300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere piante

Galleggianti, palustri... acquatiche

Moderatori: Nijk, Matty

Bloccato
Avatar utente
pantera
star3
Messaggi: 1966
Iscritto il: 03/01/14, 16:22

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di pantera » 04/05/2016, 15:36

Se metti poca CO2 le piante sono rallentate, a questo punto segui il protocollo ada senza uscire pazzo a trovare le carenze ma quel protocollo prevede CO2 a sufficienza

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di Yellowstone1977 » 04/05/2016, 16:04

Beh cmq per "poca CO2" intendo 1,5 bolle al secondo eh .

Quindi dici di quintuplicare il protocollo ADA e somministrare 15ml di potassio al giorno , 15ml di fertilizzante a giorni alterni , 60 gocce di ECA (ferro concentrato) a giorni alterni e 15ml di special lights ?

Non sono un esperto ma dopo 6 anni di acquariofilia con i miei 5 acquari posso affermare con certezza che fare questa mossa equivale ad un'esplosione algale da guinness .

Se le piante fossero rallentate , ci sarei arrivato da solo che basta aumentare fertilizzanti e CO2 ... ma qui sono proprio bloccate e marciscono .
Vi sto dicendo che le cose banali le avevo già provate prima , ho provato a seguire il metodo da voi indicato (mani in tasca e zero cambi acqua) , ho provato mille altre cose ma siamo arrivati ad un punto che le banalità le abbiamo provate tutte senza vedere ste fottute piante crescere .
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Jack of all trades
Ex-moderatore
Messaggi: 1196
Iscritto il: 18/05/14, 9:41

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di Jack of all trades » 04/05/2016, 16:19

Ma nel ritornare ad ADA hai fatto un po' di cambi per "resettare" dagli accumuli precedenti?

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di Yellowstone1977 » 04/05/2016, 16:41

Jack of all trades ha scritto:Ma nel ritornare ad ADA hai fatto un po' di cambi per "resettare" dagli accumuli precedenti?
Ovviamente .
Anche se di accumuli non se ne poteva parlare visto che praticamente non fertilizzavo da mesi in tentativo di abbassare il KH schizzato a 9 per via delle pietre che avevo (ADA anche quelle le quali sono andate bene finchè il terreno assorbiva i carbonati da loro prodotti . Poi , dopo 1 anno il terreno si è saturato ed i carbonati hanno innalzato il KH che ora invece è intorno al 6)
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
giampy77
Ex-moderatore
Messaggi: 6296
Iscritto il: 26/04/14, 23:10

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di giampy77 » 04/05/2016, 21:20

Secondo me la situazione non migliora cambiando il protocollo di fertilizzazione ( infatti non é cambiata) uno vale l'altro. Con entrambi introduci potassio, magnesio ecc. Le differenze nel metodo di fertilizzazione le fanno sostanzialmente: il prezzo (con il PMDD con quattro spicci riesci e introdurre un quantitativo notevole di fertilizzanti) e il fatto che mettendo nitrato di potassio non sono piu necessari i cambi frequenti d'acqua, come invece spesso, per non dire sempre, succede con gli altri metodi, che ti fanno introdurre il solfato di potassio, tutto qua. Se ti trovi bene con il fertilizzante X, tienilo pure l'importante é avere la conoscenza di cio che si mette in vasca e del perché succedono determinati problemi, riuscire ad arginarli e a risolverli. Due anni fa non sapevo nemmeno cosa era un biotopo, oggi ho una vasca che poto settimanalmente e che non fa cambi d'acqua da ottobre 2015, insomma ritengo che quando si sceglie una strada ci si debba credere fino infondo oppure e meglio non iniziare.
La misura dell'intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario. Albert Einstein

Avatar utente
pantera
star3
Messaggi: 1966
Iscritto il: 03/01/14, 16:22

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di pantera » 04/05/2016, 21:31

Yellowstone1977 ha scritto:Se le piante fossero rallentate , ci sarei arrivato da solo che basta aumentare fertilizzanti e CO2 ... ma qui sono proprio bloccate e marciscono .
Yellowstone1977 ha scritto: se di accumuli non se ne poteva parlare visto che praticamente non fertilizzavo da mesi i
Yellowstone1977 ha scritto:Quindi dici di quintuplicare il protocollo ADA e somministrare 15ml di potassio al giorno , 15ml di fertilizzante a giorni alterni , 60 gocce di ECA (ferro concentrato) a giorni alterni e 15ml di special lights ?
Dico che se quelle piante non le fertilizzi a dovere con la giusta CO2 e fertilizzanti è ovvio che hai piante che marciscono ed alghe
Yellowstone1977 ha scritto:Non sono un esperto ma dopo 6 anni di acquariofilia con i miei 5 acquari posso affermare con certezza che fare questa mossa equivale ad un'esplosione algale da guinness .
Invece far partire le piante è esattamente ciò che va fatto non presenza di alghe ;)

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di Yellowstone1977 » 05/05/2016, 7:58

giampy77 ha scritto:Secondo me la situazione non migliora cambiando il protocollo di fertilizzazione ( infatti non é cambiata) uno vale l'altro. Con entrambi introduci potassio, magnesio ecc. Le differenze nel metodo di fertilizzazione le fanno sostanzialmente: il prezzo (con il PMDD con quattro spicci riesci e introdurre un quantitativo notevole di fertilizzanti) e il fatto che mettendo nitrato di potassio non sono piu necessari i cambi frequenti d'acqua, come invece spesso, per non dire sempre, succede con gli altri metodi, che ti fanno introdurre il solfato di potassio, tutto qua. Se ti trovi bene con il fertilizzante X, tienilo pure l'importante é avere la conoscenza di cio che si mette in vasca e del perché succedono determinati problemi, riuscire ad arginarli e a risolverli. Due anni fa non sapevo nemmeno cosa era un biotopo, oggi ho una vasca che poto settimanalmente e che non fa cambi d'acqua da ottobre 2015, insomma ritengo che quando si sceglie una strada ci si debba credere fino infondo oppure e meglio non iniziare.
Anche io nel mio Elos assisto alla vertiginosa crescita del Myriophyllum di 60 cm in 10 giorni , della Shinnersia Rivularis che i 55 li percorre in 7 giorni e di tutte le altre piante che mi danno circa un sacchetto di potature settimanali :D
Anche io nel mio acquario Discus sono intervenuto nello sfoltimento delle Echinodorus che avevano dimensioni estreme e pur con gestione differente ho sempre visto le piante sanissime comprese quelle che mettevo a scopo "filtraggio biologico"
Anche io nel mio caridinaio non so manco cosa sia un'alga e vedo le piantine crescere in base ai criteri di luce e fertilizzazione che ho imposto . Vedo i gamberetti che si moltiplicano e smangiucchiano felici tutto il giorno .
Anche io ... ecc ecc

Io sto parlando di questa vasca 300litri ADA perchè tutte le banalità che , GIUSTAMENTE , mi rispondete come prima battuta le ho già ovviamente vagliate . Voglio dire , pur tarello che io possa essere , dopo 6 anni in cui non passa giorno in cui non dedichi almeno un'attimo ad uno dei miei acquari (anche solo nell'osservazione o fotografia) qualcosa avrò ben imparato no ?
Quanto mi dici sono osservazioni ovvie che do per scontate (difatti il PMDD l'ho provato per ragioni economiche) , ma in questa vasca c'è proprio qualcosa che non riesco a cogliere e ti ripeto che le cose più basilari le ho già vagliate tutte (passare da non fertilizzare a fertilizzare molto in modo graduale, cambiare lampade , accentuare al limite la CO2 , fertilizzare il substrato , monitorare i valori basilari KH, GH , pH , potare a zone piccole per mantenere la massa vegetale e potare drasticamente ... ho provato tutti gli estremi variando da uno all'altro gradualmente ecc ecc ... signori chiedo a voi perchè qui c'è proprio qualcosa che ostacola le mie piantine .
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di Yellowstone1977 » 05/05/2016, 7:59

Questo era lui dopo quasi un anno dall'avvio :

http://www.acquariofiliafacile.it/mostr ... t7869.html
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 11223
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di GiuseppeA » 05/05/2016, 8:21

Yellowstone1977 ha scritto:ma in questa vasca c'è proprio qualcosa che non riesco a cogliere
Secondo me è colpa sua:
► Mostra testo
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
ocram
Ex-moderatore
Messaggi: 3857
Iscritto il: 02/04/15, 10:14

Re: 300 litri ex ADA ora PMDD : aiutatemi a far crescere pia

Messaggio di ocram » 05/05/2016, 9:31

Tutti ricordano il tuo acquario da urlo. ;)

Sto avendo personalmente una esperienza simile: il collasso dell'acquario di un mio amico allestito un anno fa con il tuo stesso fondo.

Io non ho potuto seguirlo quanto avrei fatto se fosse stato mio, quindi non so dirti se l'avrei salvato, ma in ogni caso l'ho potuto guidare molto bene in quanto l'abbiamo fatto insieme.

Arrivato ad un certo punto, io ho continuato a dare consigli sul da farsi, ma lui, scoraggiato, ha lasciato tutto alla deriva.

Ora l'acquario sta per entrare in fase di smontaggio, quando la vegetazione, lasciata a sé stessa, cresce riempiendo la vasca.

Questo fondo, dopo un determinato tempo, crea grandi problemi, ma la morale mi sa che l'hai capita e già ricevuta: pazienza.

Ti sarai stufato di sentirtelo dire, ma la strada è quella.
Purtroppo non posso dirti quanto lontano questa strada potrebbe portarti avendo quel fondo.
Dove giace il frutto soffocante che giunse dalla mano del peccatore io partorirò i semi dei morti per dividerli con i vermi che si raccolgono nelle tenebre e circondano il mondo col potere delle loro vite...



Area X

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti