Ludwigia palustris.

Galleggianti, palustri... acquatiche

Moderatori: Nijk, Matty

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 11/06/2015, 10:46

Come detto, delle reazioni nelle piante ci sono state, però la Ludwigia continua a gettare le aeree come se non ci fosse un domani.

Alla fin fine il test indica costantemente zero per cui, passato praticamente un mese, per i miei innocenti sono tranquilla.

Per il resto, ho superato la fase in cui il risultato del test è la meta da raggiungere. Volevo solo confrontarmi con voi circa l'eventualità di aumentare l'Azoto. Per me, visto che si rileva zero da un mese e la Ludwigia continua a gettare radici, ne vale la pena. Vorrei sapere se concordate. :)

Ho anche pensato di aumentare gli stick Compo sotto la Ludwigia come "ultima spiaggia" ma il fatto è che per potarla io eradico lo stelo e lo taglio dal basso. In questo modo elimino sempre la maggior parte delle radici nel terreno per cui è ovvio che la pianta reagisca cercando i nutrienti in colonna..

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 11232
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di GiuseppeA » 11/06/2015, 11:29

A fosfati come sei messo? Non è che ti mancano anche quelli?
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 11/06/2015, 12:16

Ti direi di no. Oltretutto lo fornisco via radicale.

Non vedo piante sofferenti, ho solo queste radici aeree fastidiose quindi in realtá non ho molte informazioni da darvi.

Invece ho una domanda: la Ludwigia é a giorni rosso intenso, a giorni si schiarisce. Da cosa dipende?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Rox » 11/06/2015, 15:49

Oladol ha scritto:la Ludwigia continua a gettare le aeree come se non ci fosse un domani.
E' tipico della specie.
Quelle radici hanno un effetto molto decoratico, se la lasci sviluppare in superficie, in orizzontale.
Oladol ha scritto:la Ludwigia é a giorni rosso intenso, a giorni si schiarisce. Da cosa dipende?
Assorbimento e trasformazioni del ferro, all'interno della pianta, secondo il tempo di esposizione alle lampade.
Probabilmente la guardi in orari diversi.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Oladol » 11/06/2015, 17:21

Rox, ammiro il tuo approccio ma per quanto mi sforzi non riesco a vedere il lato decorativo delle radici aeree della Ludwigia sommersa. :)) In superficie l'ho lasciata arrivare per togliermi il dubbio della sua natura ed in effetti ad avere un acquario aperto sarebbe proprio bella. Tra l'altro quando può strisciare getta una marea di nuovi germogli, si trasforma!

Quanto al colore no, la guardo sempre alla solita ora perché purtroppo non riesco mai a rientrare in casa prima delle 20. Magari in giorni diversi, quindi può capitare di aver dosato il Ferro il giorno prima o tre giorni prima. Comunque va bene, era solo una curiosità e anche io pensavo fosse legata al Ferro. La cosa importante è avere piante in salute, quello che è nella loro natura, compresa colorazione che per la Ludwigia so non essere rossa rossa, ce lo prendiamo.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Ludwigia palustris.

Messaggio di Rox » 12/06/2015, 12:26

Oladol ha scritto:non riesco a vedere il lato decorativo delle radici
Sul portale abbiamo un vecchio articolo, di quando ancora si chiamava Ludwigia repens.

C'è un disegno schematico per distinguerla dalla Ludwigia glandulosa, in un ambiente naturale, ed è così che devi immaginare la tua:

Immagine

E' senz'altro questione di gusti, ma quei filamenti che scendono dall'alto, con piccoli pesci che ci nuotano in mezzo... Beh... io lo considero un bellissimo paesaggio.

Si può ottenere anche con le Limnophila.
Ho provato personalmente con Egeria e Cabomba, ma con pessimi risultati; le radici sono troppo diradate.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti