Ludwigia palustris.

Galleggianti, palustri... acquatiche

Moderatori: Nijk, Marta

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 18/05/2015, 16:28

darioc ha scritto:Si vede che la dose che dai si esaurisce in 3/4 gg. ;) Quanto dai?
Sì, è quello che ho pensato io, che la dose si esaurisca in quel dato lasso di tempo. Al momento lo doso il Giovedì e la Domenica, 3 ml su tutto il volume di 240 litri.

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di darioc » 19/05/2015, 11:06

Ne dai abbastanza... Prova ad usare il test...
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 21/05/2015, 10:29

In che senso? Un test NO3- per vedere a che punto sono?

Lo faccio puntualmente ma il fatto è che se la ragione delle aeree è la richiesta di Azoto, io lo doso e vedo che rallentano e poi riprendono, il test può dire tutto ma io dovrò ridosare.

Cioè, almeno io mi regolo così: il test NO3- lo faccio praticamente tutte le settimane ma decido cosa dosare, quanto e quando solo guardando le piante. Non posso dire di poter fare a meno dei test perché per scrupolo mi piace sapere più o meno a che punto siamo però non li uso per decidere le dosi anche perché non ho l'esperienza per dire che una tale vasca funzionerà a NO3- x o y o z. Vado a braccio via!

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di darioc » 21/05/2015, 11:10

Oladol ha scritto:In che senso? Un test NO3- per vedere a che punto sono?

Lo faccio puntualmente ma il fatto è che se la ragione delle aeree è la richiesta di Azoto, io lo doso e vedo che rallentano e poi riprendono, il test può dire tutto ma io dovrò ridosare.

Cioè, almeno io mi regolo così: il test NO3- lo faccio praticamente tutte le settimane ma decido cosa dosare, quanto e quando solo guardando le piante. Non posso dire di poter fare a meno dei test perché per scrupolo mi piace sapere più o meno a che punto siamo però non li uso per decidere le dosi anche perché non ho l'esperienza per dire che una tale vasca funzionerà a NO3- x o y o z. Vado a braccio via!
:ymapplause: :ymapplause: :ymapplause: :ymapplause:
È così che bisognerebbe fare ed è raro che si riesca da subito.
Ti ho detto di fare il test perché mi pare che ne dosi abbastanza, e che duri un po poco. Comunque continua sempre a basarti sulle piante. ;)
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 21/05/2015, 11:16

Sì, dura poco e l'effetto è netto. Osservo proprio uno stop nella produzione delle aeree nei primi due giorni e poi la crescita ricomincia. Certo, la crescita delle piante è veramente velocissima quindi probabilmente ne hanno una richiesta molto più alta di quella che crediamo.

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di darioc » 21/05/2015, 12:36

Oladol ha scritto:Sì, dura poco e l'effetto è netto. Osservo proprio uno stop nella produzione delle aeree nei primi due giorni e poi la crescita ricomincia. Certo, la crescita delle piante è veramente velocissima quindi probabilmente ne hanno una richiesta molto più alta di quella che crediamo.
Perfetto, continua così. :-bd
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20406
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Rox » 21/05/2015, 13:11

Oladol ha scritto:Sì, dura poco e l'effetto è netto.
Se l'effetto si manifesta soprattutto sulle radici avventizie, prova a mettere azoto nel terreno, con frammenti di stick.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 21/05/2015, 17:18

Direi che la pianta cresce velocemente e continua a fare foglie grandi quindi sì, l'effetto al momento pare essere solo quello delle radici avventizie. Un mese fa preciso ho inerito degli stick con molto Potassio, è ok mettere adesso altri stick con più Azoto? Sotto lo strato di fondo dovrebbe andare bene, giusto?

Per la vostra esperienza, orientativamente ogni quando si rimettono nuovi stick?

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 8953
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di GiuseppeA » 21/05/2015, 17:25

Per la durata dipende dal fondo che hai e da che tipo di stick hai...i compo ad esempio durano anche 3 mesi...

Puoi interrarne 1/3 con prevalenza azoto, ma tieni conto che introdurrai altro potassio..quindi se fertilizzi in colonna stai attento ;)

Interralo sotto alla pianta ;)
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 21/05/2015, 17:37

Se introduco altro Potassio poi rischio di alzare di nuovo la richiesta di Azoto e di dover ridosare in colonna. Forse non sarebbe meglio attendere più tempo per essere certi di avere esaurito i precedenti stick? Oppure cercare degli stick con tantissimo più Azoto che Potassio.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite