 5 euro.

Ragazzi, quello che conta è pagare per ciò che si compra.
- Se mi offri robaccia e ti pago 3 euro, va bene.
- Se mi offri roba buona e te ne pago 40, va bene lo stesso.
Quello che conta è non pagare 40 per il prodotto da 3, perché firmato, reclamizzato e trendy.
Sulla prima parte ti dico una cosa. Non me la invento ma è così. Quando apri una ditta come ben saprai le tasse te le posticipano. Non è che non le paghi ma arrivano in seconda battuta. I cinesi aprono e fatturano TUTTO. Dopo due anni chiudono la ditta e la fanno aprire (stesso fondo è stessa merce) al fratello, poi alla moglie, poi al figlio più grande. Poi mettono da parte due soldi e fanno venire qui il cugino con moglie e prole. E le persone a cui intestare la ditta si moltiplicano.
Un italiano che non fa così cerca di fare qualche scontrino in meno perché la pressione fiscale è molt alta e forse la sua attività non sarebbe in grado di sopravvivere oggigiorno...
Ma questa è un'altra storia....


Sulla seconda parte io la vedo così! Se uno prende le scarpe da Pittarello, Scarpe&Scarpe o Bata può anche prenderle al market cinese: stessa qualità a prezzi doppi.
Se vai a prendere le scarpe alla Geox non le paghi 10€ come al market cinese, non le paghi 20€ come da Bata. Le paghi 35€ ma sono di un'altra qualità. Magari sui quei 35€, 7 o 8 sono di spese di marketing etc etc ma lo standard qualitativo del marchio è tutt'altro.
Si viaggia non per cambiare luogo, ma idea.
(Hippolyte Adolphe Taine 1828-1893)

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 5129
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Nijk » 06/05/2016, 15:11

Rox ha scritto:Io parlavo del problema opposto: quando compri un prodotto da 100 euro che funziona male come quello da 20... perché in realta È SEMPRE quello da 20, con qualche abbellimento nell'imballo, nel negozio che lo vende, nella scritta sull'etichetta.

In aquariofilia, di questi esempi ne abbiamo a centinaia.
- Una marca tedesca vende tre spugnette di lana perlon da 10 cm; la confezione costa 8-10 euro.
- In un negozio di elettrodomestici, compri un foglio di quella per le cappe aspiranti, spendi lo stesso prezzo e di spugnette ce ne ritagli 30-40.
- Dai cinesi, lo stesso foglio costa 1.40 (comprata sabato per la mia cappa).
Tu pensa che in questo topic addirittura era stato avanzato il sospetto che molti dei materiali utilizzati dai cinesi fossero tossici :-?

Comunque, a parte questo aspetto non so fino a che punto veritiero, per il resto la considerazione che fai è corretta e non credo ci possano essere discussioni, anzi io ti dico di più, ci puoi aggiungere tranquillamente anche pietre porose, retini, campane aspirarifiuti, forbici, pinze, raccordi vari ecc ... basta solo digitare la parola acquario su un qualsiasi e-commerce cinese e vedrai che praticamente trovi tutto ciò che è in vendita nei reparti acquari cinesi ma anche molti dei prodotti in catalogo sui tanti shop on line del settore, solo che magari in quest'ultimo caso non ci si pone nemmeno il problema se sia "roba" cinese o meno.
Di lana perlon con 10 euro te ne mandano un bancale dalla Cina, magari tra due mesi ma ti arriva ...
Oramai, purtroppo per certi versi, occupazione in primis, tutto viene da lì, in un modo o nell'altro.
Io stesso ci passo spesso dai cinesi, e se vedo qualcosa che mi può servire la prendo, che sia per l'acquario o meno, in rapporto alla qualità del prodotto poi in alcuni casi conviene e in altri no, tutto qua, basta solo fare le giuste valutazioni personali.

Se parliamo però di attrezzature un pò più particolari, tipo filtri, pompe, riscaldatori, impianti di illuminazione ecc il discorso cambia, che sia una ditta cinese o occidentale, ma non si scappa, magari quella cinese "buona" la paghi un pò di meno, ma comunque se la fanno pagare meglio ugualmente.
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti