acquario disastrato

Galleggianti, palustri... acquatiche

Moderatori: Nijk, Marta

Rispondi
Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

acquario disastrato

Messaggio di darioc » 02/09/2014, 1:14

Salve a tutti :-h
sono tornato dalle vacanze e ho trovato il mio 50 l devastato X( : CO2finita, diatomee, carenze e marciumi dal basso che hanno risparmiato solo l ' hygrophila. Penso che questi ultimi siano stati causati da lemna e limnophila che hanno coperto quasi mezza superficie con un inco indescrivibile che nn lasciava passare abbastanza luce. Voi cosa pensate? Inoltre ludwigia hygrophila e micranthemum presentano dei buchi sulle foglie piu vecchie. Ovviamente non concimavo da quando ero partito ( di solito uso ilpmdd di Rox) penso si tratti di una carenza di K ma non sono molto esperto, voi cosa dite? Mi ha lasciato sconcertato il fatto che la ccarenza abbia colpito anche l 'hygrophila. Vosto che alla base non era marcita credo avrebbe dovuto continuare a prendere il potassio dal fondo fertilizzato :-? Inoltre la ludwigia non mi risulta sia molto avida di potassio. Grazie in anticipo a chi chiarira i miei dubbi.
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: acquario disastrato

Messaggio di Rox » 02/09/2014, 11:55

Il mio piano sarebbe questo:

- Eliminare quasi tutta la Lemna minor, per restituire luce.
- Potare tutto tenendo solo le talee più alte, prima che le marcescenze risalgano gli steli coinvolgendo tutte le piante.
- Ripartire da 4 ore di fotoperiodo, aumentando mezz'ora la settimana.
- Fertilizzare solo una volta, poi aspettare la reazione delle piante. Sarebbe utile l'aiuto di un conduttivimetro; ne basta uno economico da 15 Euro.

Se puoi misurare i valori chimici, facci sapere (durezze, nitrati, pH... solite cose).
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: acquario disastrato

Messaggio di darioc » 02/09/2014, 14:20

Rox ha scritto:Il mio piano sarebbe questo:

- Eliminare quasi tutta la Lemna minor, per restituire luce.
- Potare tutto tenendo solo le talee più alte, prima che le marcescenze risalgano gli steli coinvolgendo tutte le piante.
Questo lo sto facendo ma ci vuole tempo per via del groviglio indescrivibile
- Ripartire da 4 ore di fotoperiodo, aumentando mezz'ora la settimana.
Questo per ammazzare le alghe giusto,?
- Fertilizzare solo una volta, poi aspettare la reazione delle piante. Sarebbe utile l'aiuto di un conduttivimetro
Va bene...
  • - 5 ml nitrato di potassio
    - 1 ml rinverdente
    - 0.5 ml ferro
...con le piante che ho?
Il conduttivimetro voglio prenderlo ma ci vorra un po'
Se puoi misurare i valori chimici, facci sapere (durezze, nitrati, pH... solite cose).
GH 16
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: acquario disastrato

Messaggio di darioc » 02/09/2014, 14:26

Cavoli ma come si usa il quote ~x(
Sorry i valori li avevo dimenticati
GH 16
KH tra 10 e 15
pH di solito tra 7 e 7.5 al momento del disastro 8
Temperatura 24
NO3- 50mg/l
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: acquario disastrato

Messaggio di Rox » 02/09/2014, 17:59

darioc ha scritto:Cavoli ma come si usa il quote ~x(
E' scritto qui, ma stavolta ho già sistemato io.
darioc ha scritto:Questo per ammazzare le alghe, giusto?
Non per ammazzarle, ma per evitare che si sviluppino.
darioc ha scritto:Va bene...

- 5 ml nitrato di potassio
- 1 ml rinverdente
- 0.5 ml ferro

...con le piante che ho?
Direi di sì, ma fattelo confermare dalle piante, osservando le loro reazioni nelle prossime settimane.
Quando ti arriva il conduttivimetro, facci sapere.
darioc ha scritto:NO3- 50mg/l
Quei nitrati sono alti, considerando la forte presenza Lemna minor .
Se li hai misurati con le striscette, va bene così (probabilmente sono raddoppiati), altrimenti cambia mangime o danne di meno.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: acquario disastrato

Messaggio di darioc » 02/09/2014, 23:23

Rox ha scritto:
darioc ha scritto:Cavoli ma come si usa il quote ~x(
E' scritto qui, ma stavolta ho già sistemato io.

grazie :-bd
Rox ha scritto:
darioc ha scritto:Va bene...

- 5 ml nitrato di potassio

- 1 ml rinverdente
- 0.5 ml ferro

...con le piante che ho?
Direi di sì, ma fattelo confermare dalle piante, osservando le loro reazioni nelle prossime settimane.
Si si so che devo poi vedere le reazioni delle piante e vedere la conducibilita. Ho letto l 'articolo sul pmdd compresa la parte sull 'analisi delle reazioni delle piante. Volevo sapere se aveva senso provare con quelle dosi per iniziare, come frequenza quella dell ' articolo.
Rox ha scritto:

Quei nitrati sono alti, considerando la forte presenza Lemna minor .
nella descrizione di come ho trovato l 'acquario ho dimenticato che sul fondo c 'era un bello strato di sostanza organica in decomposizione e di sicuro non era solo colpa dei pesci o del mangime : si riconoscevano ancora un bel po di pezzi di fogie e steli in decomposizione. Inoltre penzo che tutte le piante a stelo fossero bloccate, anche quelle vicino alla superficie visto che erano marcescenti e piene di diatomee.
Rox ha scritto: Se li hai misurati con le striscette, va bene così (probabilmente sono raddoppiati), altrimenti cambia mangime o danne di meno.
[/quote]
Ultima modifica di darioc il 02/09/2014, 23:28, modificato 1 volta in totale.
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: acquario disastrato

Messaggio di darioc » 02/09/2014, 23:26

Rox ha scritto:Quei nitrati sono alti, considerando la forte presenza Lemna minor .
La Lemna avrà occupato un superficie di 20×30 massimo 25×30. nella descrizione di come ho trovato l'acquario ho dimenticato che sul fondo c'era un bello strato di sostanza organica in decomposizione e di sicuro non era solo colpa dei pesci o del mangime : si riconoscevano ancora un bel po di pezzi di fogie e steli in decomposizione. Inoltre penzo che tutte le piante a stelo fossero bloccate, anche quelle vicino alla superficie visto che erano marcescenti e piene di diatomee.
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: acquario disastrato

Messaggio di darioc » 03/09/2014, 8:18

Scusate per la confusione che faccio ma sono nuovo e devo ancora anbientarmi del tutto.
Dato che il post precedente e lungo il tablet non mi permette di continuarlo.per quanto. Riguardo il mangime uso il tetra guppy, per lanquantita, beh... visto che sono stato via un bel po e l 'acquario ha solo 2 mesi ho usato la mangiatoia automatica hydor..
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Stifen
Top User
Messaggi: 1515
Iscritto il: 02/12/13, 15:53

Re: acquario disastrato

Messaggio di Stifen » 03/09/2014, 8:48

Non vorrei andare OT, ma i mangimi più inquinanti sono quelli a base di cereali, specie se a scaglie, meglio il granulare... Sempre OT: la mangiatoia automatica a meno che tu non stia via per un bel pò di tempo è sconsigliata perchè può creare più danno che utile specialmente con le scaglie che assorbono l'umidità (ultimamente piove sempre e c'è un sacco di umidità) e la inceppano, poi quando parte ne scarica una grossa quantità in vasca... fine OT
Quello che non c'è, non si rompe! - (Henry Ford)

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6861
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: acquario disastrato

Messaggio di darioc » 03/09/2014, 9:18

Non ho ben capito : quindi il mio mangime e abase dicereali :-\?
Poi magari se e cosi apro un topic in aquariologia generale per ottenere consiglie e opinioni piu approfonditi.
comunque non mi fido di lasciare senza cibo per 20 giorni un acquario di 2 mesi con dentro 10 adulti [so che sono troppo ma me li ha tirati su a casaccio uno che li aveva in un laghetto, e stato gentile e non me la sono sentita di stare a sindacare su numero e rapporto maschi e femmine, ne daro via un pochi) e 20 o 30 avannotti. Secondo voi avrei potuto o ho fatto bene cosi?
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alechine, Google [Bot], Wavearrow e 5 ospiti