primo approccio

Se hai tutto da imparare... benvenuto!

Moderatori: gem1978, roby70

Rispondi
Avatar utente
comi
star3
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/01/18, 11:20
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di comi » 22/01/2018, 21:40

Ri ciao a tutti.
Ho dato un occhio in giro per la rete in questi giorni utilizzando un po' le informazioni che mi avete dato.

Ho verificato che i poecilidi sono molto prolifici e una volta riprodotti, ovviamente bisogna trovare a chi dare i piccoli, cosa che vedo difficile, in quanto temo che diventi una attività nell'attività.. Non ho trovato però informazioni su eventuale "controllo delle nascite".

Ho provato a guardare anche la famiglia dei Caracidi, che ho letto essere più difficile da riprodurre e comprende forse pesci sufficientemente resistenti per un neofita e che potrebbero stare in 100-120 litri. Esplorando questa ipotesi mi sapreste dire pro e contro, rispetto alla mia acqua, al volume ipotizzato, alla contenuta riproducibilità?

Inoltre vi chiedo consigli su come potrei comporre un allestimento con essi, tenendo sempre presente che dovrò condividere le scelte con la mia piccola.

Vorrei scegliere prima i pesci con una certa precisione, poi passare alle piante adatte e infine all'ambiente da ricreare.

Nel frattempo ho guardato anche alcuni modelli di acquario di queste dimensioni e ho visto
Ferplast dubai 80
Askoll PURE XL
Juwel RIO 125
sarebbero buone scelte? altre che non ho notato? questi ho capito che sono venduti in pratica con un kit completo per l'allestimento.

Avatar utente
BollaPaciuli
Assistente Tecnico
Messaggi: 8015
Iscritto il: 17/04/16, 16:37
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di BollaPaciuli » 22/01/2018, 21:43

L'askoll tra i 3 lo terrei per ultimo... Askoll Pure

I poecilidi li gestisci nelle nascite con temperature sui 20°C...ma dura qualche mese che rallentano un pò.

Per i Paracheirodon, il genere più diffuso o Trigonostigma dovresti usare il 50% di osmosi...piu o meno...
Ale ...tra Caronte :ymdevil: e San Pietro O:-)


tutto ciò che so te lo insegnerò,
finchè arriverà il giorno in cui Tu lo insegnerai ad un altro come te

Avatar utente
roby70
Moderatore Globale
Messaggi: 14292
Iscritto il: 06/01/16, 18:56
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di roby70 » 22/01/2018, 21:50

Come specie principale dai anche un’occhiata ai colisa che ti ha messo bolla all’’inizio.
Sull’acquario concordo di evitare l’askoll, gli altri due si equivalgono anche se preferisco Dubai per vari motivi
"Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido"
(Albert Einstein)

Avatar utente
stefano94
Moderatore Globale
Messaggi: 2633
Iscritto il: 15/03/16, 11:06
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di stefano94 » 23/01/2018, 1:27

comi ha scritto: questi ho capito che sono venduti in pratica con un kit completo per l'allestimento.
Bisogna vedere però se questi kit servono a qualcosa, o se sono pieni di roba inutile e se la presenza del kit influisce sul prezzo, rispetto ai negozi che li vendono senza kit. Se dovessi pagare 20€ in più per ritrovarti un flacone di batteri, un biocondizionatore, del ghiaino policromo e qualche arredo in resina, meglio risparmiarsi quei 20€.
Io come pesci alternativi ai poecilidi, ti suggerisco un bel gruppo di danio rerio o di barbi, ad esempio una decina di barbus tetrazona o di pethia nigrofasciata. O 3 maschi e 7 femmine di puntius titteya.
Per questi pesci non ci sarebbe bisogno di modificare l'acqua, solo un po' il pH se dovesse effettivamente stabilizzarsi intorno all'8 in acquario. Ma è un po' strano che un'acqua con kh6 circa, abbia un pH così elevato.

Avatar utente
comi
star3
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/01/18, 11:20
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di comi » 23/01/2018, 8:44

Grazie Stefano della dritta.
Accessori intendevo i principali come il filtro, luci adeguate e magari con funzionalità Tito timer, il riscaldatore..
peraltro quali altri accessori servono (ad esclusione dei substrati per l'allestimento interno?) per la gestione dell'acquario. Ricordate che sono proprio un vero neofita..

Avatar utente
BollaPaciuli
Assistente Tecnico
Messaggi: 8015
Iscritto il: 17/04/16, 16:37
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di BollaPaciuli » 23/01/2018, 8:54

Io ti consiglio di predisporre un kit emergenza (quando si è poi un pò agitati perche un pesciotto sta poco bene aiuta molto ;) ):
-contenitore in plastica da 10 litri (per isolare pesci o per semplice quarantena dei nuovi pesci)
-aereatore, tubo e pietra porosa
-retino (per prendere i pesci)
--------

Se prendi una vasca che nel filtro ha Perlon ti consiglio di cercare in giro lo stesso materiale al minor costo (io uso filtri per cappe da cucina che mi taglio a misura)

Poi un termometro da applicare in vasca

Il timer (credo solo askoll sia compreso)
Ale ...tra Caronte :ymdevil: e San Pietro O:-)


tutto ciò che so te lo insegnerò,
finchè arriverà il giorno in cui Tu lo insegnerai ad un altro come te

Avatar utente
roby70
Moderatore Globale
Messaggi: 14292
Iscritto il: 06/01/16, 18:56
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di roby70 » 23/01/2018, 9:12

Il Dubai ha il timer che incorporato ;)
"Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido"
(Albert Einstein)

Avatar utente
comi
star3
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/01/18, 11:20
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di comi » 23/01/2018, 11:18

BollaPaciuli ha scritto: I poecilidi li gestisci nelle nascite con temperature sui 20°C...ma dura qualche mese che rallentano un pò.
cosa significa che dura qualche mese? che poi si abituano e tornano a riprodursi rapidamente?
magari esistono altri metodi, o predatori?

Avatar utente
BollaPaciuli
Assistente Tecnico
Messaggi: 8015
Iscritto il: 17/04/16, 16:37
Profilo Completo

primo approccio

  • Cita

Messaggio di BollaPaciuli » 23/01/2018, 12:00

Che in inverno 20 gradi li hai...in estate fai ben sopra
Ale ...tra Caronte :ymdevil: e San Pietro O:-)


tutto ciò che so te lo insegnerò,
finchè arriverà il giorno in cui Tu lo insegnerai ad un altro come te

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: BollaPaciuli, massimomar e 3 ospiti