Scelta acquisto impianto osmosi

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: trotasalmonata, luigidrumz

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 34792
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di cicerchia80 » 17/11/2016, 8:47

Ragazzi.....mi serve un impiantino osmosi
IMG-20161115-WA0001.jpg
Pro e contro :)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di Diego » 17/11/2016, 10:02

Che acqua useresti come partenza (più l'acqua ha cose dentro, più si usurano le membrane).
Quanti litri ti servirebbero in quanto tempo?
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 5211
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 17/11/2016, 11:06

cicerchia80 ha scritto:Pro e contro
io preferisco gli impianti a bicchiere , l'impianto che hai postato ha le cartucce sedimenti+carbone e la membrana, io con 10 euro in piu prenderei quello con la cartuccia anti silicati che ti fa l'acqua a conducibilità zero (almeno per i primi 4-6 mesi).
Per la durata della membrana, la mia ha due anni e va ancora benissimo nonostante sia stata maltrattata abbastanza (è rimasta ferma circa un anno con l'acqua ristagnante dentro, non ti dico la puzza..ci ho dato una bella sciacquata e via), basta che ci metti un rubinetto sull'acqua di scarto e lo usi per fare il controlavaggio della membrana ogni tanto.
Quando sei fermamente convinto di poter sopperire alla scarsa conoscenza raddoppiando lo sforzo, non c'è limite ai casini che puoi combinare.

#TeamFosfatiAlti

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 34792
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di cicerchia80 » 17/11/2016, 13:59

Diego ha scritto:Che acqua useresti come partenza (più l'acqua ha cose dentro, più si usurano le membrane).
Quanti litri ti servirebbero in quanto tempo?
la mia acqua di rete....sulle analisi non c'è nulla, da test GH 10 KH11 µS 300

Sulle quantità :-?? Dipende,4 vasche e userei tutta la stessa acqua in bottiglia (GH14) da diluire a GH5 per i guppy GH 8 per i caca idem le caridina e quasi assoluta per i Dario dario....ma già solo nel grande ogni rabbocco sono 20-25 litri

Mi sono deciso giorni fà perchè ho per sbaglio messo 15 ml di NPK al posto del rinverdente e non ho potuto fare un cambio per non usare la mia acqua....ovviamente ste cose succedono o sabato o domenica...tipo quando ho portato i fosfati a 19mg/l
GiovAcquaPazza ha scritto:
cicerchia80 ha scritto:Pro e contro
io preferisco gli impianti a bicchiere , l'impianto che hai postato ha le cartucce sedimenti+carbone e la membrana, io con 10 euro in piu prenderei quello con la cartuccia anti silicati che ti fa l'acqua a conducibilità zero (almeno per i primi 4-6 mesi).
Per la durata della membrana, la mia ha due anni e va ancora benissimo nonostante sia stata maltrattata abbastanza (è rimasta ferma circa un anno con l'acqua ristagnante dentro, non ti dico la puzza..ci ho dato una bella sciacquata e via), basta che ci metti un rubinetto sull'acqua di scarto e lo usi per fare il controlavaggio della membrana ogni tanto.
Sono garantiti tutti e due per 5 µS Di purezza :-?

Sarebbe un regalo di mia moglie...ma non costano tanto,se si tratta di 10€.....ma pure quando usavo l'acqua di casa i silicati non erano un problema,lo era il sodio
Questi utenti hanno ringraziato cicerchia80 per il messaggio:
antoninocun (04/12/2016, 17:35)
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 5211
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 17/11/2016, 14:12

Per la produzione di acqua, molto dipende dalla pressione che hai a casa e dalla temperatura , il mio mi sembra sia da 240lt giorno nominali a 3,2 bar. A casa ho 2,4 bar e in estate mi fa 8 litri ora, in inverno un po meno. Ogni tanto faccio i miei 40 litri nelle taniche e li uso man mano per rabbocchi , quando finisce la rifaccio. In un negozio di oleodinamica puoi trovare le elettrovalvole (se vuoi utilizzare un timer e lasciare l'impianto in funzione), i tubi e i raccordi vari per fare prolunghe.
Quando sei fermamente convinto di poter sopperire alla scarsa conoscenza raddoppiando lo sforzo, non c'è limite ai casini che puoi combinare.

#TeamFosfatiAlti

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 34792
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di cicerchia80 » 17/11/2016, 14:39

GiovAcquaPazza ha scritto:In un negozio di oleodinamica puoi trovare le elettrovalvole (se vuoi utilizzare un timer e lasciare l'impianto in funzione), i tubi e i raccordi vari per fare prolunghe.
giov....io con l'oleodinamica e l'elettronica mi ci guadagno da vivere :D ...da mio nonno fino a noi nipoti
P_20161117_143052.jpg
Quello che non só è la funzionalitá dei vari stadi ecc....se uno stadio toglie i nitrati da come mi è sembrato di capire....preferisco non metterlo,tanto poi avrei dovuto aggiungerli =))
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 5211
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 17/11/2016, 14:49

Allora so dove comprerò i prossimi raccordi !!!
Per il discorso cartucce, se i silicati non sono un problema , direi che basta quello con 3 stadi, tanto lo puoi aggiungere anche dopo.
Questi utenti hanno ringraziato GiovAcquaPazza per il messaggio:
cicerchia80 (17/11/2016, 15:12)
Quando sei fermamente convinto di poter sopperire alla scarsa conoscenza raddoppiando lo sforzo, non c'è limite ai casini che puoi combinare.

#TeamFosfatiAlti

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di gibogi » 25/11/2016, 8:39

GiovAcquaPazza ha scritto:basta che ci metti un rubinetto sull'acqua di scarto e lo usi per fare il controlavaggio della membrana ogni tanto.
Chi ghè on quel ch' tragia!

Non so se te ne rendi conto, ma hai detto una grandissima inesattezza, probabilmente non conosci perfettamente come funzionano le membrane osmotiche.

1 solo le membrane osmotiche ceramiche possono essere controlavate.
2 il controlavaggio andrebbe fatto con acqua demineralizzata a pressione controllata, additivata con acido.
3 la miscela andrebbe iniettata dall'uscita del permeato (acqua demi) e non dal reietto (acqua di scarto)

Nelle membrane osmotiche, sappiamo che non tutta l'acqua in ingresso diventa acqua demi, ma una parte viene eliminata sotto forma di reietto, una soluzione concentrata di sali disciolti nell'acqua.
Questo assicura che dal lato delle membrane dove si trova l'acqua da trattare, non si arrivi a concentrazioni tali da far precipitare i sali andando ad intasare le membrane.
Nei piccoli impianti domestici, per assicurare tutto ciò, non c'è nessuna analisi dei sali disciolti, ma ci si affida ad uno strumento meccanico, una valvola che si apre con la pressione, su un orifizio calibrato, in modo tale da lasciare passare un continuo flusso di reietto e assicurare che la soluzione non diventi sovrasatura.

Ora io voglio sperare che tu quando fai questo "controlavaggio", stacchi l'ingresso dell'acqua potabile, in modo tale che il reietto esca dall'ingresso, nel qual caso sarebbe una pratica inutile, ma non dannosa.
Se invece lasci il tubo attaccato, vai oltre il limite massimo di solubilità, con conseguente precipitazione di sali e intasamento dei micropori delle membrane.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 5211
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 25/11/2016, 13:08

gibogi ha scritto:
GiovAcquaPazza ha scritto:basta che ci metti un rubinetto sull'acqua di scarto e lo usi per fare il controlavaggio della membrana ogni tanto.
Chi ghè on quel ch' tragia!

Non so se te ne rendi conto, ma hai detto una grandissima inesattezza, probabilmente non conosci perfettamente come funzionano le membrane osmotiche.

1 solo le membrane osmotiche ceramiche possono essere controlavate.
2 il controlavaggio andrebbe fatto con acqua demineralizzata a pressione controllata, additivata con acido.
3 la miscela andrebbe iniettata dall'uscita del permeato (acqua demi) e non dal reietto (acqua di scarto)

Nelle membrane osmotiche, sappiamo che non tutta l'acqua in ingresso diventa acqua demi, ma una parte viene eliminata sotto forma di reietto, una soluzione concentrata di sali disciolti nell'acqua.
Questo assicura che dal lato delle membrane dove si trova l'acqua da trattare, non si arrivi a concentrazioni tali da far precipitare i sali andando ad intasare le membrane.
Nei piccoli impianti domestici, per assicurare tutto ciò, non c'è nessuna analisi dei sali disciolti, ma ci si affida ad uno strumento meccanico, una valvola che si apre con la pressione, su un orifizio calibrato, in modo tale da lasciare passare un continuo flusso di reietto e assicurare che la soluzione non diventi sovrasatura.

Ora io voglio sperare che tu quando fai questo "controlavaggio", stacchi l'ingresso dell'acqua potabile, in modo tale che il reietto esca dall'ingresso, nel qual caso sarebbe una pratica inutile, ma non dannosa.
Se invece lasci il tubo attaccato, vai oltre il limite massimo di solubilità, con conseguente precipitazione di sali e intasamento dei micropori delle membrane.
Penso che tu volessi intendere qualcosa di differente, l'orifizio di cui parli é il riduttore di flusso che viene applicato sull'uscita dello scatto, se lo rimuovi e ci metti un rubinetto a spillo puoi regolarlo a tuo piacimento, ad esempio ottenere un acqua parzialmente demineralizzata o aprire tutto e far refluire l'acqua piena di sali che si accumula nel contenitore della membrana, in effetti questo procedimento viene chiamato impropriamente controlavaggio ( quello si fa solo sugli impianti industriali) mentre é un semplice risciaquo, se però guardi le istruzioni degli impianti piu diffusi ( aqua1, forwater) é proprio cosi.
Quando sei fermamente convinto di poter sopperire alla scarsa conoscenza raddoppiando lo sforzo, non c'è limite ai casini che puoi combinare.

#TeamFosfatiAlti

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di gibogi » 25/11/2016, 13:33

Se è così, vuol dire che è un impianto mal progettato.
In base a quali criteri una persona deve regolare la quantità di reietto in uscita?
Posso regolarla troppo aperta con consumo in più di acqua, o troppo chiusa con conseguente riduzione della vita della membrana.
Sinceramente un tale impianto, non lo vorrei neanche se me lo regalassero.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: lui1 e 4 ospiti