cabomba caroliniana, coltivazione

Galleggianti, palustri... acquatiche

Moderatori: Nijk, Marta

Rispondi
Avatar utente
angelo2204
star3
Messaggi: 113
Iscritto il: 20/10/13, 15:20

cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di angelo2204 » 21/10/2013, 20:47

Ciao a tutti.
Ho da pochi mesi questa stupenda pianta,ma ha un costante aumento della distanza degl internodi e un imbruttimento generale....
La marsilea che si è allungata e bilobata-trilobata,la sessiliflora limnophila che ha allunganto gli internodie il comportamento della cabomba davano una chiara carenza di luce. Avevo 2 pl da 36w 7200k posizionate alte con una vasca già alta 45 cm. Ora le ho sostituite con 2 pl da 55w 6500k. La sessiliflora sta emettendo nuove foglie con internodi molti stretti,la marsilea sta marcendo le foglie più alte e credo si stia adattando alla nuova luce,la cabomba è ancora sofferente ma di un buon verde e di uno stelo abbastanza robusto e doppio. La cosa che mi chiedo e come mai non si arrossa nemmeno in cima???
Qualcuno ha esperienze di coltivazione???

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di gibogi » 21/10/2013, 20:53

ciao Angelo, per capirci meglio sarebbero opportune delle foto.

La cabomba, quando ha lunghi internodi, è sinonimo di carenza di potassio.

Per quanto riguarda il viraggio dal verde al rosso delle piante, oltre alla luce, che vedo nel tuo profilo, sembra non essere un problema, serve il ferro.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Specy
Ex-moderatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: 20/10/13, 12:34

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di Specy » 21/10/2013, 21:36

angelo2204 ha scritto:Ciao a tutti.
La sessiliflora sta emettendo nuove foglie con internodi molti stretti,la marsilea sta marcendo le foglie più alte e credo si stia adattando alla nuova luce,la cabomba è ancora sofferente ma di un buon verde e di uno stelo abbastanza robusto e doppio. La cosa che mi chiedo e come mai non si arrossa nemmeno in cima???
Qualcuno ha esperienze di coltivazione???
Se la domanda della mancanza di arrossamento è relativa alla Cabomba caroliniana credo che questa non arrossisca; almeno non ho mai sentito dire che questa diventi rossa. La Cabomba rossa per definizione è la furcata, oppure la palaeformis red, però quest'ultmia non ho mai sentito qualcuno che l'abbia in vasca. Secondo me se la caroliniana è rossa/rossiccia avrà probblemi di carenze di qualche elemento , per esempio lo zolfo; e ciò sarebbe innaturale per una caroliniana. Però aspetta qualcuno di più esperto di me che ti possa dire qualcosa di più.
Una cosa è certa, se vuoi che la Cabomba abbia gli internodi stretti, occorre dargli potassio in quantità, perchè ne è molto ghiotta.
E' anche una pianta che richiede tanta luce, ma mi sembra che da questo punto di vista sei ben messo con 110W/90l hai voglia =))
Non dimenticare la somministrazione di magnesio che porterebbe all'ingiallimento delle sue foglie.
-------------------------------------------------------
aggiunto :

Comunque considera che è una pianta che vive normalmente in zone dove l'acqua è poverissima di elementi nutritivi ( la forma delle sue foglie gli permette di "prendere" piccolissime quantità ), e dove,per ciò, pochissime altre piante possono vivere . per cui,credo che ( anche se non l'ho mai vista nelle zone dove vive ) normalmente, in natura non abbia gli internodi corti.
Inviato dal mio ZenFone 2 64gb :-h Giuseppe

Avatar utente
angelo2204
star3
Messaggi: 113
Iscritto il: 20/10/13, 15:20

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di angelo2204 » 21/10/2013, 21:47

Specy ho letto dalle schede che l'apice tende al vinaccia.......
Con 72w su 90litri netti è stato un insuccesso totale :-s Adesso le cose migliorano... In firma ho messo una descrizione un pochino più dettagliata :)

Avatar utente
Specy
Ex-moderatore
Messaggi: 3868
Iscritto il: 20/10/13, 12:34

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di Specy » 21/10/2013, 22:12

Specy ho letto dalle schede che l'apice tende al vinaccia.......
Sinceramente , mai sentito dire , quali schede ?

Non voglio insistere , ma per me è un probblema di mancanza di potassio. La potenza luminosa non c'entra niente. Infatti ho un rapporto di 0,78W/l e quando la vasca andava bene la Cabomba era splendida con gli internodi corti .
Inviato dal mio ZenFone 2 64gb :-h Giuseppe

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di Rox » 22/10/2013, 0:14

angelo2204 ha scritto:Specy ho letto dalle schede che l'apice tende al vinaccia.....
La Cabomba caroliniana non diventa rossa nemmeno con il Sole naturale.
Probabilmente, chi ha scritto quella scheda ha visto una presenza di antocianine, dovute a carenza di zolfo.

Gli internodi sono sempre lunghissimi, in natura. Lo scopo della sua vita è quello di raggiungere velocemente la superficie, per procurarsi CO2 di cui è sempre carente, per via delle foglie segmentate.

In acquario non ci piace, la vogliamo folta anche in basso.
Per riuscirci, gli forniamo quantità innaturali di potassio e CO2 (anche oltre i 40 mg/litro, talvolta).
Inoltre, quando la potiamo, buttiamo via la parte inferiore per tenere sempre la più bella.
E' così che vengono ottenute, certe foto che vedi in rete.

In altre parole, puoi dargli tutta la luce che vuoi, ma se non è in equilibrio con la CO2 non serve a nulla.
O meglio... serve ad altri ospiti: alghe e cianobatteri.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
angelo2204
star3
Messaggi: 113
Iscritto il: 20/10/13, 15:20

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di angelo2204 » 22/10/2013, 1:29

Eh forse ho trovato l'errore....ho visto le foto in mezzo ci è capitata anche questa cabomba Piauhyensis che altro non è che la furcata e ci sono alcune completamente verdi con gli apici rossi....e l'avrò confusa con schede di altre piante :-q
Con bombe di potassio gli internodi si accorciano????

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: cabomba caroliniana, coltivazione

Messaggio di Rox » 22/10/2013, 3:03

angelo2204 ha scritto:Con bombe di potassio gli internodi si accorciano????
Devi fare in modo che la pianta non cerchi la superficie.
Per riuscirci devi dargli luce forte, e già lo fai, e CO2 più alta che puoi.

Ottenuti questi due risultati... ti manderà l'acquario in carenza di potassio!
Comincierà ad assorbirne a palate, creando problemi alle altre piante.
Ecco perché devi dargli potassio: come conseguenza di luce e CO2.

Potresti dover introdurre artificialmente perfino i nitrati, perché una Cabomba in quelle condizioni ha una velocità di crescita... che le foglie alte si mettono il casco, quelle basse si allacciano le cinture. :D
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti