Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 2169
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di cqrflf » 05/05/2016, 3:23

Nella mia campagna di denigrazione dei prodotti Cinesi di infima qualità (ci sono anche quelli buoni comunque), vorrei raccogliere qui qualche esperienza ed opinione su quelli che sono potenzialmente letali e che possono in un solo giorno sterminare gli abitanti di un intero acquario.

Incomincio stilando una lista alla quale tutti possono contribuire ad aggiungere delle voci e/o scrivere le proprie esperienze o le proprie opinioni.

1) Mangiatoia automatica, si inceppa rovesciando tutto il contenuto di un mese in un solo pasto.
2) Componenti per CO2 si danneggiano facendo uscire tutto il gas della bombola in un solo giorno.
3) Elettrovalvola, dura 5 mesi massimo.
4) Lampade fluorescenti, durano 2 mesi poi la luce diminuisce al quarto mese si bruciano.
5) Oggetti in plastica, tutti fatti con plastiche di recupero altamente tossiche, spesso si riconoscono dall'odore nauseabondo che può saturare un ambiente chiuso.
6) Lampade per rettili durata da 5 minuti a 2 settimane. Comprate 7.
7) Mangimi fatti con.....non oso nemmeno immaginare cosa......
8) Filtri vari, fatti con materiali ultra scadenti si rompono quando si cerca di smontarli per la manutenzione ordinaria.
9) Materiali elettrici, vanno in corto più facilmente causando potenziali incendi.
10) Componenti in plastica, dettagli, maniglie e minuteriee (non solo Cinesi anche di altri produtttori), si rompono al minimo sforzo oppure se non si capisce come vanno maneggiati. Es. riflettori lampade fluorescenti, clips di plastica vecchi filtri ecc.
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Diego » 05/05/2016, 7:56

Per me la lista andrebbe fatta riferendosi ai prodotti di infima qualità, a prescindere dalla provenienza, sia essa cinese, italiana,...

Per dire, ho delle CFL della China-light (un nome, una garanzia, direte?) eppure funzionano da oltre sei mesi col coperchio chiuso.

Per me alla fine si tratta di non lasciarsi allettare dal prezzo troppo basso. Dicono "chi più spende, meno spende", ma con un po' di criterio (sono di braccino corto, ma piuttosto che mi vada a fuoco la casa, spendo due euro in più)
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
ocram
Ex-moderatore
Messaggi: 3857
Iscritto il: 02/04/15, 10:14

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di ocram » 05/05/2016, 8:05

Fondamentalmente quando su qualcosa ci si può risparmiare, lo facciamo volentieri.
Poi c'è chi vuole risparmiare sul risparmio, risparmiare ancora e ancora.
Quell'ultimo "ancora" ci porta alla qualità non solo scadente, ma anche di scarto e dannosa.
Quando il risparmio arriva al troppo, si finisce per dover sostituire, o meglio ricomprare, un prodotto, spendendo il costo che avremmo affrontato acquistando subito un oggetto di qualità ottima.
Oggetto di ottima qualità: no, costa troppo;
Media qualità: sì, se voglio un prodotto valido senza spedere una fortuna, deve essere selezionato tra i migliori dei meno costosi;
Scarsa qualità: sì, se acquisto per necessità e ho bisogno di precise funzionalità;
Scarsissima: no, rischio di escludere anche le funzionalità che mi servono.

Sinteticamente ragiono sempre così per ogni acquisto che faccio.
Dove giace il frutto soffocante che giunse dalla mano del peccatore io partorirò i semi dei morti per dividerli con i vermi che si raccolgono nelle tenebre e circondano il mondo col potere delle loro vite...



Area X

Avatar utente
FedericoVR
star3
Messaggi: 414
Iscritto il: 11/11/14, 22:11

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di FedericoVR » 05/05/2016, 8:48

Esiste qualcosa non prodotta un Cina o che non ha almeno un componente prodotto in Cina ?

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 5242
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Nijk » 05/05/2016, 9:47

Io ormai non distinguerei più tra cinese o non cinese, ma tra un prodotto di qualità e uno che non lo è.
La marca ti assicura un certo controllo e una certa garanzia sul prodotto, al di là di dove sia stato costruito, non si può certo pretendere che una pompa da 4 euro sia uguale ad una di 30 o un LED da 10 euro sia identico ad uno da 100 :-?

Per quanto riguarda la qualità delle plastiche probabilmente in Cina ci saranno regolamentazioni diverse e alcune tipologie di materiale da noi vietati saranno effettivamente utilizzati da loro, ma io ho notato che nel reparto acquari dei negozi cinesi che frequento ci sono spesso alcune cose che ritrovo anche su siti on line italiani del settore, rivenduti chiaramente con un forte sovrapprezzo.
In quel caso però noi non ci chiediamo se le plastiche siano tossiche ...
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Silver21100
Ex-moderatore
Messaggi: 4083
Iscritto il: 07/06/15, 17:41

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Silver21100 » 05/05/2016, 10:07

il Topic è intrigante ed utilissimo solo se si riesce a focalizzare meglio il problema…
Non è giusto affermare che tutto ciò che viene prodotto in Cina è pessimo e dannoso, spesso gli articoli o i componenti di note marche che vantano serietà ed affidabilità sono prodotti in Cina e questo vale per quasi ogni settore, dall’abbigliamento all’elettronica e chissà quant’altro
Se vogliamo mirare soprattutto ai numerosi market che spuntano come funghi dall’oggi al domani vendendo merce di dubbia qualità ben venga, ma facciamolo con criterio e soprattutto senza pregiudizi.
Risparmiare qualche euro non fa schifo a nessuno, quindi se si trova sul mercato un “made in PRC” assemblato a regola d’arte con gli stessi componenti usati da grandi marche perché no ?
Cerchiamo d’imparare a scoprire il prodotto di qualità in base alle esperienze di ciascuno di noi , impariamo a diffidare dei prezzi troppo bassi e questo vale anche per in prodotti “made in Italy” che qualche volta sono prodotti cinesi assemblati e confezionati in Italia.
La plastica del filtro o della componentistica di una vasca venduta a prezzi stracciati puzza e sembra stranamente fragile? è giusto non fidarsi
Componentistica elettrica di vario genere venduta a pochi centesimi ? io dico “NI”, se si tratta di componentistica delicata in grado di provocare incendi o danni , scartiamola a priori, se si tratta di articoli come un portalampada di ceramica o una lampadina che alla meno peggio più che fulminarsi non può fare, magari un tentativo dettato dalla necessità del momento lo si può anche fare.
Infine non dimentichiamo una cosa , forse banale che non ha nulla che fare col presunto risparmio di una manciata di centesimi, a volte il negozio cinese è comodamente a due passi da casa , quindi perché non approfittarne imparando cosa comprare e cosa evitare?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Rox » 05/05/2016, 11:34

Il prodotto cinese, bengalese, indonesiano, ecc. ecc., di solito costa meno per due motivi fondamentali:
  • 1) Il dipendente cinese lavora come un cammello per un tozzo di pane, in condizioni che qui da noi chiameremmo "schiavismo".

    2) Non paga un centesimo in marketing, publishing, branding... tutte quelle castronerie tipicamente occidentali, che fanno vendere un prodotto perché "di tendenza".
In entrambi i casi, questo non ha nulla a che fare con la qualità.
Talvolta, tuttavia, può capitare che... esagerino. :-??

Avendo il prezzo come unica arma, contro i prodotti "firmati", in certi casi cercano di limarlo fino all'impossibile, offrendo prodotti dove anche la qualità risulta compromessa.

In sostanza, se io compro una camicia di Dolce & Gabbana, la pago 200 euro.
Se la vendesse un cinese, con gli stessi tessuti, coloranti, tolleranze, bottoni e cuciture, ne costerebbe 20.
A volte, quel cinese non si accontenta della sua competitività; cerca quindi di ridurre ulteriormente i costi, arrivando a proporla a 10... a 5... ma così facendo va ad intaccare anche la qualità, perché deve risparmiare su stoffe, cuciture, ecc.
Nel boccale, non riduce solo la schiuma, ma anche la birra.

Spesso, la camicia che compriamo firmata viene comunque prodotta da cinesi, ma il committente pretende quella da 20 euro, non quella da 5.
Se noi la paghiamo 200, i 180 rimanenti non c'entrano nulla con la superiorità qualitativa.
Servono a pagare la boutique esclusiva, con le vetrine sul corso principale; oppure qualche divo holliwoodiano, che indossa quella camicia in uno spot televisivo.

...Ma soprattutto, deve costare 200 euro perché è proprio quello che la rende desiderabile.
Se ne costasse 25, non sarebbe più uno status symbol; perderebbe la sua funzione principale, che consiste nella pura e semplice esibizione di ricchezza.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6121
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Paky » 05/05/2016, 12:22

Rox, il tuo raggionamento non fa.. Una piega! =)) =))
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 2169
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di cqrflf » 05/05/2016, 12:30

Grazie per la partecipazione, sono d'accordo con quello che dite e volevo sottolineare anche che ho scritto all'inizio della discussione che ci sono anche i prodotti Cinesi di buona qualità ed hanno prezzi comparabili ai nostri.
Forse sono stato un po' generico, per Cinese intendevo tutto ciò che normalmente è scadente ma anche di altre provenienze.

Qui sarebbe interessante se qualcuno vi riportasse qualche grave incidente potenzialmente fatale come per esempio io con la mia mangiatoia che si è inceppata e ha buttato in acqua tutto il cibo una volta sola. Meno male che sono casualmente arrivato dopo qualche ora e sono riuscito ad intervenire evitando il peggio.
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 5242
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Re: Prodotti Cinesi che ci danneggiano gravemente

Messaggio di Nijk » 05/05/2016, 12:37

La qualità è un qualcosa che anche i cinesi sono in grado di assicurare ormai, e se la fanno anche pagare, di sicuro molto meno dei rispettivi prodotti "occidentali" super pubblicizzati, e per via anche di tutti i motivi indicati da Rox, ma ormai con pochi euro stai sicuro che ti daranno qualcosa che vale quanto costa ...

Anche la Apple produce i suoi Iphone in Cina ma questo non vuol dire che tutti i telefoni cinesi siano uguali, perchè anche qualora la produzione sia fatta all'interno della stessa fabbrica la componentistica è diversa e la qualità inevitabilmente cambia.

In Italia succedeva la stessa cosa nelle tante sartorie locali che prima riuscivano a lavorare grazie alle commissioni assicurate dalle grandi marche di abbigliamento.
Tessuto ed etichette erano forniti dall'azienda committente e sufficienti per un numero ben preciso di capi.
Il controllo qualità successivo sui pezzi fallati era assicurato dalla stessa azienda committente.
Alla sartoria restavano però spesso sia i capi fallati che le specifiche del pezzo prodotto, e con le misure dei tavoli da taglio tessuto già impostati in genere si andava a produrre un'ulteriore stock di capi, identico "esteticamente" in tutto e per tutto a quello fatto la settimana prima ma assemblato con materie prime diverse e comunque non soggetto a particolari standard qualitativi da rispettare (cuciture, rifiniture ... tempo), causa mancato pagamento della commissione.
Immagino che adesso in Cina le cose siano più o meno simili :-?

Tornando all'acquariofilia accade la stessa cosa.
Io utilizzo, ad esempio, un filtrino interno Xilong pagato 4 euro dai cinesi, il corrispettivo "europeo" marchiato sera, ehiem ecc ... so bene che non lo avrei pagato meno di 15 euro ma per quello che serve a me il suo lavoro lo fa, anche se dopo 20 minuti ha cominciato a fare rumore.
Ora anche la componentistica Ehiem probabilmente sarà prodotta in Cina ma se i loro filtri non fanno rumore ci dovrà pur essere un qualche motivo ...

Per quanto riguarda il discorso illuminazione e LED in particolare la cosa è ancora più evidente, ci sono prodotti cinesi che costano 10 euro e altri sempre cinesi che ne costano 100, comunque sempre meno dei corrispettivi europei, ma la differenza di prezzo è dovuta al fatto che la qualità e l'efficienza del prodotto è diversa, anche tra due prodotti di due aziende cinesi in tutto e per tutto.

Per me quindi dipende molto da cosa ci serve e cosa si pretende dal prodotto cinese, perchè la qualità se si cerca si trova anche in Cina e per ora ancora ad un buon prezzo, poi se preferiamo acquistiamo una CFL cinese a 2 euro e ci lamentiamo che si fulmina dopo pochi mesi quando si trovano le Philips a qualche euro in più probabilmente siamo noi che sbagliamo la valutazione :-h
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti