Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: trotasalmonata, luigidrumz

Bloccato
Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di enkuz » 26/03/2015, 16:28

Ciao ragazzi,
Se sto sbagliando sezione spostatemi... forse in salotto ???

Mi chiedevo che differenza c'è fra un impianto ad osmosi ad uso acquariofilo ed uno ad uso domestico.

Mi hanno proposto uno di quest'ultimo (da installare sotto al rubinetto di casa) alla modifica cifra di circa 3.000,00 euro :-?
Tecnicamente non so come funziona... so che è un impianto ad osmosi inversa (funzionamento tramite elettrolisi) che comprende una piccola cisterna dove si deposita l'acqua che poi viene inviata al rubinetto di casa.

So che elimina il cloro, il calcare e gli inquinanti vari ma lascia passare in piccola parte i sali minerali (necessari per il corpo umano).

Gli impianti da osmosi per acquari... per cosa differiscono, scusate?
Perchè altrimenti mi compro uno di questi e poi produco anche l'acqua da bere...oltre che l'acqua per le vasche... spendendo infinitamente meno!

Se c'è qualcuno che mi può illuminare... ;)

Sono totalmente ignorante in materia.

Avatar utente
Giammax
Ex-moderatore
Messaggi: 480
Iscritto il: 04/11/14, 10:19

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di Giammax » 26/03/2015, 16:47

Io ce l'ho. Però non funziona a elettrolisi ma con filtri e membrana. Parto da un'acqua con 2200 us di conduttività, KH 18 e GH 26. Mi esce acqua con 140 us, GH e KH non misurabili. Mi ci trovo benissimo e la sto usando in acquario da settembre. Non so bene che differenza possa esserci tra elettrolisi e osmosi ma, occhio, secondo me lo stai pagando troppo.

Avatar utente
Jack of all trades
Ex-moderatore
Messaggi: 1196
Iscritto il: 18/05/14, 9:41

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di Jack of all trades » 26/03/2015, 17:02

L'acqua che produci con gli impianti ad osmosi inversa per acquari è praticamente come quella demineralizzata che trovi al supermercato (conducibilità <20 uS/Cm grossomodo). Non va assolutamente bene da bere perché totalmente priva di sali minerali, oligoelementi etc.
Di solito funzionano con una membrana ad osmosi inversa, più un filtro ai carboni attivi che rimuove il cloro e uno antisedimenti. Questi ultimi due si cambiano ogni 6-8 mesi; la membrana dipende come viene tenuta, quanto viene usata etc.
A conti fatti, se non ne fai un grande uso, conviene ancora usare quella del supermercato/negoziante. Tenendo anche conto che per produrre un litro di acqua osmotica te ne scarta 3-4.

Quell'impianto invece reintegra i sali in parte da come dici, ma bisogna vedere quanto, magari ti esce una Sant'Anna, 25 uS/cm, o magari di più :-??
Certo mi sembra una bella spesa, per di più non so quanto giustificata visto che l'acqua di rete del tuo paese è a 300 uS/cm, non proprio da buttare...
Questi utenti hanno ringraziato Jack of all trades per il messaggio:
enkuz (27/03/2015, 8:21)

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di gibogi » 26/03/2015, 18:28

enkuz ha scritto:Tecnicamente non so come funziona... so che è un impianto ad osmosi inversa (funzionamento tramite elettrolisi) che comprende una piccola cisterna dove si deposita l'acqua che poi viene inviata al rubinetto di casa.
E' un impianto a membrane osmotiche, non ha niente a che fare con l'elettrolisi.
Tempo fa nella trasmissione le jene, hanno spiegato come venditori di questi impianti raggirassero gli utenti con un piccolo impianto per elettrolisi facendogli credere che la loro acqua potabile fosse fortemente inquinata.
l'elettrolisi è un processo chimico che sfrutta la conducibilità dell'acqua per far passare corrente da due poli, un anodo e un catodo.

