Domanda su "CO2 checker"

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: luigidrumz, Silver21100

Rispondi
Avatar utente
nicolatc
star3
Messaggi: 737
Iscritto il: 27/02/17, 16:59
Profilo Completo

Domanda su "CO2 checker"

  • Cita

Messaggio di nicolatc » 23/11/2017, 10:48

lucazio00 ha scritto: Sapete come si determina la concentrazione di CO2 in acquario?
Con una soluzione di soda caustica a titolo noto e indicatore fenolftaleina, che da incolore deve diventare rosa.
Tutto il resto (a parte la sonda specifica) sono calcoli e supposizioni!
:-? Purtroppo ci andrei cauto con l'entusiasmo.

Da istruzioni JBL:
Dato che anche altri acidi nell’acqua dell’acquario interferiscono con  la misurazione, si deve detrarre il valore bianco dal risultato della  misurazione per un rilevamento esatto. Per rilevare il valore bianco  prelevate una prova d’acqua di 100 ml dall’acquario e areatala per 15 minuti con una pompa a membrana JBL ProSilent con aeratore.
Dopo di che eseguite la misurazione del valore bianco secondo le istruzioni date sopra.
Risultato della 1° misurazione - valore bianco = contenuto reale di anidride carbonica in mg/l.
Quindi:

1) Per loro ammissione gli acidificanti falsano il risultato anche di questo test (al contrario di quello in ampolla con soluzione di puro bicarbonato a KH 4). :-l

2) Il rimedio proposto da JBL è quello di sottrarre la CO2 rilevata dal test su un altro campione d'acqua dopo "shaker" di un quarto d'ora (con aeratore).
Questo rimedio della sottrazione, equivalente al calcolatore shakerato, abbiamo verificato essere inefficace perché presuppone un aumento lineare della CO2 al diminuire del pH, mentre sappiamo che è esponenziale, così come lo sarà l'errore. La semplice differenza non è quindi sufficiente ad eliminare l'errore, comportando comunque una sovrastima di CO2. :-??
Inoltre un quarto d'ora di aeratore potrebbe non essere sufficiente ad espellere tutta la CO2 in eccesso e quella piccola parte prodotta dai batteri che saranno ancora attivi dopo l'aerazione...

3) Il checker permette una misurazione continua, che potrebbe rivelarsi un utile campanello d'allarme se qualcosa iniziasse ad andar storto. Al netto del ritardo col quale il colore dell'ampolla riflette le variazioni in vasca...

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 9276
Iscritto il: 19/11/13, 11:48
Profilo Completo

Domanda su "CO2 checker"

  • Cita

Messaggio di lucazio00 » 23/11/2017, 19:34

nicolatc ha scritto: Dato che anche altri acidi nell’acqua dell’acquario interferiscono con la misurazione, si deve detrarre il valore bianco dal risultato della misurazione per un rilevamento esatto. Per rilevare il valore bianco prelevate una prova d’acqua di 100 ml dall’acquario e areatala per 15 minuti con una pompa a membrana JBL ProSilent con aeratore.
Dopo di che eseguite la misurazione del valore bianco secondo le istruzioni date sopra.
Risultato della 1° misurazione - valore bianco = contenuto reale di anidride carbonica in mg/l.
La misurazione della CO2 in acquario è una cosa tra le più complicate da analizzare, forse anche più del ferro.
Purtroppo è vero pure questo, soprattutto nelle acque ambrate (dove la luce fatica a penetrare), ma nelle acque ambrate le piante faticano a ricevere la luce...ci sono moltissimi acidi organici disciolti...ma...
hai mai visto un acquario olandese con acqua ambrata? Io no, quindi per chi ha acque chiare e quindi molte piante il problema potrebbe essere trascurabile...

Invece per chi possiede acquari amazzonici con acqua ambrata/marrone, si affida soprattutto a piante galleggianti tipo Limnobium laevigatum, Hydrocotyle leucocephala, Pistia stratiotes...magari anche con delle piante terrestri che pescano nell'acqua con le radici...tutto il resto è sabbia bianca non calcarea, foglie secche e tronchi di radici...con tanto di luce debole! La CO2 ovviamente viene presa tutta dall'aria o quasi!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l
Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)

Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!

Avatar utente
nicolatc
star3
Messaggi: 737
Iscritto il: 27/02/17, 16:59
Profilo Completo

Domanda su "CO2 checker"

  • Cita

Messaggio di nicolatc » 23/11/2017, 21:21

lucazio00 ha scritto:
23/11/2017, 19:34
La misurazione della CO2 in acquario è una cosa tra le più complicate da analizzare, forse anche più del ferro.
Concordo, decisamente più del ferro! :-bd
lucazio00 ha scritto:
23/11/2017, 19:34
hai mai visto un acquario olandese con acqua ambrata? Io no, quindi per chi ha acque chiare e quindi molte piante il problema potrebbe essere trascurabile...
Nemmeno io! Anche se bisogna aggiungere che in commercio esistono acidificanti naturali in forma liquida (estratti) che non ambrano l'acqua. Ma concordo che l'acquascaper che cambia il 50% dell'acqua a settimana non ha come obiettivo un amazzonico e non ha necessità di acidificare in modo spinto. :-bd

Non vorrei andare ulteriormente OT (e chiedo scusa per questo), osservavo solo che la soluzione JBL mi sembra soffrire di problemi simili al test pH+KH+tabella, con sovrastima di CO2 esponenzialmente più grande quanto maggiore è la quantità di acidificanti.
In assenza di acidificanti, come hai scritto, entrambi i test credo siano abbastanza precisi (a meno che nel KH ci sia una forte componente non dovuta a carbonati) ;)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 9276
Iscritto il: 19/11/13, 11:48
Profilo Completo

Domanda su "CO2 checker"

  • Cita

Messaggio di lucazio00 » 24/11/2017, 10:14

Il modo migliore è quello di conoscere la concentrazione di CO2 all'equilibrio con l'aria, poi misurare il pH iniziale, aerare il campione per 15 minuti, poi misurare il pH finale.
Dalla variazione di pH ti calcoli la CO2 disciolta all'inizio!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l
Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)

Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 5999
Iscritto il: 13/06/15, 18:33
Profilo Completo

Domanda su "CO2 checker"

  • Cita

Messaggio di scheccia » 24/11/2017, 14:07

lucazio00 ha scritto: Il modo migliore è quello di conoscere la concentrazione di CO2 all'equilibrio con l'aria, poi misurare il pH iniziale, aerare il campione per 15 minuti, poi misurare il pH finale.
Dalla variazione di pH ti calcoli la CO2 disciolta all'inizio!
Che è quello che facciamo... Ma il problema è la concentrazione di CO2 all'equilibrio... Con quella "standard" di 400/500 i calcoli sono tutti inferiori alle aspettative

Posted with AF APP
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Giovanni61, Otaku e 7 ospiti