LED vs CFL

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: aleph0, luigidrumz

Bloccato
Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17875
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di cuttlebone » 13/05/2014, 19:41

pantera ha scritto:
cuttlebone ha scritto: li cambiavo perché la loro luminosità scemava vistosamente, mica per sfizio o per sentito dire
permettimi di avere qualche dubbio :-s
I dubbi sono il sale della vita ;) Diffidare di chi non ne ha...
I neon li cambiavo più o meno a rotazione, uno ogni due/tre mesi, e la differenza del vecchio rispetto al nuovo era abissale. Da li ho tratto il convincimento che le indicazioni di sostituzione ogni 6/9 mesi fosse corretta.
Non sono presuntuoso e quando non so, mi fido, a volte magari troppo...;)
I LED li ho da gennaio, troppo poco per potermi esprimere, anche a causa del grave errore di calibrazione della luce appena installati: circa 13.000 lumen/130 watt su una vasca di 120 litri lordi.
Ora sto a circa 90w/9000 lumen e la situazione si sta ri stabilizzando: le piante fanno pearling, i vetri sono puliti, l'arredo pure, i pesci sono sani. Unica cosa, non tutte le piante crescono ma, come acutamente rilevato da Rox, ho troppa poca CO2 in vasca e non fertilizzo. Appena trovo la quadra tra KH e pH con CO2 adeguata, aumento progressivamente la luce e parto con fertilizzazione PMDD.
Allora, e solo allora, potrò esprimermi con maggior sicurezza ;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
shiningdemix
Ex-moderatore
Messaggi: 1386
Iscritto il: 20/10/13, 8:17

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di shiningdemix » 13/05/2014, 20:03

Tafazzi ha scritto:
pro neon e CFL:
basso costo, semplicità d'uso, ottima resa, 220 volt in ambiente umido
contro neon e CFL:
alto consumo di energia, sostituzioni periodiche necessarie, maggior rischio di rottura lampade e ballast prima del fine vita, spettro luminso poco selettivo


pro LED
maggior rendimento e minor consumo energetico, spettro selettivo, migliore qualità della luce, solo 12 volt in ambiente umido, durata praticamente illimitata
contro LED
maggior costo iniziale, maggiore difficoltà di installazione, difficoltà nel reperire i LED adatti


questi sono i primi che mi vengono in mente, se volete aggiungere..........
tanto per rientrare ON TOPIC

:-bd ottimo riassunto...ti ricordo che ti aspetto ancora in proponi un tuo articolo potresti aiutarci molto non tanto con spettri e LED quei dati si trovano sui datasheet ma sono carente di informazioni su come calcolare l'alimentazione ideale :-bd
Baby, don't hurt me, don't hurt me no more Non esiste alcun essere umano che non commetta errori, esistono però molti esseri umani che non li riconoscono

Avatar utente
Tafazzi
star3
Messaggi: 74
Iscritto il: 05/05/14, 2:44

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di Tafazzi » 13/05/2014, 21:43

ti ringrazio per la fiducia
ma in tutta onestà non mi sento in grado ne all'altezza di scrivere un articolo
poi dopo aver visto quelli che sono sul forum, questa convinzione si rafforza ancora di più

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di Rox » 14/05/2014, 0:52

Ho chiesto ai leddisti di cercare di convincermi, vorrei tanto convertirmi ai LED...
Purtroppo, non ci stanno affatto riuscendo.
Tafazzi, prendiamo i vari punti del tuo elenco...
Tafazzi ha scritto:alto consumo di energia
Secondo Cuttlebone, i suoi (ottimi) LED hanno un rendimento di 100 lm/W.
Una fluorescente ne fa 80, poco più o poco meno. E parlo di quelle da 5 Euro.
Se dici solo "alto", senza quantificare, chi ci legge potrebbe capire che stiamo parlando di una portaerei nucleare... contro una locomotiva del Far West.
Invece non è affatto così. La differenza c'è, ma è di un misero 20% usando LED da 200 Euro.
sostituzioni periodiche necessarie
Senz'altro... Ma non certo da 20-30 euro ogni 6 mesi, come si cerca di far credere.
Con quel prezzo, ci si comprano lampade che durano 4 anni come minimo, mantenendo 85 lm/W rispetto ai 92 iniziali.
maggior rischio di rottura lampade e ballast prima del fine vita
Vero, è successo anche a me...
Ma erano prodotti da bancarella, roba da 2 Euro alla fiera del Patrono.
Per contro, dimentichiamo di citare tutti quelli che hanno bruciato i LED in 3 mesi, a causa del calore eccessivo per avere qualche altro lumen.
Credo siano molti di più, rispetto a chi ha provato le campane dell'IKEA.
spettro luminso poco selettivo
Non so se è "poco selettivo"... Ma sembra che alle piante piaccia parecchio, senza passare notti insonni a cercare combinazioni di colori.

In sostanza, consiglierei di evitare il solito escamotage delle discussioni sportive.
Se volessimo dimostrare che Alonso è più veloce di Raikkonen, non è corretto prendere la migliore prestazione del primo e la peggiore del secondo.
Per come si sta evolvendo la discussione, invece, questo è proprio ciò che appare da parte dei leddisti.

...E non dà una buona impressione.
Sembra un tentativo di arrampicata sugli specchi, che inceppa il vostro fucile e vi impedisce di sparare anche le cartucce buone.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17875
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di cuttlebone » 14/05/2014, 9:00

Non so perché ma questa discussione, ovunque venga affrontata, porta a scontri di civiltà che non portano da alcuna parte... Sono riuscito ad infervorarmi anch'io che per natura sono un diplomatico e me ne scuso ;)
@Rox, perdonami, ma stavolta non concordo, almeno in parte.
L'ho detto in mille modi che non ho alcuna competenza per avvalorare una tesi che peraltro non ho;
Discuterla con te mi sarebbe poi oltremodo impossibile, visto il divario di competenze;
Che non ho alcun interesse e che non devo ne voglio convincere alcuno della bontà di una scelta che, l'ho detto subito, è stata piuttosto impulsiva e che non devo mica sostenere a tutti i costi;
Che ho speso una cifra sì rilevante (250 € ma ne sarebbero bastati. 200) ma non così assurda, che mi permette però di avere anche alba e tramonto oltre ad una fine regolazione delle singole temperature ed intensità e di non avere sostituzioni da fare (spero);
Ho altrettanto affermato che esprimevo un'esperienza, peraltro limitata in quanto sto risolvendo alcuni problemini;
le CFL che ho detto nel primo post che non conoscevo e non le ho nemmeno preso in considerazione per mia ignoranza ma che, usandole tu, dovevano sicuramente essere ottime, anche se forse un po' ingombranti e scottanti". Forse, se le avessi provate, le avrei adottate anch'io;
Ho passato 8 anni a cambiare neon che dopo 9 mesi erano visibilmente scarichi rispetto ai nuovi e ne ho dedotto che anche la resa fosse così calata, come qualche alga nere mi suggeriva. Sapete meglio di me quanto costano i neon per le nostre vasche e non potete dire che non sia una spesa.
"Voi" che utilizzate neon, CFL, ecc, potete contare su anni di esperienze di migliaia di acquariofili con dati, schede e comparazioni accessibili. Noi pochi che utilizziamo i LED lo facciamo sperimentando, chi, come me, casualmente, altri probabilmente in maniera più consapevole e "scientifica ".
Come funzionano i miei LED ho cercato di spiegarlo, ma è ancora troppo presto (considerato il casino che ho combinato all'inizio) per avere risultati evidenti da mostrare, a parte il pearling ed un controllo algale che direi buono, valori dell'acqua buoni, pesci in salute.
Ora sto "provando" e mi limiterò a leggervi con attenzione, senza alcun pregiudizio.
Buon proseguimento ;)
Ps
Se qualcuno in zona vuol venire a vedere la vasca di persona, non ha che da chiederlo ;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di enkuz » 14/05/2014, 9:37

Ecco un altro ''leddista'' :))

Io sono stato costretto ad installarli perchè il coperchio della mia vasca è poco profondo... quindi sono finito casualmente nel mondo dei LED.

Utilizzo delle strisce con grado di impermeabilità IP68 (consiglio vivamente di non andare sotto a questa soglia) i cui LED sono del tipo SMD 5050 di vari colori (blu, rosso e bianco) dove quest'ultimo è ovviamente predominante.

La mia vasca sta in piedi da un anno e mezzo... le piante crescono bene... dentro c'è anche un'Alternanthera che nella parte superiore è decisamente rossa... questo mi fa dedurre che la tecnologia funziona (ma che sia migliore della tecnologia CFL proprio non saprei).

Sicuramente consumo pochissimo... e non esiste manutenzione (i LED possono durare molti anni) però non ho termini di paragone visto che non ho mai utilizzato le altre tecnologie di illuminazione.

Secondo me un grosso vantaggio è anche quello di poter appoggiarsi al circuito 12V... mi fa stare più tranquillo a prescindere (visto che in qualsiasi caso ci sono dei cavi elettrici sottoposti ad umidità continua sotto al coperchio).

Se in quei cavi passasse il 220 un minimo di preoccupazione ci sarebbe sempre.

Li consiglio? se avete poco spazio decisamente si... la soluzione è valida e funziona (io ne sono un esempio).
Nei casi di acquari grandi, colonne d'acqua ''importanti'' ecc... ecc... proprio non saprei.

:-h

Avatar utente
Tafazzi
star3
Messaggi: 74
Iscritto il: 05/05/14, 2:44

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di Tafazzi » 14/05/2014, 10:54

rox
stai parlando di malafede.......non scherziamo
rimanendo sul concreto
il rendimento è molto maggiore del 20% andiamo dal 35 al 50 ma basta cercare in rete le tabelle di comparazione per rendersene conto, quindi si recuperano i soldi spesi, in quanto tempo?
tanto ? poco? ne vale la pena o no? non credo sia rilevante è una decisione che spetta a chi decide di cambiare, più o meno è lo stesso discorso del fotovoltaico uno si fa i suoi conti e decide.
non è comunque un caso che città intere, aziende edifici pubblici e privati stiano piano piano cambiando illuminazione, sono tutti illusi? o tutti masochisti?

sostituzioni:
che si debbano fare una volta alla settimana o una volta ogni 4 anni o quando brucia qualcosa indipendentemente da ogni quando e per che motivo, poche o tante vanno comunque fatte e la spesa dipende da quello che uno usa, se usi dennerle o juwell la spesa è alta se usi CFL o neon da 5 euro sicuramente è più bassa, è una scelta

maggiori rischi di rottura lampada o ballast:
con prodotti di qualità e installazioni a regola d'arte il rischio diminuisce certamente, ma di contro le lampade da usare costeranno qualcosa di più se di qualità e se l'installazione non è buona capita lo stesso, come dici anche tu o per scarsa qualità o per ingenuità di installazione il sottoscritto e sammax lo abbiamo provato, quindi anche qui un minimo di capacità è necessaria
i LED se installati correttamente durano tutta la vita, lo dici tu stesso bruciati per "spremere qualche lumen in più" o installazioni scorrette o LED non adatti o consigli sbagliati
lo spettro, anche qui se vai a vedere tutti gli spettri che trovi in rete vedrai come le varie frequenze sono più evidenti e coerenti con la gradazione dichiarata non serve cercare astruse combinazioni di colore come per coprire tutto con i neon metti tubi a gradazioni miste idem lo fai con i LED, se vuoi tutto a 6500k lo fai con CFL e neon e LED
non servono alchimie strane è tutto molto semplice in questo senso e alla piante piace comunque

la difficolta di installazione e di reperibilità dei giusti LED l'ho messa tra gli svantaggi
assieme a ad altri che riguardano i LED.
stiamo analizzando i pro e i contro e stiamo esprimendo le nostre opinioni credo correttamente e tranquillamente, e appunto...... non arrampichiamoci sugli specchi dai
che ci siano pro e contro da entrambe le parti lo abbiamo chiarito e credo tu sia d'accordo
una volta illustrati correttamente ognuno prende le proprie decisioni, sei tu che parti dal presupposto che stiamo solo incensando i LED e affondando i fluorescenti, tu stai facendo il contrario e mi sembra giusto, però davvero facciamola sportiva e vediamo questi benedetti pro e contro con occhio neutrale veramente
o sbaglio?

Avatar utente
mirko59
star3
Messaggi: 860
Iscritto il: 20/10/13, 19:52

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di mirko59 » 14/05/2014, 13:05

non lo convinci a Rox!sono 50 anni che usa le CFL, se aveva lo spirito di smanettamento come l' avatar del tizio che non mi viene il nome che aveva prima , ai voglia che gia li aveva montati! solita solfa bla bla stiamo pregando di maometto in una chiesa cattolica! =))

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di Rox » 14/05/2014, 13:19

Tafazzi ha scritto:sei tu che parti dal presupposto che stiamo solo incensando i LED e affondando i fluorescenti
Dici?... :-? OK... vediamo qualche esempio...

Su questo forum, molti consigliano le fluorescenti comuni (tubolari o CFL, non importa).
Alcuni le cambiano a 12 mesi, perché gli hanno insegnato a fare così; chi si regola sulle piante e sulle alghe, senza guardare il calendario, arriva a 18 e talvolta a 24.
Chi spende 20 Euro per le Dennerle, specifiche per acquari, le butta via dopo 4-5 anni.

Tuttavia, abbiamo i sostenitori dei LED che riportano casi particolarissimi, per dimostrare che vanno cambiate ogni 9 mesi, ogni 6, o addirittura ogni 2 settimane.

...E poi sono io, il prevenuto! ;) Quello che "parte dal presupposto..." :D
Tafazzi ha scritto:non serve cercare astruse combinazioni di colore
...Tuttavia, finora, quelli che mostrano risultati soddisfacenti sono ricorsi ad almeno tre gradazioni diverse.
Con le mie CFL da 5 Euro, tutte da 6500, tutte vecchie di oltre un anno, la Cabomba furcata è diventata così in due settimane...
Cabomba_furcata.JPG
...nonostante fosse stata acquistata moribonda, tutta spelacchiata, tant'è che mi chiesero 2 Euro per due esemplari.
Non ho preso una specie a caso, ma una delle 3 più esigenti al Mondo.

...E poi sono io, il prevenuto! ;) Quello che "parte dal presupposto..." :D
Tafazzi ha scritto:il sottoscritto e sammax lo abbiamo provato, quindi anche qui un minimo di capacità è necessaria
Stiamo parlando di 2 persone che hanno adattato all'acquario una lampada a pinza dell'IKEA, rivelatasi un progetto sbagliato, per dimostrare che ci vuole competenza anche per usare le CFL.
Lo scrive la stessa persona che mostra una cultura immensa nel campo dei LED, a tal punto da spiegare che perfino lo stesso modello dà risultati diversi, a seconda di chi lo produce.
...Tuttavia, malgrado tale bagaglio tecnico, non si è reso conto che quella campana IKEA accumulava il calore sul ballast.
Inoltre, lascia intendere che tale problema, individuato immediatamente da Saxmax (che fa l'Osteopata), si risolve "con prodotti di qualità e installazioni a regola d'arte".
Probabilmente bastavano 4 fori con un trapano, su quella campana.

...E poi sono io, il prevenuto! ;) Quello che "parte dal presupposto..." :D

Vedi Tafazzi... Il mio invito era proprio rivolto a queste tue parole:
  • Tafazzi ha scritto:facciamola sportiva e vediamo questi benedetti pro e contro con occhio neutrale
Esatto! :-bd
L'occhio "neutrale" si può avere solo confrontando situazioni "normali". Non prendendo i casi eccezionali più estremi, positivi o negativi, da una parte e dall'altra.
Altrimenti, non importa se chi scrive è in malafede oppure no; quello che conta è che dà l'impressione di esserlo.
A quel punto, è inevitabile che l'interlocutore "parta dal presupposto..." ;)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Tafazzi
star3
Messaggi: 74
Iscritto il: 05/05/14, 2:44

Re: LED vs CFL, pro e contro in acquariologia.

Messaggio di Tafazzi » 14/05/2014, 13:28

OK
a posto cosi :)

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti