Edere...edere...ancora edere

Deve funzionare, ma... facciamolo anche bello!

Moderatori: Steinoff, Monica

Avatar utente
Ary
star3
Messaggi: 342
Iscritto il: 17/01/18, 11:08

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Ary » 29/03/2018, 10:15

Buongiorno a tutti quanti, approfittando del bel tempo dei scorsi giorni sono riuscito a procurarmi un po di edere
20180328_214228.jpg
ho letto l'articolo sulla procedura da fare prima dell'eventuale inserimento in acquario ma ho ancora qualche dubbio...

1) per scorticare i tronchi più spessi va bene la carta vetrata?
2) c'è una circonferenza minima da considerare / da scartare in questo caso? cioè tengo solo i rametti più spessi e quelli più fini li taglio direttamente?
3) per far assumere una forma "composita" tra più rami mi conviene usare direttamente del filo da pesca per tenerli uniti giusto?
4) essendo edera "fresca" o comunque tagliata da massimo 5 giorni mi conviene aspettare un po prima di scorticare?

Grazie in anticipo a tutti quanti :)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Monica
Moderatore Globale
Messaggi: 18609
Iscritto il: 26/02/16, 19:05

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Monica » 29/03/2018, 10:24

Ciao @Ary :) ti chiamo Mattia che ha lavorato per il suo acquario con legni freschi :) @Dandano disturbo te :)

Posted with AF APP
...So close, no matter how far
Couldn't be much more from the heart...
And nothing else matters

Avatar utente
Ary
star3
Messaggi: 342
Iscritto il: 17/01/18, 11:08

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Ary » 29/03/2018, 10:28

Monica ha scritto: Ciao @Ary :) ti chiamo Mattia che ha lavorato per il suo acquario con legni freschi :) @Dandano disturbo te :)
Grazie mille ! :D

Avatar utente
Dandano
Moderatore Globale
Messaggi: 10685
Iscritto il: 20/10/15, 20:52

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Dandano » 29/03/2018, 10:42

Ciao Ary, io avevo trovato delle radici mezze secche in natura, erano però radici di arbusti noti per non essere tossici in alcun modo.
L'edera invece mi pare sia tossica. Usando del legno ben secco però non avresti problemi :D
A vedere le foto mi sembrano parecchio freschi, secondo me ti ci vorrà parecchio tempo prima di poterli inserire in vasca in sicurezza :)
Per scortecciarli io li ho bolliti, dopo un paio di bolliture la corteccia veniva via da sola staccandosi per grossi pezzi, era un po' come sbucciare un uovo sodo :))
Ora vedi te come ti mette meglio, io inizierei a bollirlo per togliere la corteccia più comodamente, dopodiché ci sono diverse strade:
- lasciarlo al sole primaverile a seccare (non è sicuramente la cosa più veloce)
-infilarlo in un forno a seccare, esagerare ne con la temperatura ne con il tempo; purtroppo non so darti riferimenti precisi perché credo dipenda anche dal tipo di legno
- Tenerlo a mollo in un catino cambiando periodicamente l'acqua man mano che spurga linfa
- continuare a fare cicli di bollitura

Io ho mischiato un po' tutte le strategie per provarle un po' tutte :D

Posted with AF APP
Questi utenti hanno ringraziato Dandano per il messaggio (totale 2):
Monica (29/03/2018, 11:04) • Ary (29/03/2018, 11:06)
"Think globally, act locally"
27/09/2017

"Heaters gonna heat" cit.

Avatar utente
Ary
star3
Messaggi: 342
Iscritto il: 17/01/18, 11:08

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Ary » 29/03/2018, 10:53

Dandano ha scritto: Ciao Ary, io avevo trovato delle radici mezze secche in natura, erano però radici di arbusti noti per non essere tossici in alcun modo.
L'edera invece mi pare sia tossica. Usando del legno ben secco però non avresti problemi :D
A vedere le foto mi sembrano parecchio freschi, secondo me ti ci vorrà parecchio tempo prima di poterli inserire in vasca in sicurezza :)
Per scortecciarli io li ho bolliti, dopo un paio di bolliture la corteccia veniva via da sola staccandosi per grossi pezzi, era un po' come sbucciare un uovo sodo :))
Ora vedi te come ti mette meglio, io inizierei a bollirlo per togliere la corteccia più comodamente, dopodiché ci sono diverse strade:
- lasciarlo al sole primaverile a seccare (non è sicuramente la cosa più veloce)
-infilarlo in un forno a seccare, esagerare ne con la temperatura ne con il tempo; purtroppo non so darti riferimenti precisi perché credo dipenda anche dal tipo di legno
- Tenerlo a mollo in un catino cambiando periodicamente l'acqua man mano che spurga linfa
- continuare a fare cicli di bollitura

Io ho mischiato un po' tutte le strategie per provarle un po' tutte :D

Grazie per la risposta :D
se non sbaglio da quest'articolo articoli/af/allestimento-acquario-aquas ... ?showall=1
l'edera andrebbe bene :-? ; magari tengo i rami più cicciotti e tolgo via direttamente i ramoscelli più fini

quindi a questo punto da quel che mi consigli la cosa migliore da fare è prima bollire -> scorticare -> seccare in forno
in quest'ultimo passaggio leggendo qua e la pensavo di fare due prove mantenendo il forno ventilato sui 100...150° per c.a 20 min :-?

Avatar utente
Dandano
Moderatore Globale
Messaggi: 10685
Iscritto il: 20/10/15, 20:52

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Dandano » 29/03/2018, 10:58

Ary ha scritto: l'edera andrebbe bene
Se ben secca non dovrebbe darti alcun problema ;)
Ary ha scritto: ui 100...150° per c.a 20 min
Dovrebbe andare bene; magari tienila d'occhio nel mentre :)
"Think globally, act locally"
27/09/2017

"Heaters gonna heat" cit.

Avatar utente
Ary
star3
Messaggi: 342
Iscritto il: 17/01/18, 11:08

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Ary » 29/03/2018, 11:49

@Dandano
invece per i punti 1) 2) 3) ? che mi consiglieresti ?

Avatar utente
Dandano
Moderatore Globale
Messaggi: 10685
Iscritto il: 20/10/15, 20:52

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Dandano » 29/03/2018, 12:01

Ary ha scritto: 1) per scorticare i tronchi più spessi va bene la carta vetrata?
Dopo le bolliture il grosso riuscivo a toglierlo a mano, le parti più appiccicate le toglievo invece facendo leva con un cacciavite piatto.
Ary ha scritto: 2) c'è una circonferenza minima da considerare / da scartare in questo caso? cioè tengo solo i rametti più spessi e quelli più fini li taglio direttamente?
Io proverei a tenere anche quelli più piccoli,se poi vedi che non reggono la bollitura o il forno sei sempre in tempo a tagliarli dopo ;)
Ary ha scritto: 3) per far assumere una forma "composita" tra più rami mi conviene usare direttamente del filo da pesca per tenerli uniti giusto?
Per adesso lascerei stare, quando saranno pronti ti consiglio invece di dare un occhio a questo articolo:
Come unire tra loro i legni ...
"Think globally, act locally"
27/09/2017

"Heaters gonna heat" cit.

Avatar utente
Ary
star3
Messaggi: 342
Iscritto il: 17/01/18, 11:08

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di Ary » 09/04/2018, 10:58

Piccolo aggiornamento :D
ho iniziato a scortecciare questi rami, che dite? come sto procedendo? dalle foto spero si veda bene, io non andrei a scortecciare di più...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
gem1978
Moderatore Globale
Messaggi: 10300
Iscritto il: 04/09/17, 12:50

Edere...edere...ancora edere

Messaggio di gem1978 » 09/04/2018, 14:24

Credo ci sia ancora qualcosa da rimuovere.

Io ho usato un cutter. Se lo fai dopo bollitura viene via ancora più facilmente.

Posted with AF APP
Steinoff wrote:Lo Zen e l'arte di aspettare che il silicone asciughi...
Monica said:Lo Zen e l'arte di aspettare che l'acquario maturi...
Trotasalmonata declared:Lo Zen e l'arte di farsi i c@...
Lo Zen è ammirare l'acquario

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], fla973, Giobbe, Silvestro e 3 ospiti