Cardinali appena acquistati e problematiche

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: lauretta, Marah-chan, fernando89

Avatar utente
Slevin
star3
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/08/18, 16:46

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di Slevin » 16/10/2018, 13:41

@lauretta

Ho prenotato domenica mattina per andare a fare le analisi complete con i reagenti al negozio, posterò i valori appena li avrò
Purtroppo con le strisce tornasole non sono affidabili, e non mi sento di metterci mano finché non ho la certezza.
Lo sò, mi attrezzerò anche di reagenti completi per farmele in futuro da solo, ho letto che quelli della JBL sono i migliori.

La situazione in acquario è super tranquilla, gli 11 sopravvissuti (dai 15 di partenza) mostrano ottima salute e nuotano tutti insieme e sono vispi e colorati, incrocio le dita ma sembra che si siano ambientati e sia passato lo spauracchio "morti da stress" .. o per "colpa mia" #:-s

Ieri sera ho fatto una cosa che mi sono chiesto se corretta.. magari la evito in futuro, ma tornando a casa tardi a "luci spente" da 15 minuti, le ho riaccese un attimo per dargli da mangiare. Inizialmente ero preoccupato in quanto sbiaditissimi e tutti appoggiati quasi al fondo., ma dopo pochi minuti si sono riuniti tutti in branchetto e tornati alla loro bella colorazione e tutti a mangiare.. dopo dopo ho rispento le luci e tutti di nuovo a nanna. Lasciarli a digiuno mi sembrava troppo, considerando che qualche giorno fa li ho lasciati a digiuno 1 giorno volutamente.

Ho scoperto che per dormire si sparpagliano tutti e si appoggiano quasi sulla ghiaia.. le Caridina potrebbero fare loro un agguato volendo, speriamo di no.

Vi tengo aggiornati :)

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 6318
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di lauretta » 16/10/2018, 16:30

Slevin ha scritto: mi attrezzerò anche di reagenti completi per farmele in futuro da solo, ho letto che quelli della JBL sono i migliori.
In Primo Acquario non hai chiesto quali sono i test base? Perché mica serve tutta la valigetta eh!! ;)
È bene avere almeno KH, GH, NO2-, NO3-.
Per il pH lascia perdere i reagenti e prendi un phmetro, lo trovi online sui 15 €
Allo stesso prezzo dovresti trovare anche il conduttivimetro :)
E - solo se vorrai fertilizzare - ti consiglio anche il reagente per i fosfati (PO43-).
Tutti gli altri sono un di più, puoi farne a meno :)

Slevin ha scritto: tornando a casa tardi a "luci spente" da 15 minuti, le ho riaccese un attimo per dargli da mangiare.
Non serve, dagli pure da mangiare a luci spente, se capita ;)
Io lo faccio d'abitudine, sennò ai cory non arriva nulla :))

Slevin ha scritto: le Caridina potrebbero fare loro un agguato volendo, speriamo di no.
=)) =)) =))
Questa ipotesi sfiora l'impossibile! ;)
...a meno che non siano le dirette discendenti di Godzilla... :-?

Posted with AF APP
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Avatar utente
Slevin
star3
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/08/18, 16:46

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di Slevin » 18/10/2018, 23:04

@lauretta @Monica

Ho una brutta notizia.. mi sono accorto che 2/3 cardinali hanno uno/due puntini bianchi.. ora ho pure l’ictio in vasca...

In vasca ci sono 11 cardinali e 10 Caridina

Isolo solo i Cardinali con i puntini o li metto tutti e 11 in quarantena? E poi cosa devo somministrare, quanto e per quanti giorni?

Inoltre devo fare dei cambi di acqua? come si elimina il batterio dalla vasca principale?

Aiutatemi :(

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 6318
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di lauretta » 19/10/2018, 9:05

@Slevin sposta in quarantena i pesci che hanno puntini, il prima possibile.

Poi procurati il Faunamor o altro prodotto equivalente, lo trovi nei negozi di acquariofilia.
Ti propongo questo trattamento perché i cardinali non tollerano il sale, purtroppo.

Segui alla lettera le istruzioni del medicinale, tranne per il fatto che non farai il trattamento in acquario (per non intaccare i batteri del filtro).

In acquario riduci il fotoperiodo a 4 ore.

Sia in acquario che nella vaschetta di quarantena: accendi un aeratore e alza la temperatura sui 26-28° :)

Per approfondire: Ictioftiriasi: la malattia dei puntini bianchi ...

Posted with AF APP
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Avatar utente
Slevin
star3
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/08/18, 16:46

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di Slevin » 19/10/2018, 10:10

@lauretta

Grazie Lauretta!

Allora sono stato in negozio, ho parlato anche col tizio del reparto di acquariofilia e Lui mi ha caldeggiato di fare la cura in vasca perchè altrimenti dice che il batterio non viene ucciso e non ha senso curarli in quarantena e che anche se solo 2/3 mostrano ora i puntini, l’ictio ce l’hanno tutti.

Ho spiegato Lui che ho in acquario 3 Neritine e 10 Caridina, ma Lui dice che non gli succede nulla.
E lo stesso mi ga detto riguardo la fauna batterica, secondo Lui non muore totalmente.

Mi ha detto a fine trattamento di filtrare con il carbone (che ne ignoro il significato) e di alzare la temperatura per il periodo di cura.

Sono totalmente confuso!!!


Un’ultima cosa, il l’aeratore avendo un trigon 190 ce l’ho già, oppure ho solo una pompa di movimento? e sono die cose diverse?

Aggiunto dopo 12 minuti 5 secondi:
Ho letto tutto il foglietto illustrativo di Faunamor, e si dice una cosa ancora diversa.

Dice di mettere nella quarantena i soggetti che non tollerano faunamor, nel mio caso Caridina e neritine e il materiale filtrante, che deve stare in una vasca 20 volte più grande il suo volume..

Poi somministare faunamor in vasca i primi 2 giorni, il terzo no e rimettere il materiale filtrante.. poi il 7imo giorno ritoglierlo e risomminisrare faunamor, e poi l’8avo giorno no e fare cambio d’acqua del 30% e poi rimettere il materiale filtrante (e presumo gli ospiti quali Caridina e neritine).

Forse ha più senso così... che dite?

Avatar utente
Slevin
star3
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/08/18, 16:46

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di Slevin » 19/10/2018, 11:44

Io farei così:

- Estraggo il materiale filtrante e lo metto in un secchio da 15 litri con acqua dell’acquario [a tale proposito, devo estrarre completamente le 2 vaschette? Sia quelle con le spugne che con i cannolicchi?]

- Cerco di recuperare le Caridina (10!) e le 3 Neritine e di metterle nella vaschetta da 11 litri (sempre con acqua dell’acquario) che ho acquistato, in questa metto riscaldatore ed areatore

- In vasca rabbocco con 25 litri di acqua di osmosi ed inizio la cura con faunamor come previsto, per tutti gli 11 cardinali. Lo faccio in vasca così il batterio killer ha più speranze di essere debellato.

- Al terzo giorno (dopo i primo 2 di somministrazikne di faunamor) dó una sciacquata veloce con acqua calda al materiale filtrante e lo reinserisco in acquario.

- Al settimo giorno ritolgo il materiale filtrante e procedo con l’ultima somministrazione di faunamor

- All’ottavo giorno procedo con un cambio d’acqua del 30% e dopo rimetto il materiale filtrante, sciacquato velocemente con acqua calda nuovamente. E reintroduco tutta la fauna (Caridina e Neritine)

La parte difficile sarà pescare le Caridina.. Dite che Caridina e Neritine riescono a stare per 8 giorni in una vaschetta da 11 litri con niente dentro? Ovviamente daró loro qualche zucchina e compreró una di quelle palline a muschietto

Inoltre alla fine del ciclo c’è scritto di usare carbone attivo .. basterà inserire del carbone attivo nel filtro sopra le spugne? nel mio caso sopra alla lana perlon?

Secondo voi questo puó essere un buon piano?

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 6318
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di lauretta » 19/10/2018, 16:27

Ti faccio una terza proposta, poi però dovrai decidere tu, ovviamente :-??

Metti tutti i cardinali in quarantena: temperatura 26-28°, aeratore, Faunamor come da bugiardino ma senza la faccenda del togli e metti filtro.

Nell'acquario: temperatura 26-28°, aeratore, fotoperiodo ridotto a 4 ore. Se leggi l'articolo sull'ictio che ti ho consigliato, capirai perchè ti consiglio questa procedura in acquario.
Il ciclo di vita dell'ictio (che non è un batterio ma un parassita!!) non può concludersi se non trova un pesce da parassitare.
La temperatura alta fa schiudere in fretta le uova, e il parassita, non trovando pesci in vasca, si estinguerà nel giro di qualche giorno.
In questo modo, quando i pesci torneranno in acquario, i parassiti saranno morti, ma i batteri nel filtro (e in tutto il resto dell'acquario, ovviamente!) saranno ancora tutti vivi e vegeti :-bd

Resta il fatto che se i pesci fossero stati in perfetta salute, con un sistema immunitario forte, l'ictio non sarebbe riuscito a parassitarli! :-??

Finché il pH in acquario non sarà sceso a valori acidi, i tuoi pesci saranno facile preda di malattie.
Leggi qui Paracheirodon, il genere più diffuso :)
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Avatar utente
Slevin
star3
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/08/18, 16:46

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di Slevin » 19/10/2018, 17:09

lauretta ha scritto: Ti faccio una terza proposta, poi però dovrai decidere tu, ovviamente :-??

Metti tutti i cardinali in quarantena: temperatura 26-28°, aeratore, Faunamor come da bugiardino ma senza la faccenda del togli e metti filtro.

Nell'acquario: temperatura 26-28°, aeratore, fotoperiodo ridotto a 4 ore. Se leggi l'articolo sull'ictio che ti ho consigliato, capirai perchè ti consiglio questa procedura in acquario.
Il ciclo di vita dell'ictio (che non è un batterio ma un parassita!!) non può concludersi se non trova un pesce da parassitare.
La temperatura alta fa schiudere in fretta le uova, e il parassita, non trovando pesci in vasca, si estinguerà nel giro di qualche giorno.
In questo modo, quando i pesci torneranno in acquario, i parassiti saranno morti, ma i batteri nel filtro (e in tutto il resto dell'acquario, ovviamente!) saranno ancora tutti vivi e vegeti :-bd

Resta il fatto che se i pesci fossero stati in perfetta salute, con un sistema immunitario forte, l'ictio non sarebbe riuscito a parassitarli! :-??

Finché il pH in acquario non sarà sceso a valori acidi, i tuoi pesci saranno facile preda di malattie.
Leggi qui Paracheirodon, il genere più diffuso :)
Aggiudicato!!
Mi sembra la cosa migliore ed anche di più facile esecuzione!
Il mio unico dubbio riguardava il perpetuarsi del parassita in vasca, ma se mi dici che morirá negli 8 giorni in cui i Cardinali saranno in quarantena vado tranquillo!
Certo è che i negozianti non sanno proprio nulla, mi era stato detto che il “batterio”
sopravviveva in acquario.. e che non avrei debellato la malattia.

Basteranno 8 giorni al parassita per morire?

Stasera appena torno a casa faccio tutto, stamane ho comprato tutto il necessario per la quarantena.. mi manca solo la pietra porosa per l’aeratore, ma me la procuro!

Grazie!!

ps considerando che solo gli inizi della sua manifestazione, ho buone probabilità di sopravvivenza di tutti i cardinali vero?

e ultima cosa: l’ictio, ossia il parassita, come ci è arrivato in acquario? Puó nascerci, oppure è arrivato dall’esterno? Cioè dai cardinali stessi quando li comprai giovedì scorso?

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 6318
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di lauretta » 19/10/2018, 17:36

Slevin ha scritto: Basteranno 8 giorni al parassita per morire?
Con la temperatura alta il ciclo di vita accelera, quindi sì. Ma non esagerare con il caldo, devi pensare anche alla sopravvivenza delle Caridina!! :)
Se poi vuoi essere proprio sicurissimo, aspetta fino a due settimane, tenendo i pesci in quarantena anche dopo il termine della cura con Faunamor ;)

Slevin ha scritto: ps considerando che solo gli inizi della sua manifestazione, ho buone probabilità di sopravvivenza di tutti i cardinali vero?
Non posso rispondere, perchè non so se erano in perfetta salute quando sono stati colpiti dai parassiti :-??

Slevin ha scritto: Cioè dai cardinali stessi quando li comprai giovedì scorso?
Ti sei risposto da solo...
E meno male che il negoziante ti aveva detto...
Slevin ha scritto: sono di una buona partita
:))

No, a parte tutto, può capitare :)
Tieni conto che tra i vari trasporti e spostamenti di vasca, questi poveri pescetti sono sottoposti a fortissimo stress, per cui restano facile preda di qualunque tipo di malattia :-??
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Avatar utente
Slevin
star3
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/08/18, 16:46

Cardinali appena acquistati e problematiche

Messaggio di Slevin » 19/10/2018, 19:24

Grazie @lauretta !!

Pietre porose recuperate! Mi sono solo dimenticato il termometro per stabilire con precisione la temperatura per la vaschetta di quarantena.. ma va beh.. per stasera mi fideró del termostato.

Solo una perplessità: guardo in acquario e nessun pesce mostra puntini bianchi... cosa faccio?
Potrebbe essere stato qualcos’altro?

Faccio la cura con il Faunamor?

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti