Manutenzione conduttivimetro e pHmetro

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: trotasalmonata, luigidrumz

Rispondi
Avatar utente
angelo2204
star3
Messaggi: 113
Iscritto il: 20/10/13, 15:20

Manutenzione conduttivimetro e pHmetro

Messaggio di angelo2204 » 25/10/2013, 17:05

Grazie e gibogi ho trovato questi simpatici oggetti a circa 10 euro l'uno.
Dovrebbero funzionare e spero siano precisi.... E la durata di vita di questi strumenti???
Volevo chiedere a chi li usa l'esperienze avute,modello da consigliare,pregi,difetti,durata,un pò di tutto...compresa la calibrazione.

Da come ho capito il conduttimetro (o Conduttivimetro? ) non va tarato.

Mentre la penna del pH va tarata con le due bustine a 7 e a 4. Si immerge la penna dentro si gira la vite fino a leggere 7 e 4 ed è pronto.
Ora mi chiedo: quanto dura la taratura? quanto durano le bustine della taratura?
Grazie :)

Avatar utente
Gianni86
Ex-moderatore
Messaggi: 405
Iscritto il: 21/10/13, 19:24

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di Gianni86 » 25/10/2013, 17:13

angelo2204 ha scritto:Da come ho capito il conduttimetro (o Conduttivimetro? ) non va tarato.

Mentre la penna del pH va tarata con le due bustine a 7 e a 4. Si immerge la penna dentro si gira la vite fino a leggere 7 e 4 ed è pronto.
Ora mi chiedo: quanto dura la taratura? quanto durano le bustine della taratura?
Grazie :)
Allora per esperienza personale ti dico che va tutto tarato. Io il mio Conduttivimetro l'ho tarato nel modo più semplice possibile, con l'acqua potabile confezionata.

Infatti nelle bottiglie d'acqua danno la conducibilità ad una data temperatura, l'ho tarato con acqua classica e frizzante, e la taratura era perfetta.

Per il per il pH-metro ci sono delle soluzioni dove tarare lo strumento, ma non so dirti di più perchè non l'ho mai usato.
ImmagineMeglio una domanda Stupida, che un'errore da Stupidi. - Gianni86Immagine

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di gibogi » 25/10/2013, 17:36

Ciao Angelo, sono contento che i miei consigli ti siano stati utili.
Andiamo per ordine:
pH metro

Le 2 bustine che tu hai, 7 e 4, normalmente contengono una polvere che va versata in una bottiglietta di plastica meglio non trasparente con 250 ml di acqua demineralizzata (comunque segui le istruzioni per i dosaggi).
usa la 7, la 4 per adesso non ti serve, (le soluzioni sono da 4-7-9, alcuni strumenti, quelli professionali, hanno la doppia calibrazione, serve per aver una maggior precisione entro un certo campo, non è il tuo caso in quanto il nostro è a calibrazione singola), fatto questo agiti bene.
Sul retro della bustina c'è una scala che indica le variazioni del pH7 della soluzione in base alla temperatura, se non c'è te la mando io.
devi trovarti un bicchierino di plastica o di vetro piccolo, che ci stia dentro appena il pHmetro, più è grande il bicchiere, più consumi soluzione per la calibratura.
Versi soluzione quanto basta per arrivare al livello di misura dello strumento, misuri la temperatura con un termometro, infili lo strumento, agiti un pò e aspetti un minuto che si stabilizzi la misura, se non combacia con la scala di misura pH temperatura, ruoti con il cacciavite in dotazione il trimer di taratura, fino a raggiungere il valore desiderato.
Sciacqui lo strumento che è pronto per la misura.
il liquido del bicchierino va buttato, non rimetterlo in bottiglia. Questo spiega perchè il bicchiere deve essere il più piccolo possibile.
La durata è di molte ore, poi si sostituiscono le batterie, la taratura nel mio caso durava un paio di mesi, ma negli ultimi tempi è arrivata ad un mese.

Conduttivimetro.
Come per il pHmetro ha bisogno di taratura, e ci sono soluzioni campione, ma puoi evitare di spendere soldi comprando al supermercato una bottiglia di acqua minerale, quella con la conducibilità più alta che trovi, ce ne sono anche da 450 µS/cm, userai questa come soluzione campione.

Gli strumenti dopo essere stati usati è sempre bene sciacquarli, l'acqua demineralizzata sarebbe meglio, ma va bene anche quella di rubinetto.
Quando li sciacqui sempre a strumento spento, per evitare che si possa starare.
Questi utenti hanno ringraziato gibogi per il messaggio:
Saxmax (25/10/2013, 21:32)
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Andrea
star3
Messaggi: 402
Iscritto il: 19/10/13, 23:15

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di Andrea » 25/10/2013, 17:40

gibogi ha scritto: Gli strumenti dopo essere stati usati è sempre bene sciacquarli, l'acqua demineralizzata sarebbe meglio, ma va bene anche quella di rubinetto.
Quando li sciacqui sempre a strumento spento, per evitare che si possa starare.
Quoto...io dopo ogni utilizzo, sciaquo al volo il Conduttivimetro nell'acqua demineralizzata per evitare si cristallizzino dei sali sui sensori...

Non lo asciugo mai, ma lo agito 3/4 volte...così rimane sempre pulito...

Inviato da mio iPad utilizzando Tapatalk HD
T. 24º - NO3- 10 - NO2- 0 - pH 7,0 - KH 15 - GH 8 - Cond. 364

Fondo Master Gravel
Hygrophila Corymbosa
Bacopa Monnieri
Microsorum Pteropus
Rotala Rotundifolia
Limnophila Heterophylla
60 lt Tetra AquaArt
Filtro Tetra Ex600
CO2 bottiglie

Avatar utente
angelo2204
star3
Messaggi: 113
Iscritto il: 20/10/13, 15:20

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di angelo2204 » 25/10/2013, 17:55

Ma avete mai confrontato le misure ottenute del pH con i reagenti?

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di gibogi » 25/10/2013, 17:59

angelo2204 ha scritto:Ma avete mai confrontato le misure ottenute del pH con i reagenti?
scusa Angelo, ma non ho capito la domanda
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
angelo2204
star3
Messaggi: 113
Iscritto il: 20/10/13, 15:20

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di angelo2204 » 25/10/2013, 19:00

Una sorta di controprova con test a reagente. Per verificare la precisione di entrambi

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: conduttimetro e penna phmetro

Messaggio di gibogi » 25/10/2013, 20:34

Come ti dicevo, io ho testato per diversi mesi con strumenti di laboratorio il phmetro e il conduttivimetro.
Controllato che la soluzione campione fosse attendibile.
Io tutte le analisi esclusi NO3- e NO2-, le facevo in laboratorio.
Dei test a reagente ho controllato il GH ed il KH della askool e sono abbastanza precisi.
Da marzo, purtroppo sono in cassa integrazione e quindi non avendo a disposizione il laboratorio chimico, mi sono affidato per analisi ferro e fosfati a test della Tetra ma non so dirti se sono precisi.
Questi utenti hanno ringraziato gibogi per il messaggio:
alessio0504 (31/12/2015, 3:41)
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Frasuri, Majestic-12 [Bot], trotasalmonata e 9 ospiti