Ci sono diversi impianti come quello indicato da te.
Vengono istallati sotto i lavelli della cucina, viene messo un piccolo rubinetto a fianco dell'attuale da cui sgorgherà acqua osmotica.
l'impianto è dotato di filtro ai carboni attivi, microfiltro per le impurità e filtro a membrana osmotica, più un piccolo serbatoio di accumulo, alcuni anche di una lampada UV.
Il serbatoio serve perchè l'impianto può produrre pochi litri ora.
Il processo di produzione dell'acqua osmotica è abbastanza delicato, vi è una membrana semipermeabile che lascia passare solo l'acqua e trattiene tutti i sali disciolti.
Occorre dare energia all'acqua sottoforma di pressione per farla passare attraverso la membrana.
Questa membrana avrà da un lato acqua pura dall'altro acqua che aumenta pian piano la sua concentrazione di sali.
Ad un certo punto la concentrazione diverrebbe talmente alta da far si che si arrivi alla precipitazione dei sali (sovrasolubilità), portando al degrado della membrana.
Per questo la soluzione concentrata viene spurgata verso lo scarico in modo da controllarne la concentrazione.
Questo porta ad uno spreco di gran parte dell'acqua come scarto.

Ogni sei mesi circa occorre cambiare i filtri e ogni anno la membrana.
L'acqua prodotta non ha quasi sali e non va bene a scopi alimentari, anche se un recente studio sembra indicare che il consumo di acqua demineralizzata possa portare benefici alla salute dell'uomo.
Con quell'acqua si ottiene un ottimo te e caffè.

3000 € è il prezzo di molti impianti, mi viene in mente il culligan.

Gli impianti per uso acquariofilo sono praticamente uguali.
Posso dirti che cercando in internet trovi impianti uguali per 500€ spediti a casa e puoi montarli tu, non è assolutamente difficile.

Il problema è un altro, se la tua acqua ha veramente 300µS/cm è ottima, non ne hai bisogno.
Inoltre ribadisco che l'acqua demineralizzata è stata sempre sconsigliata per l'uso alimentare, solo questo recente studio sembra dire il contrario, ma pare sia stato sovvenzionato dalle ditte costruttrici di tali impianti.
Questi utenti hanno ringraziato gibogi per il messaggio (totale 3):
Rox (26/03/2015, 19:07) • enkuz (27/03/2015, 8:21) • Saxmax (31/03/2015, 23:09)
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di Yellowstone1977 » 26/03/2015, 18:33

Giammax ha scritto:Parto da un'acqua con 2200 us di conduttività, KH 18 e GH 26
Sei fortunato ! Io ho acqua di rubinetto con KH 3 quando va bene e GH 3 con una conducibilità do 200 µS ... Avvia una vasca di terra allofana con quest'acqua :((
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20520
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di Rox » 26/03/2015, 19:08

Yellowstone1977 ha scritto:Avvia una vasca di terra allofana con quest'acqua :((
Se ti piace il risotto con le seppie, non è difficile... ;)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10578
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di lucazio00 » 26/03/2015, 22:09

Ahaha Cuttlebone su, entra nell'acquario! XD
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. Ammonio e nitriti assenti!!!
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!

Non infastidite i pesci nell'acquario! Si ammaleranno più difficilmente!

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: Differenza fra impianto ad osmosi per acquari e non

Messaggio di enkuz » 27/03/2015, 8:21

Grazie ragazzi per le preziose nozioni tecniche !!!
Non ho intenzione di spendere quella cifra per l'impianto ad osmosi per la casa... avrei eventualmente valutato la cosa se quello per acquari poteva essere utilizzato anche per uso alimentare ma effettivamente non è così (a causa del totale azzeramento dei sali minerali).

L'acqua del mio rubinetto non è male... in realtà la conducibilità è di 250 punti... la durezza totale sotto i 10° tedeschi... e quella carbonatica intorno ai 7/8.
E' il pH che è abbastanza alto... oltre gli 8 punti... per il resto i valori da me misurabili sono buoni.

;)

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Miki00 e 12 ospiti